Nuovo coronavirus non letale come la Sars

I dati sembrano indicare una pericolosità inferiore

Varie_14318.jpg

Il nuovo virus che viene dalla Cina e minaccia il mondo mostra una capacità di diffondersi piuttosto elevata. Finora sono poco meno di 6000 i casi accertati stando alle autorità sanitarie cinesi, con circa 130 decessi.

Nel 2003, l’epidemia di Sars causò il contagio di 5327 persone nel giro di 9 mesi. 2019-nCov sembra quindi all’apparenza più minaccioso della Sars, ma gli esperti della Società Italiana di Terapia Antinfettiva (Site) e dell’Istituto superiore di Sanità ricordano quanto sia importante leggere i numeri con attenzione.

La Sars mostra infatti una mortalità del 10% circa, mentre la Mers (Sindrome respiratoria mediorientale) addirittura del 30% (2500 contagi e 858 decessi).

Stando ai dati attuali, il nuovo coronavirus mostra invece una mortalità del 2% circa, nonostante la sua capacità di diffusione sia più elevata rispetto alle altre infezioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *