La voce del cervello

Apparecchio ridà voce a chi è rimasto paralizzato

Una voce sintetizzata che proviene direttamente dal cervello. È quanto promette un nuovo dispositivo in grado di offrire di nuovo a chi è paralizzato la capacità di comunicare con il mondo esterno.

L’apparecchio riesce a captare gli impulsi elettrici prodotti dal cervello quando mette in moto l’apparato fonatorio.

Il dispositivo riesce a riprodurre appena 10 parole al minuto, mentre una persona senza problemi pronuncia circa 150 parole al minuto, ma è comunque un inizio importante per chi è rimasto paralizzato.

Anche in caso di paralisi, il cervello lancia i comandi che manovrano i muscoli della mandibola, delle labbra, della lingua e della laringe, al fine di produrre le parole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *