Le staminali per la cura di Covid-19

Sembrano velocizzare la guarigione anche in caso di lesioni polmonari

Varie_9703.jpg

Qualche giorno fa è stato annunciato l’avvio di uno studio per l’utilizzo di cellule staminali in caso di Covid.

Ora, il presidente della Società Scientifica Sis 118 Mario Balzanelli pubblica su Applied Sciences un articolo sul caso di un paziente affetto da una forma severa di Covid e curato con cellule staminali autologhe.

Il paziente, affetto da polmonite interstiziale bilaterale, ha ricevuto la somministrazione di staminali autologhe prima del ricovero e a più riprese nel corso delle 4 settimane successive alle dimissioni.

Il trattamento sembra aver contribuito a velocizzare la negativizzazione del tampone molecolare e la regressione delle lesioni polmonari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *