La tecnologia modifica il cervello dei bambini

Alterazioni della sostanza bianca, legata alla sfera cognitiva

Varie_13306.jpg

Non è una buona idea piazzare i bambini piccoli davanti a schermi e display. Lo conferma un nuovo studio apparso su Jama Pediatrics e condotto dai ricercatori del Cincinnati Children’s Hospital.

Stando alle conclusioni dello studio, gli schermi di tv, smartphone o tablet inducono modifiche alla sostanza bianca del cervello dei bambini, con conseguenze dirette sulle loro capacità cognitive.

I ricercatori hanno analizzato 47 bambini fra i 3 e i 5 anni, sottoponendoli sia a un test che valutasse le capacità cognitive, sia a una risonanza magnetica per stabilire le condizioni della sostanza bianca, la parte del cervello che assicura il corretto passaggio delle informazioni fra le varie aree dell’organo.

I genitori hanno invece compilato un questionario sulle ore passate dai figli davanti allo schermo e sui contenuti guardati, aspetti entrambi associati a un punteggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *