Più fai sport meno rischi di morire


Andare oltre la quantità raccomandata riduce la mortalità

Uno studio apparso su Circulation mostra che i soggetti che praticano da 2 a 4 volte la quantità di attività fisica raccomandata mostrano una mortalità significativamente ridotta rispetto alla media.
Le raccomandazioni dell’American Heart Association prevedono 150 minuti alla settimana di esercizio aerobico di intensità moderata o 75 minuti di esercizio ad alta intensità.
«Il potenziale impatto dell’attività fisica sulla salute è grande, ma non è chiaro se
impegnarsi in livelli di attività fisica prolungata, vigorosa o di intensità moderata al di sopra di quanto raccomandato abbia benefici aggiuntivi o effetti dannosi sulla salute cardiovascolare», spiega Dong Hoon Lee, della Harvard T.H. Chan School of Public Health di Boston, primo nome dello studio.
Per fare chiarezza, i ricercatori hanno esaminato i dati sulla mortalità e le cartelle cliniche di oltre 100.000 adulti raccolti …  (Continua) leggi la 2° pagina sport, cardiovascolare, morire,

Monitoraggio continuo per l’ipertensione pediatrica

Necessario l’Abpm per una corretta diagnosi

Ipertensione_9760.jpg

Un articolo pubblicato su Hypertension dagli esperti dell’American Heart Association segnala la necessità di applicare il monitoraggio ambulatoriale continuo della pressione sanguigna in bambini e adolescenti.
«Le dichiarazioni scientifiche dell’American Heart Association promuovono una maggiore consapevolezza sulle malattie cardiovascolari e sui problemi di ictus, e aiutano a facilitare decisioni informate sull’assistenza sanitaria. Questa dichiarazione, in particolare, fornisce classificazioni semplificate per il monitoraggio ambulatoriale della pressione sanguigna (ABPM) nei bambini e negli adolescenti», spiega Joseph Flynn, del Seattle Children Hospital, che ha presieduto il gruppo di scrittura.
L’ABPM serve a valutare la pressione sanguigna di una persona durante tutte le attività della vita quotidiana, comprendendo quindi i periodi di attività fisica, di sonno e di stress. …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | pressione, sanguigna, ipertensione,

Long Covid, senza attività fisica rischio di coaguli

L’esercizio fisico può interrompere il circolo vizioso dell’infiammazione

Varie_7627.jpg

La mancanza di attività fisica nei pazienti colpiti da Long Covid ha l’effetto di aumentare il rischio di una coagulazione anomala del sangue. A segnalarlo è uno studio pubblicato su Blood Advances da un team dello University College di Londra guidato da Nithya Prasannan, che spiega: «Per definizione, questa sindrome si verifica quando si manifestano sintomi correlati al Covid molto tempo dopo l’inizio dell’infezione e che non possono essere attribuiti a nessun’altra causa o diagnosi. Questo studio ci offre prove di laboratorio e cliniche per iniziare a capire perché alcune persone sperimentano i sintomi di Long Covid».
Gli scienziati inglesi hanno valutato alcuni pazienti trattati in un ambulatorio fra il luglio 2020 e il maggio 2021. Chi presentava sintomi 3 mesi dopo la comparsa dell’infezione, con sintomi persistenti per almeno altri 2 mesi e in assenza di altre diagnosi è stato …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Covid, attività, stanchezza,

5 consigli per riprendere a fare sport

L’attività fisica all’aperto con l’arrivo della bella stagione

Sport_14619.jpg

Finalmente la primavera è arrivata e con le giornate più lunghe e le temperature più tiepide aumenta la voglia di stare all’aperto. Perché allora non approfittarne per riprendere un po’ di movimento e risvegliare il proprio corpo in vista della prova costume?
L’attività fisica, soprattutto se praticata regolarmente e all’aria aperta, è veramente un toccasana non solo per il benessere fisico ma anche per l’umore: il movimento e il sole stimolano la produzione delle endorfine e aumentano i livelli di serotonina, l’ormone che regola gli stati d’animo (detto anche ormone della felicità), eliminando lo stress.
Al via allora lunghe passeggiate nei parchi, uscite in bicicletta di gruppo, yoga in riva al mare, ma senza dimenticare i consigli dei fisioterapisti di EpiCura, fondamentali per riprendere l’attività fisica gradatamente dopo il “letargo” invernale.

1) Parola d’ordine …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | sport, attività, fisica,

Cos’è e come eliminare il grasso addominale

Servono tempo e costanza per smaltirlo

Idee per la bellezza_7397.jpg

Eliminare il grasso addominale non è una questione puramente estetica, è un processo fondamentale per il benessere psicofisico di un individuo, aiuta a sentirsi meglio con il proprio corpo e ad acquisire uno stile di vita più salutare.
Il grasso addominale, per molte persone, rappresenta un serio problema che può dare origine a un disagio psicologico. Si tratta di un tipo di grasso difficile da smaltire e la sua eliminazione richiede tempo, sforzo e costanza.
All’interno di questo articolo vedremo nel dettaglio cos’è il grasso addominale e come eliminarlo con una dieta sana e attività fisica.

Che cos’è il grasso addominale

Il grasso addominale o più precisamente grasso viscerale, è un tipo di grasso molto difficile da eliminare, richiede costanza e una sana routine che duri nel tempo. Il grasso presente sull’addome non è tutto uguale, ci sono diverse tipologie di adipe da …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | grasso, addominale, benessere,

Lo sport all’aperto fa bene, ma se c’è smog di meno

L’inquinamento atmosferico incide in maniera negativa sui benefici

Fitness_6721.jpg

Fare jogging o altre attività fisiche all’aperto fa bene, ma se l’inquinamento atmosferico è elevato i benefici si riducono. È quanto sostenuto da una ricerca dell’Università dell’Arizona di Tucson pubblicato su Neurology.
“L’esercizio fisico fatto energicamente può aumentare l’esposizione all’inquinamento atmosferico e studi precedenti hanno già mostrato effetti negativi dell’inquinamento sul cervello”, ha detto l’autrice dello studio, Melissa Furlong, ricercatrice presso l’ateneo americano.
“Abbiamo dimostrato che l’attività fisica è associata a migliori marcatori della salute del cervello nelle aree con un minor inquinamento atmosferico”, ha aggiunto Furlong. “Tuttavia, alcuni effetti benefici sono essenzialmente scomparsi nei casi delle attività fisiche nelle aree con i più alti livelli di inquinamento atmosferico.
Questo non vuol dire che le persone dovrebbero evitarlo. Nel …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | sport, smog, cervello,

Semaglutide per l’obesità

Aiuta a controllare il peso e riduce il senso di fame

Varie_5314.jpg

Semaglutide sembra efficace nei pazienti obesi. I dati clinici confermano la sua efficacia nel favorire la perdita di peso fino a 2 anni e ha ridotto il desiderio di alcuni cibi, oltre a dimostrarsi più efficace di liraglutide, già approvato per ridurre il peso corporeo. Sono i risultati di un’analisi dei trial clinici STEP 5 e STEP 8, presentata al congresso ObesityWeek 2021.
Secondo i ricercatori c’è tuttavia ancora molto da imparare su questa classe di farmaci, in quanto il follow-up è ancora relativamente breve per una malattia cronica e molti pazienti manifestano effetti collaterali gastrointestinali.

I risultati principali sono stati:
– In STEP 5, in combinazione con un intervento sullo stile di vita (dieta a ridotto contenuto calorico e consigli sull’attività fisica), l’iniezione settimanale di 2,4 mg di semaglutide ha comportato:
– il 15,2% di perdita di peso contro …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | diabete, semaglutide, peso,

Gazzetta Marathone: il 4 e 5 luglio, milioni di passi un unico cuore

Il 4 e il 5 luglio si tiene la Gazzetta Marathone, il primo evento sportivo di massa senza aggregazione. Non si tratta di una gara, ma è un grande evento collettivo fatto di attività fisica, solidarietà e spettacolo. 

La Gazzetta Marathone si svolge sabato 4 e domenica 5 luglio in una 24 ore non stop: corri o cammina ovunque ti trovi, nelle strade, nelle piste, nei parchi, e sarai virtualmente connesso a tutti gli altri partecipanti in una grande sfida benefica da vincere insieme, ognuno secondo le proprie forze e capacità.

COME ISCRIVERSI E PARTECIPARE

  1. Per partecipare basta iscriversi su www.gazzettamarathone.it e scegliere a quale associazione devolvere la quota di iscrizione tra le associazioni che partecipano al programma:

RUNFOREMMA & FRIENDS ONLUS

AIL ONLUS

AISM MILANO

AMICI DEL TRIVULZIO

ASSOCIAZIONE CAF ONLUS

ASSOCIAZIONE GOGREEN

ASSOCIAZIONE UNITÀ SPINALE

AZIONE CONTRO LA FAME

BISTARI BISTARI ONLUS

CBM ITALIA ONLUS

CIAOLAPO

COMITATO MARIA LETIZIA VERGA ONLUS

COMPAGNIA DEL PERÙ

DIANOVA

DYNAMO CAMP

FONDAZIONE AIRC

FONDAZIONE CLS

FONDAZIONE G. E D. DE MARCHI ONLUS

FONDAZIONE LAUREUS ITALIA ONLUS

FONDAZIONE SACRA FAMIGLIA ONLUS

FONDAZIONE VERONESI

GRUPPO L’IMPRONTA

HOPE

LIFC

LILT-LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI DI MILANO

SPORT SENZA FRONTIERE ONLUS

UNA MANO PER…

VIDAS

Ogni tuo passo sarà dedicato alla causa che hai scelto di sostenere.

  1. Riceverai una mail con il tuo pettorale e le istruzioni per tracciare il tuo percorso il week end dell’evento
  2. Il 4 e il 5 luglio scegli tu quando, dove e quanto correre o camminare
  3. Condividi la tua partecipazione sui tuoi social preferiti: più siamo meglio è!

PARTECIPA ovunque ti trovi, il tuo percorso si somma a quello di tutti per unire virtualmente l’Italia e gli italiani.

DONA e contribuisci alla raccolta benefica a favore di una delle charity coinvolte.

CONDIVIDI la tua esperienza con #GAZZETTAMARATHONE

GUARDA i 3 appuntamenti live su Gazzetta.it per seguire l’evento in diretta con i grandi i campioni dello sport e non solo:

HAI DOMANDE? QUI TROVI LE RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI >>

L’articolo Gazzetta Marathone: il 4 e 5 luglio, milioni di passi un unico cuore proviene da Sani per Scelta.

Psoriasi, controllare il peso è fondamentale

Legame tra i chili in eccesso e psoriasi e artrite psoriasica

Psoriasi_14480.jpg

C’è un legame diretto fra il peso eccessivo e l’insorgenza e il peggioramento di psoriasi e artrite psoriasica.

Maria Concetta Fargnoli, direttore dell’unità di Dermatologia generale e oncologica dell’ospedale dell’Aquila, commenta al Corriere della Sera:

«Sovrappeso e obesità aumentano il rischio di comparsa di psoriasi e artrite e riducono l’efficacia delle terapie. Molte ricerche sono ancora in corso per meglio comprendere il legame che intercorre fra le due cose, ma il quadro è già oggi molto più chiaro rispetto anche solo a un decennio fa e una cosa è certa: un’alimentazione equilibrata, una costante attività fisica e il normopeso contribuiscono a migliorare la vita dei pazienti».

Il primo tratto in comune fra le condizioni è lo stato infiammatorio. All’aumentare dell’infiammazione si registra un aggravamento delle manifestazioni cutanee.

Attività fisica dopo l’impianto di un defibrillatore

Riduce il rischio di ricovero e di morte

Varie_5323.jpg

Dopo essersi sottoposti all’impianto di un defibrillatore (ICD), le persone dovrebbero aumentare anche di poco i livelli di attività fisica quotidiana. Ne trarrebbero un beneficio in termini di rischio di ricovero e di decesso, secondo i risultati di una ricerca pubblicata su Circulation: Cardiovascular Quality and Outcomes.

«I programmi di riabilitazione cardiaca offrono ai pazienti un ambiente sicuro per aumentare l’attività fisica dopo l’impianto di ICD, oltre a ridurre il rischio di ulteriori ricoveri e morte, ma sono sottoutilizzati, specialmente tra le donne, gli anziani, le persone di diversi gruppi razziali ed etnici e coloro che vivono nelle aree rurali», afferma Brett Atwater, dell’Inova Heart and Vascular Institute di Fairfax, in Virginia, primo autore dello studio.