La terapia genica guarisce 10 bambini ciechi

Affetti da distrofia retinica ereditaria, riacquistano la vista

Varie_6157.jpg

10 bambini trattati con la terapia genica hanno riacquistato la vista nonostante fossero affetti da distrofia retinica ereditaria. Il trattamento è stato realizzato presso l’Azienda ospedaliera dell’Università Vanvitelli di Napoli. La malattia è causata da mutazioni a entrambe le copie del gene RPE65.
Già nel 2006, la terapia a base di voretigene neparvovec di Novartis aveva affrontato una sperimentazione di fase I realizzata in collaborazione fra Università Vanvitelli, Fondazione Telethon e Children Hospital di Philadelphia.
“I dieci pazienti trattati – spiega Francesca Simonelli, professoressa ordinaria di Oftalmologia e direttrice della Clinica Oculistica dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli – oggi possono scrivere, leggere e muoversi in autonomia. I risultati che abbiamo ottenuto di allargamento del campo visivo, aumento della capacità visiva da vicino, da …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | distrofia, retinica, genica,

Covid, i bambini si contagiano di più a casa

Studio italiano mostra la minore pericolosità della scuola

Varie_6051.jpg

Uno studio di ricercatori italiani mostra la maggiore probabilità di contagiarsi a casa invece che a scuola per i bambini. La ricerca, condotta dall’Azienda ospedaliera San Camillo-Forlanini di Roma, è stata pubblicata sull’Italian Journal of Pediatrics a firma di Mauro Calvani e dei suoi collaboratori del reparto di Pediatria.
“Utilizzando la cospicua casistica del ‘walk-in’ pediatrico aperto lo scorso anno, durante la seconda ondata della epidemia (circa 3.000 bambini)”, sottolinea il San Camillo, “gli autori hanno evidenziato come in seguito a una sospetta esposizione a un soggetto malato, l’infezione viene contratta dai bambini meno frequentemente a scuola che a casa”.
“Tuttavia una volta contagiati, i bambini sono in grado di diffondere l’infezione nei familiari: indipendentemente dalla loro età, sia i bambini della materna che quelli delle elementari o i ragazzi delle superiori …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Covid, bambini, contagio,

Covid, il vaccino protegge anche i bambini

Probabilità di contagio abbattute se i familiari si vaccinano

Varie_2931.jpg

I bambini sotto i 12 anni non possono ancora vaccinarsi contro Covid-19, come noto. Tuttavia, uno studio svedese pubblicato su Jama evidenzia l’efficacia della vaccinazione come strumento di protezione comunitaria anche all’interno di una famiglia.
Più soggetti sono vaccinati, minore sarà il rischio di infettarsi anche per i soggetti non vaccinati. Il rischio è inferiore del 45%-61% se 1 persona in famiglia è stata vaccinata (o si è precedentemente infettata), del 75-86% se le persone immunizzate sono 2, del 91-94% se sono 3 e del 97% se ci sono 4 membri immunizzati.
La ricerca è stata realizzata su 1.789.728 soggetti distribuiti in famiglie composte da 2 a 5 membri con età media di 51,3 anni. Le caratteristiche di base degli individui non immuni erano: età media più bassa (27,3 anni), minor presenza di diagnosi mediche (come da infarto miocardico), reddito medio più basso e una …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Covid, vaccino, bambini,

Malaria, finalmente il primo vaccino

Approvato dall’Oms il vaccino sviluppato da GlaxoSmithKline

Varie_1258.jpg

Migliaia di bambini potrebbero essere salvati grazie al primo vaccino contro la malaria approvato dall’Oms. Si tratta del vaccino prodotto da GlaxoSmithKline, ideato per attivare il sistema immunitario dei bambini contro il Plasmodium falciparum, il più letale fra i patogeni della malaria.
“Questo è un momento storico, il lungamente atteso vaccino contro la malaria per i bambini è un passo avanti per la scienza, la salute dei bambini e il controllo della malaria”, ha commentato il direttore generale Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus.
Il vaccino va somministrato in 4 dosi nei bambini dai 5 mesi ed è raccomandato per chi vive in zone dove la trasmissione è da moderata a severa. Durante la sperimentazione, il vaccino ha mostrato un’efficacia del 50% contro la malaria severa nel primo anno, che scende a zero a partire dal quarto anno. Gli scettici fanno notare che l’impatto del vaccino nella …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | malaria, vaccino, R21,

Gli effetti dello smog passano dai genitori ai figli

Fondamentali i primi 1000 giorni di vita

Varie_5771.jpg

Dal momento del concepimento ai primi 1000 giorni di vita gli effetti dello smog possono essere molto dannosi. Lo ricordano gli esperti della Federazione Italiana Medici Pediatri, della Società Italiana di Neonatologia e della Società Italiana di Pediatria.
Durante lo sviluppo fetale, i bambini sono molto vulnerabili. Diversi studi hanno indagato gli effetti dell’esposizione agli inquinanti atmosferici ambientali. Fra questi vi sono obesità, aumento della mortalità infantile, disturbi dello sviluppo neurologico, asma, otite media e problemi polmonari.
“Il Documento di consenso è focalizzato sull’inquinamento dell’aria dovuto a particolato atmosferico, biossido di azoto e ozono, prodotte da mezzi di trasporto, riscaldamento domestico e emissioni industriali”, spiega Luca Ronfani, dell’Irccs materno infantile Burlo Garofolo di Trieste e referente scientifico del progetto ‘Ambiente e …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | smog, bambini, inquinamento,

Osteomielite pediatrica, come curarla

Nuove indicazioni per trattare l’infezione delle ossa

Infezioni_2602.jpg

È un’infezione batterica che si insinua nelle ossa dei bambini, 4 ogni 100.000. Se non ben curata, può avere esiti anche molto gravi. È l’osteomielite ematogena acuta non complicata, per la cui cura, fino ad oggi, erano disponibili solo indicazioni frammentarie e molto eterogenee. Da uno studio coordinato dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù arriva un nuovo strumento per i pediatri. I maggiori esperti italiani, analizzando la letteratura scientifica esistente, hanno individuato le terapie più efficaci per evitare ricoveri inutili, prolungati e soprattutto la degenerazione della malattia. Lo studio, pubblicato sull’Italian Journal of Pediatrics, è open access e contiene una serie di tabelle con la classificazione dei batteri che causano l’infezione, gli antibiotici più adatti al caso, dosaggi, tempi e modalità di somministrazione.
L’osteomielite ematogena è un’infezione causata da un gran …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | osteomielite, infezione, ossa,

Latte materno, scudo per la vita anche contro Covid-19

Gli anticorpi anti-Sars-CoV-2 sono trasmessi dalla madre al neonato

Alimentazione_8348.jpg

Un farmaco salvavita per i neonati prematuri, il nutrimento ideale per crescere e svilupparsi in salute: il latte materno è parte integrante del processo riproduttivo, con notevoli implicazioni positive per la salute del neonato e della madre e rappresenta per i bambini uno scudo per la vita.
Tra gli indiscutibili benefici, è riconosciuto l’effetto protettivo del latte materno contro le infezioni, dovuto al passaggio di immunoglobuline e a fattori bioattivi.
In occasione della Settimana Mondiale per l’Allattamento Materno (SAM), che si celebra dall’1 al 7 ottobre, la Società Italiana di Neonatologia (SIN) mette in luce un altro importante quanto attuale aspetto: anche gli anticorpi anti-SARS-CoV-2 sono trasmessi dalla madre al neonato durante l’allattamento, a seguito dell’infezione naturale o della vaccinazione.
Da recenti studi è emerso che, in seguito all’infezione da …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | latte, anticorpi, Covid,

Covid nei bambini, quando fare il tampone

Un solo sintomo non è sufficiente per ricorrere subito al tampone

Varie_14496.jpg

Il nuovo coronavirus non è più da solo al centro della scena. Altri virus hanno ricominciato a circolare dopo il periodo del lockdown, per questo non è consigliabile effettuare subito un tampone nei bambini che mostrano sintomi influenzali.
All’Ospedale pediatrico Buzzi di Milano i 40 posti letto di Pediatria sono tutti occupati, ma nessuno di questi per Covid. I pazienti sono colpiti invece dal virus respiratorio sinciziale, polmoniti o altri virus respiratori.
«Stiamo rivedendo scenari vissuti negli anni passati, con molti virus respiratori che sono tornati a circolare, come in epoca pre pandemica», conferma Gianvincenzo Zuccotti, direttore del reparto Pediatria all’ospedale Buzzi di Milano, al Corriere della Sera.
Il dott. Zuccotti offre qualche suggerimento ai genitori per orientarli nelle scelte in questo difficile periodo: «Se il bambino ha il raffreddore accompagnato da naso …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | bambini, Covid, tampone,

Farmaci in gravidanza, neanche il paracetamolo è sicuro

Le modalità di assunzione dovrebbero essere riviste

Gravidanza_5448.jpg

Uno studio pubblicato su Nature Reviews Endocrinology sostiene la necessità di rivedere le modalità di assunzione del paracetamolo in caso di gravidanza. Al momento, il farmaco è l’unico utilizzato per trattare il dolore e la febbre nelle donne incinte, ma secondo il nuovo studio andrebbe assunto alla dose di efficacia più bassa e per il minor tempo possibile.
La ricerca dell’Università di Copenhagen ha mostrato infatti che l’antidolorifico può influenzare negativamente lo sviluppo fetale e aumentare il rischio di disturbi cerebrali e riproduttivi del bambino.
“Il paracetamolo è un farmaco con un meccanismo d’azione poco chiaro che è ampiamente usato per ridurre la febbre e alleviare il dolore da lieve a moderato anche durante la gravidanza, con stime che suggeriscono un utilizzo fino al 65% delle donne incinte in tutto il mondo. Tuttavia, una quantità crescente di ricerche suggerisce …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | gravidanza, paracetamolo, bambini,

Fratture nei bambini più ostiche per colpa del Covid

La disabitudine all’attività fisica complica le cose

Fratture_5391.jpg

Tra i vari effetti negativi della pandemia va registrato anche il verificarsi nei bambini di fratture più difficili da trattare. Ciò avviene per via della disabitudine all’esercizio fisico e quindi di maggior lentezza di riflessi e di coordinazione.
Pasquale Guida, presidente del Congresso della Società italiana di Ortopedia e Traumatologia pediatrica (Sitop), spiega: “Da un raffronto dei dati tra il 2021, 2020 e 2008 abbiamo visto che il numero di fratture è rimasto pressoché uguale, ma è cambiato è il tipo di frattura. Prima erano più ‘semplici’, nel senso che l’osso si rompeva in due pezzi, magari perché il bambino cadeva dalle scale o giocava a pallone. Adesso invece le fratture sono più complesse, con l’osso spezzato in 2-3 frammenti, e avvengono in casa, perché si scivola o cade rovinosamente magari giocano a nascondino”.
“La cosiddetta generazione 2.0 – rileva Guida – è molto …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | fratture, Covid, bambini,