Le ragnatele aiutano a costruire muscoli artificiali

Grazie alla supercontrazione delle loro fibre

Varie_14286.jpg

Le fibre sottili, setose e resistenti delle ragnatele potrebbero rappresentare il primo passo verso la messa a punto di nuovi muscoli artificiali.

Lo rivela un team del famoso Massachusetts Institute of Technology sulle pagine di Science Advances. I ricercatori hanno scoperto che la ragnatela possiede anche un’altra fondamentale proprietà, ovvero è in grado di ridurre il proprio volume in risposta ai cambiamenti di umidità.

Questa abilità viene definita supercontrazione. Oltre a contrarsi, i fili si torcono allo stesso tempo, fornendo una forte forza di torsione. Una proprietà tipica dei muscoli.

“È un fenomeno nuovo”, dice Markus Buehler, capo del Dipartimento di ingegneria ambientale e civile e docente del Mit (Massachusetts Institute of Technology).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *