Nuovo test non invasivo per il cancro della vescica

Test più sensibile della citologia urinaria

Tumore alla vescica_7402.jpg

Un nuovo test delle urine si è rivelato più efficace nella diagnosi del cancro della vescica rispetto alla tradizionale citologia. Il test, che analizza le variazioni del numero di copie geniche nelle cellule di sfaldamento presenti nelle urine, si è dimostrato più sensibile e con una specificità simile rispetto al test standard.

«La cistoscopia, sebbene più accurata della citologia, è una procedura invasiva con costi aggiuntivi e potenziali complicazioni per il paziente. Pertanto, un test poco costoso e non invasivo per il rilevamento e il monitoraggio del cancro della vescica è un’esigenza clinica insoddisfatta», spiega Chuanliang Xu del Changhai Hospital di Shanghai, autore senior dello studio pubblicato su Clinical Cancer Research.

Le cellule di sfaldamento presenti nell’urina possono trattenere cellule tumorali liberate dal rivestimento della vescica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *