Gli smartphone aumentano i disturbi urologici nei bambini


L’attenzione rivolta agli schermi causa alterazioni della funzione urinaria

L’utilizzo sempre più intenso di smartphone e tablet provoca possibili danni alla salute dei più piccoli. Fra questi, anche disturbi inaspettati come quelli di natura urologica, dalla perdita di urina a un’esagerata frequenza delle corse in bagno e stipsi.
“La definirei una nuova sindrome legata alle nuove abitudini: fino a pochi anni fa nelle sale d’attesa dei pediatri c’era una bolgia di bambini scatenati, oggi c’è una gran calma e i piccoli sono quasi sempre ipnotizzati dallo schermo. In questo quadro se qualche anno fa vedevo uno o due bambini al mese con problemi di alterazione della funzione urinaria, oggi ne vedo anche 4 a settimana”, spiega all’Adnkronos Salute Fabio Ferro, chirurgo urologo, già primario del Bambino Gesù di Roma.
“Il problema è legato proprio alla grande attenzione con cui i piccoli seguono ciò che accade sullo schermo e che li porta a ‘dimenticare’ …  (Continua) leggi la 2° pagina urinari, disturbi, smartphone,

Ricetta pancakes proteici con burro di arachidi per colazione

La ricetta del pancakes proteici è una ricetta semplicissima da realizzare. Un grande classico delle colazioni di tutti i fitnesslover del pianeta. Probabilmente hai già tutti gli ingredienti in frigorifero, ed è il modo più veloce per realizzare una colazione sana e nutriente, senza perdere troppo tempo la mattina.

In realtà questa ricetta è gustosissima anche se preparata il giorno prima e adeguatamente conservata.

Una ricetta che è un’esplosione di energia e gusto. La ricetta pancakes proteici con burro di arachidi, probabilmente non sarà una grossissima novità per te, ma verifica se anche tu la realizzi così o hai una ricetta diversa da condividere nei commenti!

Ricetta pancakes proteici con burro di arachidi per colazione

Per preparare la ricetta pancake proteico con burro di arachidi ha bisogno solamente di pochissimi ingredienti che, come dicevamo prima, probabilmente hai già in dispensa.
Ingredienti pancake proteico con burro di arachidi
  • 1 uovo intero grande
  • 100 gr di albumi
  • 50 gr di proteine in polvere. Puoi scegliere quelle neutre o qualsiasi gusto tu preferisca
  • 20 gr di burro di arachidi, possibilmente al naturale, con un basso contenuto di zuccheri. Ancora meglio se riesci a prepararlo in casa.
  • un pizzico di lievito istantaneo

Come procedere

  • Rompere l’uovo in una ciotola, aggiungere gli albumi e con una frusta, mescolare il tutto fino ad avere un composto omogeneo
  • Aggiungere le proteine in polvere facendo attenzione a che non si creino bolle o grumi.
  • Nel mentre, preriscaldare un piccolo pentolino antiaderente. Puoi aggiungere un po’ di olio di cocco ad una padella normale, se non hai una padella antiaderente.
  • Versa un po alla volta il composto all’interno del padellino, e coprilo con un coperchio. Mantieni il fuoco basso.
  • Suddividendo il preparato, otterrai di piccoli pancake. Appena noti che il composto inizia a rapprendersi, gira il pancake in modo che possa cuocersi in maniera uniforme da un lato e da un’altro
  • Ed ecco che i pancakes sono pronti

Ora, hai un solo modo per gustarlo: versare a pioggia il burro di arachidi sui pancakes e gustarli con coltello e forchetta. Non sei una fan del burro di arachidi? Puoi sostituirlo con qualsiasi altra crema spalmabile di tuo gradimento. Inoltre per un piccolo boost di carboidrati puoi aggiungere delle fettine di banana.

Scopri la nostra lista della spesa low carb su Amazon

 

Come proteggere la pelle in estate


I consigli della dermatologa per mantenere la pelle in salute

In estate, proteggere la pelle dal sole diventa fondamentale per prevenire l’invecchiamento cutaneo e la possibile insorgenza di gravi patologie, come melanomi e altri tumori della pelle. Occorre prestare attenzione ed evitare non solo le ustioni vere e proprie, ma anche rossori e spellature, che possono costituire importanti fattori di rischio.
Per sensibilizzare sulle migliori pratiche di prevenzione Doctolib, azienda tecnologica italo-francese al servizio di professionisti sanitari e pazienti, ha coinvolto la Dermatologa Valentina Trevisan per condividere alcuni semplici consigli che aiutano a fare le scelte giuste per la salute della pelle di adulti e bambini in estate: ogni quanto applicare la crema, come proteggere neonati e bambini al meglio e alcuni consigli per chi soffre di patologie cutanee, come l’acne. Il tutto senza rinunciare a una sana dose di Vitamina D. Ma, per prima …  (Continua) leggi la 2° pagina

Keywords | pelle, estate, solari,

Il caldo eccessivo mette a rischio la fertilità maschile


Un gene altera la produzione di spermatozoi

I testicoli sono collocati nello scroto, che ha una temperatura media inferiore di due gradi centigradi rispetto al resto del corpo. È stato infatti riscontrato che la produzione di sperma si riduce all’innalzarsi della temperatura, tanto che fu dimostrato che nel 2015 negli Stati Uniti successivamente ad una ondata di calore ci fu un decremento delle nascite del 2,6% (107.000 bambini in meno). Già 27 gradi di temperatura media nelle 24 ore possono causare danni alla produzione spermatica.
Queste certezze scientifiche tornano al centro delle cronache in questi giorni di solleone e di afa. E hanno meritato l’attenzione della Fondazione Foresta, che sta organizzando il prossimo congresso di medicina di Abano di ottobre: durante l’evento sarà presentata la ricerca che ha individuato il gene attivato dal calore, implicato nello sviluppo della infertilità maschile e del tumore del testicolo. …  (Continua) leggi la 2° pagina

Keywords | infertilit, spermatozoi, caldo,

I farmaci per l’emicrania non sono rischiosi in gravidanza

Non sembrano aumentare il rischio di ADHD

Mal di testa_9070.jpg

Si possono utilizzare i farmaci per l’emicrania in gravidanza. Non ci sarebbe infatti il rischio di aumentare le probabilità di ADHD nel futuro bambino, secondo uno studio dell’Università di Oslo pubblicato su Jama Network Open.
Lo studio ha coinvolto un campione di migliaia di bambini e ragazzi con diagnosi di ADHD, con sintomi compatibili con il disturbo o senza sintomi.
In passato, l’esposizione ai triptani è stata associata a problemi del neurosviluppo fetale, ma le informazioni sulla sicurezza a lungo termine dei farmaci sono limitate ed è difficile trarre conclusioni certe.
Nel presente studio, gli scienziati hanno esaminato l’associazione fra uso materno di triptani durante la gravidanza e diagnosi e presenza dei sintomi del Disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) nei bambini. I bambini esposti ai triptani nella vita intrauterina sono stati messi a confronto …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | emicrania, cefalea, farmaci,

Come combattere la cellulite facendo attenzione a questi segnali.

Come combattere la cellulite? Domanda da 1M di Euro. Sappiamo che sbarazzarti della cellulite è tra gli obiettivi che probabilmente ogni anno, verso marzo, ti prefiggi di raggiungere prima della prova bikini.  

Si parla di cellulite nel momento in cui c’è un aumento delle dimensioni delle cellule adipose e un accumulo d’acqua negli spazi tra le cellule. Questa la definizione. Siamo tutte quindi in un modo o in un altro predisposte alla comparsa della fastidiosa buccia di arancia, soprattutto se non facciamo attenzione a questi segnali.

Come combattere la cellulite facendo attenzione a questi segnali

Oltre quindi a visualizzare la nostro Guida definitiva per avere gambe senza cellulite con l’allenamento, in questo articolo troverai 5 punti che puoi facilmente tenere sotto controllo, con un po’ di forza di volontà  

Disidratazione. Sembra un contro senso ma l’acqua che elimina l’acqua è un fatto reale e concreto. Acqua e limone la mattina non ti piace? Ecco le alternative valide

Alimenti non naturali. Merendine, alimenti confezionati, alimenti estremamente elaborati, possono causare la ritenzione idrica e di conseguenza aumentare la possibilità di sviluppare la cellulite. 

Alimenti particolarmente salati. Il sale è forse l’alimento che piange di tutti viene associato alla cellulite. Considera di regolare le quantità di sale che utilizzi quotidianamente nella tua alimentazione e soprattutto di limitare il cibo da asporto. Non sei tu a salare gli alimenti, quindi potresti assumere più sale di quello che pensi. 

Disidratarti. L’acqua che elimina l’acqua non è solo un claim pubblicitario ma una vera a propria realtà. Con questo non vogliamo dirti di allagare lo stomaco con acqua e affini, ma tieni a mente che l’acqua è un elemento non trascurabile del tuo percorso di eliminazione (anche solo parziale) della cellulite. Guida ai sintomi della disidratazione

Rimanere seduta. Hai mai sentito parlare dell’amnesia del gluteo? Ecco non solo rimanere seduta non è l’ideale per la tua salute, ma anche in termini di ritenzione idrica sarebbe meglio che cercassi di muoverti un po’ di più durante il giorno. 

Stare troppo tempo in piedi. Quando rimani troppo tempo in piedi, puoi causare un accumulo di acqua in gambe e piedi, causando gonfiori e agire in maniera negativa sul micro-circolo. 

In linea generale, ti consigliamo di non dannarti eccessivamente per qualche piccolo inestetismo che, in fondo, accomuna tutte noi. Nei casi più gravi ti suggeriamo di rivolgerti ad uno specialista del settore. 

Hot Girl Walk il fitness trend che spopola su Tik Tok

La Hot Girl Walk è solo l’ultimo dei fitness trend che spopolano su Tik Tok. Se ti stai chiedendo di cosa stiamo parlando, non preoccuparti questo articolo scenderà nel dettaglio per illuminarti sulla questione.

Cos’è la Hot Girl Walk ? 

Come molti dei trend che nascono sui Social, non è nient’altro che una sorta di restyling di qualcosa di classico e molto semplice. Stiamo parlando della tanto stigmatizzata dal mondo del fitness, camminata. 

Ebbene si, dopo passeggiate in monopattino e biciclette elettriche, una giovane studentessa statunitense è riuscita a riabilitare e a rendere cool, uno dei movimenti più naturali per l’essere umano. 

Come eseguire la Hot Girl Walk?

Premessa: il fatto che si chiami Hot Girl Walk, non ne determina l’appartenenza di genere. 

Andando nel dettaglio. Per stare al passo con il trend, basta semplicemente attrezzarsi per una camminata di 6 km circa, quindi scegliere scarpe e abbigliamento adatto, definire  il percorso (che sia su strada o su tappeto), avviare la musica e camminare. Inoltre, come la stessa ideatrice del trend sottolinea, non va sottovalutato l’aspetto psicologico. 

Durante la sessione di camminata, infatti il consiglio è quello di pensare. 

Cosa ne pensano gli esperti? 

Questo fitness trend ha messo d’accordo in maniera trasversale categorie di esperti. Da un punto di vista fisico oltre a migliorare la circolazione, sollecita il rilascio di endorfine lasciandoti senza dubbio di buon umore. Da un punto di vista mentale, ti permette di dedicarti del tempo e focalizzarti su te stessa.

Per chi di voi è iscritta alla piattaforma, digitando l’hashtag #hotgirlwalk sono presenti migliaia e miglia di contenuti e consigli su come vestirsi al meglio, oppure su come iniziare se per caso si è allergici al movimento.

Dal nostro punto di vista, sarcasmo a parte, riteniamo che qualsiasi cosa promuova uno stile di vita sano sia da condividere. Che si tratti di Hot Girl Walk o trekking o camminata veloce, non possiamo che suggerivi di provarlo (sempre facendo attenzione al proprio stato fisico e di salute). 

 

La chirurgia estetica è sempre più giovane

La maggior parte degli adolescenti ha già affrontato interventi estetici

Chirurgia estetica_8033.jpg

Il 73% degli adolescenti italiani ha ammesso di aver subito qualche forma di intervento estetico. Trattamenti dell’acne, rimozione dei peli superflui o delle smagliature, trattamenti anti-cellulite o per rimpolpare labbra, rinoplastica, correzione estetica delle orecchie e mastoplastica gli interventi più richiesti.
Se ne discute in occasione del Convengo Hair&Nail and Anti-Aging, in programma a Capri e promosso e presieduto da Gabriella Fabbrocini, direttore dell’UOC di Dermatologia Clinica dell’Università Federico II di Napoli, e da Antonella Tosti, Ordinario presso il Dipartimento di Dermatologia Leonard Miller School of Medicine University di Miami.
Nel corso dell’evento scientifico, che ha visto confrontarsi esperti italiani e internazionali nel campo della dermatologia, è stato affrontato con particolare attenzione il rapporto, spesso critico, tra adolescenti e interventi …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | chirurgia, estetica, giovane,

Anziani e diabete, il tipo 1 minaccia la funzione cognitiva

Performance più scarse rispetto agli anziani con diabete di tipo 2

Diabete_7841.jpg

Il diabete di tipo 1 sembra causare maggiori danni agli anziani rispetto al tipo 2. Uno studio pubblicato su BMJ Open Diabetes Research and Care, infatti, mostra che gli anziani affetti dalla prima forma hanno in media una funzione cognitiva più scarsa rispetto ai coetanei colpiti dal diabete di tipo 2.
Lo studio SOLID (Study of Longevity in Diabetes) è un trial di coorte prospettico sull’invecchiamento e il diabete che ha reclutato 1.241 adulti membri del Kaiser Permanente Northern California (KPNC) di età superiore ai 60 anni con diabete di tipo 1, di tipo 2 e senza diabete.
I parametri utilizzati per valutare l’eventuale decadimento cognitivo riguardavano 5 domini: linguaggio, funzione esecutiva/velocità di elaborazione psicomotoria, memoria episodica visiva, memoria verbale episodica e attenzione.
I ricercatori dell’Università del Kentucky guidati dalla dott.ssa Mary E. Lacy …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | diabete, anziani, cognitiva,

Mindful Eating, l’importanza di un’alimentazione consapevole

Il bisogno di un’alimentazione consapevole per evitare danni alla salute

Alimentazione_6759.jpg

In una vita così frenetica, dominata dalla velocità, facciamo davvero caso a quello che mangiamo? E, soprattutto, perché è così importante non solo prestare attenzione a cosa mangiamo, ma soprattutto a come mangiamo? Approfondiamo la questione dell’alimentazione consapevole, o mindful eating, grazie al dottor Stefano Erzegovesi, primario del Centro per i Disturbi Alimentari dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano.
La mindful eating, o alimentazione consapevole, è una tecnica che prevede maggior consapevolezza e ascolto dei nostri bisogni e che ci può portare a un nuovo modo di stare a tavola.
L’idea è che, in un atto quotidiano come il nutrimento, non conti soltanto cosa si mangia, ma soprattutto come si mangia. Oggi infatti troppo spesso ci capita di mangiare senza nemmeno rendercene conto, in modo distratto e soprattutto veloce.
“La pratica dell’alimentazione consapevole …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | alimentazione, mangiare, emozioni,