Per i farmaci la data di scadenza ha un valore relativo

In molti casi possono essere utilizzati anche ad anni di distanza

Varie_8862.jpg

Un conto è la scadenza di un cibo fresco, un altro quella di un farmaco. La seconda avrebbe infatti un valore del tutto relativo, spiegano alcuni esperti americani.

Diverse associazioni mediche hanno chiesto alla Fda almeno di allungare la data di scadenza di molti farmaci. In molti casi, i medici stessi affermano di utilizzare medicinali scaduti: “Penso che quasi tutti usino questi farmaci”, spiega la tossicologa del Children Hospital di Kansas City, Jennifer Lowry.

“Probabilmente buttiamo nella spazzatura l’equivalente di 60-70 miliardi di dollari in farmaci scaduti ogni anno”, ha osservato Ajaz Hussain, presidente dell’Istituto Nazionale per l’Educazione Farmacologica ed ex commissario della Fda, confessando di consumare a sua volte medicine vecchie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *