Le cellule staminali riparano i danni della parodontite

Possibile ricostruire i tessuti della bocca persi per la malattia

La parodontite è una condizione seria che provoca danni anche gravi alla bocca e ai suoi tessuti. Uno studio pilota condotto dall’Università di Torino suggerisce l’ipotesi di utilizzare cellule staminali presenti nei denti per ricostruire i tessuti perduti dell’osso alveolare, che circonda i denti e il legamento parodontale.

Lo studio, che coinvolge per ora 11 pazienti, è condotto dal prof. Mario Aimetti, presidente della Società italiana di Parodontologia e Implantologia, ed è stato pubblicato su The International Journal of Periodontics and Restorative Dentistry.

“Diversi lavori di biologia cellulare – spiega Aimetti – hanno confermato l’esistenza di staminali molto ‘malleabili’ nella polpa del dente; di qui l’idea di utilizzare queste cellule per provare a ricostruire i tessuti parodontali danneggiati dalla parodontite”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *