L’occhio bionico funziona

5 persone affette da maculopatia vedono di nuovo

Varie_8954.jpg

A 12 mesi dall’impianto di un microchip nella retina, 5 pazienti affetti da maculopatia in fase terminale e ormai non vedenti hanno riacquistato parzialmente la vista.

I risultati sono il frutto del lavoro legato al progetto PRIMA organizzato dalla società francese Pixium Vision.

Andrea Cusumano, ricercatore in oftalmologia presso l’Università di Tor Vergata e consulente medico scientifico del progetto PRIMA, commenta:

Il progetto PRIMA è volto a ripristinare una visione artificiale in pazienti non vedenti mediante una protesi retinica ideata e inizialmente realizzata da Daniel Palanker, della Stanford University.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.