Kangaroo care, benefici fino a 20 anni dalla nascita

Le indicazioni nazionali della Società Italiana di Neonatologia

Neonati_7790.jpg

Un importante strumento per il neonato per superare il distacco dalla madre e per i genitori, che acquisiscono più fiducia ed autostima, consapevoli che stanno facendo qualcosa di positivo per il loro bambino: consigliata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la Kangaroo Care (KC), il contatto pelle a pelle tra mamma o papà e neonato, apporta numerosi vantaggi a breve e lungo termine, al neonato e alla sua famiglia.
In occasione della Giornata Mondiale della Kangaroo Care la Società Italiana di Neonatologia (SIN) mette in risalto l’estrema importanza di protocolli condivisi per la KC all’interno dei punti nascita, elementi strutturali che consentano di svolgere al meglio questa attività e la necessità di corsi di aggiornamento regolarmente ripetuti nel tempo per tutti gli operatori sanitari.
Il Gruppo di Studio sulla Care neonatale della SIN, che da diversi anni, svolge una …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | neonato, Kangaroo, mamme,

I benefici dell’acqua iperozonizzata

Potenzialità medicali riconosciute dalla comunità scientifica

Varie_6860.jpg

L’elenco è lungo. Viene usata per contrastare disturbi alla pelle, come eczemi, dermatiti, ulcere; per l’igiene della bocca, sia per prevenzione che in caso di infezioni; nel trattamento di cistiti e altri disturbi all’apparato urogenitale. E ancora, in caso di infezioni da Rhinovirus, infezioni agli occhi, disbiosi intestinale, mal di gola, per fare lavaggi nasali. L’acqua iperozonizzata insomma non è affatto “semplice acqua”. Eppure, intorno a questo rimedio c’è ancora scetticismo.
Nonostante rappresenti una pratica terapeutica ampiamente utilizzata in Italia e nel mondo, infatti, non sempre viene percepita come un rimedio medicale. Sarà che costa relativamente poco, che si può ottenere attraverso un apparecchio elettromedicale, oggi alla portata di tutti, o forse a far storcere il naso è il fatto che funzioni per contrastare tanti tipi di disturbi. La domanda sorge spontanea: come …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | gola, batteri, virus,

Ridere fa bene a corpo e mente

Meno infezioni e stress, più autostima e migliori relazioni sociali

Varie_14636.jpg

Ridere è un vero toccasana per la nostra salute e il nostro umore. La dott.ssa Luisa Anibaldi, psicoterapeuta, spiega perché ridere faccia bene sia a livello fisico che emotivo, svelando i 10 principali effetti benefici e suggerisce alcuni accorgimenti per favorire un atteggiamento positivo, che possa sfociare nel buonumore.
Da tempo è stato riscontrato che ridere apporta vantaggi sia a livello psicologico, aumentando il pensiero positivo, sia fisico, fungendo da antidolorifico naturale. Per questa ragione, la risata viene sempre più spesso utilizzata come parte integrante delle terapie per trattare patologie e malattie, applicata specialmente nei reparti pediatrici degli ospedali e nelle case di riposo per anziani. Ma cosa succede al corpo quando si ride? L’esperta commenta: “Si avvia un processo piuttosto complesso che coinvolge i muscoli, sia facciali che addominali, e la respirazione, …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | ridere, stress, ansia,

È vero che l’ananas fa dimagrire?

Tanti benefici legati al frutto ma è una leggenda popolare

Alimentazione_14613.jpg

Cominciamo col dire che mangiare ananas fa benissimo, ma non per il motivo che tutti conoscono, o credono di conoscere. L’ananas è un frutto povero di calorie – ne ha circa 40 ogni 100 grammi – e ricco di vitamina C, ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Aiuta la digestione e fa bene alle ossa perché ricco di manganese.
Tuttavia, va sfatata la convinzione popolare secondo cui l’ananas avrebbe l’effetto di bruciare i grassi. Questa sorta di leggenda popolare è nata dal fatto che il frutto contiene bromelina, sostanza associata in passato a un presunto effetto di contrasto dell’assorbimento dei grassi. In realtà, la bromelina è certo utile, ma serve a digerire meglio le proteine, tutt’altra funzione.
L’aspetto positivo è che l’ananas è un’ottima idea in caso di problemi di cellulite. …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | ananas, bromelina, dimagrire,

Quinoa proprietà, benefici, curiosità e una ricetta. 

Se sei un’amante dell’alimentazione sana non puoi non conoscere la quinoa. Probabilmente l’avrai utilizzata svariate volte. Ma sai davvero di cosa si tratta. 

Cos’è la quinoa?

La quinoa è quella che viene chiamata una proteina completa. Già vediamo la tua faccia stupita. Ebbene si, perché contiene tutti e nove gli amminoacidi che vanno assunti tramite alimentazione poiché non prodotti dall’organismo. 

Ricca di antiossidanti, fibre, minerali, proteine e amminoacidi, è perfetta per chi segue una dieta dimagrante, in quanto stimola i metabolismo. Inoltre è anche indicata per chi deve seguire una dieta priva di glutine. 

Quinoa 4 cose che dovresti sapere

Quanti tipi di quinoa esistono? Ci sono circa 120 varietà conosciute di quinoa,. I tipi più commercializzati sono la quinoa bianca, rossa e nera.

Come si cuoce la quinoa? Probabilmente dovresti sciacquare la  quinoa prima di cuocerla. I semi essiccati sono ricoperti da una patina che ha un sapore piuttosto amaro se non lo avessi lavi via prima.

Cos’è quel ricciolo bianco che fuoriesce una volta cotta? Il processo di cottura rilascia quella che sembra una “coda” riccia proveniente dal seme. Questo è in realtà il germe del seme, secondo il sito di Forberg, che si separa leggermente quando la tua quinoa è pronta

La quinoa è un cereale? Anche ti come noi probabilmente utilizzi la quinoa in sostituzione al riso. Tuttavia devi sapere che la quinoa da un punto di vista puramente botanico, è assimilabile a spinaci e dieta.  Come saprai, la parte comunemente utilizzata per l’alimentazione è il seme. 

Ricette a base di quinoa 

Siamo delle grandissime fan della quinoa e per questo oltre a sostituirlo al riso in alcune tipologie di insalate, abbiamo pensato di riproporla sotto un’altra veste.  Di seguito il link ad alcune ricette per cucinare la quinoa:

  • Happiness bowl di quinoa con avocado e mango
  • Proteine a go-go: Insalata proteica quinoa, ceci e cavolo
  • Hamburger vegetariano: quinoa e zucchine

SMA, la terapia genica migliora la vita dei bambini colpiti

I bambini hanno raggiunto o mantenuto misure importanti della funzione bulbare

Malattie ereditarie_7452.jpg

Nuovi dati confermano i benefici di onasemnogene abeparvovec, la prima e unica terapia genica per l’atrofia muscolare spinale (SMA, spinal muscular atrophy) che si somministra una sola volta nella vita.
Lo studio di fase III SPR1NT, a oggi completato, ha dimostrato che i bambini con tre copie del gene di backup SMN2 che sono stati trattati in modo pre-sintomatico hanno raggiunto traguardi motori appropriati alla loro età, inclusa la capacità di stare in piedi e di camminare. Inoltre, un’analisi descrittiva post-hoc degli studi clinici START, STR1VE-EU e STR1VE-US (n=65) ha indicato che, dopo il trattamento con onasemnogene abeparvovec, i bambini con SMA di tipo 1 hanno raggiunto o mantenuto importanti traguardi della funzionalità dei centri bulbari, inclusa la capacità di parlare, deglutire, soddisfare i fabbisogni nutrizionali e mantenere la protezione delle vie aeree. Queste …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Sma, atrofia, bulbari,

Cannabis utile nell’epilessia infantile

Ridotto il numero di crisi epilettiche mensili

Epilessia_7403.jpg

Uno studio apparso su BMJ Paediatrics Open segnala la possibile efficacia della cannabis per il trattamento dell’epilessia infantile. I dati relativi a 10 bambini riportano una riduzione dell’86% della frequenza mensile degli attacchi.
I bambini non avevano avuto benefici dai farmaci convenzionali e 2 di loro non avevano risposto neanche a un trattamento con un costituente della cannabis, il cannabidiolo.
I bambini coinvolti nello studio avevano fra 1 e 13 anni, mostravano diversi tipi di eziologia dell’epilessia e 3 di loro presentavano comorbilità multiple. In media, assumevano 7 farmaci antiepilettici convenzionali, ma dopo l’assunzione della cannabis la media è scesa a 1.
Ben 7 dei 10 bambini hanno smesso del tutto di assumere farmaci. L’assunzione media giornaliera di tetraidrocannabinolo e cannabidiolo è stata pari rispettivamente a 5,15 mg e 171,8. Solo un bambino ha ottenuto …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | epilessia, cannabis, bambini,

Pilates Reformer benefici, esercizi e costi

Il pilates reformer è una disciplina che ha preso piede negli ultimi anni anche in Italia. Il metodo di allenamento unisce la disciplina pilates ad un attrezzo che a prima vista sembra più uno strumento di tortura che altro.

In realtà l’allenamento con il pilates reformer presenta innumerevoli benefici ed è in grado di appassionare anche chi, come noi di Fitinhub, ha preferenze per attività ad alta intensità

Di seguito trovate alcune domande alle domande più comuni sul pilates reformer

A cosa serve il pilates reformer?

Come già sottolineato ha più benefici di quello che si possa immaginare. La lista è veramente lunga e include

  • una certa flessibilità muscolare
  • tonificazione del corpo
  • mobilità articolare
  • miglioramento della postura.

Tutti gli esercizi eseguiti sul reformer implicano l’attivazione costante dell’addome inteso come “core”. Insomma per pancia piatta e addominali da urlo (ma soprattutto funzionali) il pilates eseguito con il reformer è sicuramente una disciplina da prendere in considerazione.

Controllo del movimento e della respirazione sono senza dubbio i due pilastri fondanti dell’allenamento pilates sul reformer. E’ per tanto fondamentale, durante la lezione, la massima concentrazione nell’esecuzione degli esercizi in stretta correlazione con la respirazione.

Come cambia il corpo con il Pilates Reformer?

Questa tipologia di allenamento non è solamente è un esercizio di concentrazione e respirazione. Enormi benefici ne derivano anche per quanto riguarda l’aumento della forza muscolare. Se il vostro obiettivo estetico è quello di risultare armoniche longilinee (compatibilmente con la genetica del vostro corpo), potreste dargli sicuramente una chance. 

pilates reformer - fitinhub
pilates reformer – fitinhub

Quanto si dimagrisce con il pilates reformer?

Il presupposto è che non tutti bruciano ovviamente lo stesso numero di calorie. Il dato è, per qualsiasi disciplina, assolutamente personale. Dovendo comunque dare un range indicativo, una lezione di pilates con reformer può portare a bruciare dalle 250 alle 400 calorie. La differenza è data anche dal livello della classe a cui si partecipa. 

Quanto costa il reformer? 

I costi possono variare dai 2.000€ a 4.500€. In ogni caso se siete alle prime armi, vi conviene frequentare un corso, per iniziare a prendere confidenza con le tecniche di base per eseguire in maniera corretta l’allenamento.

Quanto costa il reformer?
Quanto costa il reformer? 

Come si usa il reformer?

Non c’è un modo univoco di utilizzare l’attrezzo reformer. E’ possibile infatti eseguire qualsiasi esercizio e movimento, modificandone l’intensità attraverso l’aumento della resistenza. Braccia, addome, schiena, glutei, femorali, nessun muscolo può sfuggire all’allenamento con il pilates reformer. Effettuando un test, posso dirvi che la parte del corpo che ha beneficiato maggiormente dell’allenamento è proprio la schiena. 

Quante volte è consigliato allenarsi con il reformer?

Anche in questo caso non c’è una vera e propria risposta. Diciamo che anche in questo caso esagerare non è mai consigliabile. Detto questo vi suggeriamo di ascoltare sempre il vostro corpo. In linea generale, comunque, se la disciplina è l’unico allenamento che si esegue nell’arco della settimana, sono consigliate 3 o 4 volte a settimana. Oppure potete optare per una lezione a settimana, se come me già vi allenate in palestra o fate altro tipo di allenamento. 

Dopo quanto tempo inizio a vedere i risultati?

Anche qui la domanda può avere una sola risposta: dipende. In linea generale, come per tutte le attività, occorre anche adeguare l’alimentazione. Tuttavia se vi allenate per circa 20 giorni un mese dovreste essere in grado già di notare qualche differenza.

 

TikTok Workout: la challenge 12/3/30 che spopola

Che i tiktok workout diventassero un trend, era solo questione di tempo. Dopo anni di predominio di Youtube, la neonata piattaforma social, inizia a diventare popolare tra i fitness lover del web e dei workout a casa. 

Tiktok workout challenge 12/3/30: di cosa si tratta?

La questione è molto più semplice di quello che si possa pensare. Infatti già immaginiamo le più integraliste del sollevamento pesi, storcere un pochino il naso. 

Si tratta di un workout realizzato interamente sul tapis roulant. Non solo sembra proprio essere a prova di pigra. 

Provando a cercare tra i tiktok workout l’hashtag #12330, vi troverete davanti ad una lista di video, la cui somma arriva a circa 70M di visualizzazioni e milioni di like.

La challenge prevedere il set up del tappeto ad una pendenza del 12% con velocità di 3 miglia (circa 5 km orari) per 30 minuti.

Molti dei commenti presenti sul video, sottolineano come questa tipologia di allenamento sia di forte motivazione per iniziare ad allenarsi. 

Sulla piattaforma sono inoltre presenti testimonianze di chi ha perso diversi chili con questo allenamento, con tanto di video “prima e dopo” a  riprova. 

Tiktok workout: benefici e rischi

Come tutti gli allenamenti, presentano benefici e rischi.

Tra i benefici:

  • Allenamento della parte bassa del corpo, con focus su gambe, glutei e polpacci. 
  • Miglioramento della salute del cuore
  • Permetterebbe di bruciare molte calorie

Tra i rischi:

  • Sovraccarico della zona lombare a causa dell’inclinazione. Si consiglia per tanto di prestare attenzione alla postura mentre si cammina
  • Ginocchia, fianchi e caviglie potrebbero essere stressate troppo. 

In generale i tiktok workout dovrebbero essere trattati come tutti gli altri workout che vi accingete a fare in assenza di trainer specializzati. In questo senso, vi ricordiamo come sempre, di verificare di essere sempre nelle condizioni di salute e fitness per poter eseguire l’allenamento. 

L’inquinamento aumenta il rischio di demenza

Ridurre lo smog ha un effetto benefico sul cervello

Varie_3179.jpg

Uno studio americano sostiene che la riduzione dei tassi di inquinamento ambientale ha l’effetto di ridimensionare il rischio di demenza. Lo studio, apparso su Proceedings of the National Academy of Sciences, è stato realizzato dai ricercatori della University of Southern California, che hanno coinvolto quasi 3.000 donne fra i 74 e i 92 anni.
Le donne, che non mostravano segni di demenza all’inizio dello studio, sono state sottoposte a test annuali di funzione cognitiva dal 2008 al 2018. Gli scienziati hanno creato dei modelli matematici per correlare le condizioni di salute delle donne con i livelli di inquinamento atmosferico presenti nelle aree in cui abitavano. È così emerso che nelle zone in cui si registrava una riduzione più rilevante dell’inquinamento da particolato fine (PM2,5) e da biossido di azoto (NO2) anche il rischio di sviluppare una demenza diminuiva.
I benefici del …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | demenza, inquinamento, particolato,