Sindrome dell’occhio secco, ecco lifitegrast

Arriva il capostipite di una nuova classe di farmaci

Varie_14157.jpg

Tra poco sarà disponibile un nuovo farmaco per la cura della sindrome dell’occhio secco. Si tratta di lifitegrast, capostipite di una nuova classe di farmaci (LFA-1 antagonista) prodotto da Shire.
La malattia è comunemente associata alla secchezza oculare e a un disagio complessivo dell’occhio con sensazione di bruciore e offuscamento della visione. La malattia dell’occhio secco può influire in modo significativo sulla qualità della vita e sulle attività quotidiane come la lettura e l’utilizzo di computer. È una delle condizioni più frequenti osservate dagli oftalmologi.
«Questa MAA (autorizzazione per l’immissione in commercio, ndr) è un’altra importante pietra miliare per il lifitegrast e per i milioni di pazienti affetti da occhio secco, che può influenzare la qualità della vita di una persona riguardo alle attività quotidiane come la lettura e l’utilizzo dei computer».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.