L’era dei trapianti di pene

Nuovo caso negli Stati Uniti, la procedura sta diventando di routine

Varie_9221.jpg

I trapianti di pene sono ormai una realtà. Negli Stati Uniti un ragazzo si è sottoposto a un’operazione che gli ha consentito di riavere pene e scroto nuovi dopo che i suoi genitali erano stati pesantemente compromessi a causa di una ferita di guerra in Afghanistan.

Per la prima volta i medici sono intervenuti su un’area genitale così estesa. L’operazione è stata effettuata presso il Johns Hopkins Hospital di Baltimora.

Secondo i medici, il paziente dovrebbe riprendere a urinare nel giro di qualche mese, ma dovrà attendere ancora prima di poter riacquistare le proprie facoltà sessuali.

Andrew Lee, chirurgo plastico del prestigioso ateneo statunitense, spiega: «Di queste lesioni non si legge e non se ne sente parlare spesso. Per un ventenne è devastante tornare a casa con la zona pelvica completamente distrutta».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.