Cosa succede se mangio troppe proteine?

Chi va in palestra sa bene quanto sia importante l’intake giornaliero di proteine al fine di vedere risultati in termini di aumento di massa magra. Tuttavia, improbabili diete fai da te possono portare all’estremo questa necessità senza apportare reali benefici.

Cosa succede se mangio troppe proteine?

Le diete ad alto contenuto proteico possono essere indicate, sempre dopo una valutazione medica, per la perdita di peso principalmente nel breve termine. Un eccesso di proteine di solito viene processato dal corpo per diventare grasso corporeo. Nel lungo termine questo processo può portare all’accumulo di peso in eccesso, soprattutto se consumi più calorie nel tentativo di assumere più proteine.

Mangiare proteine in quantità eccessive vuol dire farlo a discapito di altri macronutrienti necessari per il corretto funzionamento del corpo, ad esempio i carboidrati e i cosiddetti grassi buoni. La regola generale è quella di alttenersi ad 1/3 dell’intake delle calorie giornaliere consumate derivate da proteine, e non superare 1 o 2 grammi di proteine per peso corporeo. Ovviamente, la regola è generica e può non essere valida per tutti.

Ci sono alcuni casi, ovviamente sempre su suggerimento di esperti certificati, in cui il rapporto può essere aumentato, tuttavia se mangiamo più proteine di quelle di cui abbiamo bisogno, ci esponiamo a rischi, quali:

Danni ai reni.  Un eccesso di proteine potrebbe causare danni ai reni in persone con patologie ai reni preesistenti

Diarrea o Costipazione. Nel caso dell’eccesso di proteine a discapito di altri macronutrienti nello specifico i carboidrati. L’ideale sarebbe variare le fonti di proteine e assumere le cosiddette proteine buone quali quelle derivate dal pesce e dalla frutta secca.

5 segnali non mangi abbastanza calorie

Ridurre le calorie è una parte fondamentale di quasi qualsiasi programma alimentare. Ma mentre tagliare un po’ può essere di beneficio alle tue forme e alla tua salute, tagliare un po’ troppo è deleterio.

Sei perennemente stanca

Non tutti fanno caso al fatto che le calorie equivalgono ad avere maggiori energie. Quando mangi poco è probabile che ti senta stanco molto prima rispetto al normale, o se hai problemi ad alzarti dal letto, anche dopo otto ore di sonno, fai caso a quello che metti nel piatto durante il giorno. Se è più difficile trascinarsi a fare tutte le attività quotidiane, è un altro indicatore che non soddisfi le esigenze di base del tuo corpo.

Gli allenamenti non sono efficaci

Se inizi a notare dei rallentamenti nei progressi in palestra, o piuttosto non riesci a performare nella stessa maniera di qualche tempo fa, è probabile tu debba rivedere la tua alimentazione.  Il consumo di alcuni carboidrati pre-allenamento e la sostituzione in seguito con una combinazione di proteine e carboidrati sosterrà il recupero. Che permettono al corpo di ripararsi e costruire il muscolo per aiutarti a vedere i risultati a lungo.

Non riesci a concentrarti 

Quando sei a corto di calorie (e di energia), la tua mente è annebbiata. Se con quelle 80 calorie, dello yogurt senza grassi a malapena riesci a sostenere la riunione del mattino a lavoro, aggiungi avena o noci per avere più resistenza. O varia con una colazione che fornisce un equilibrio di proteine, carboidrati complessi e grassi. Un uovo sul pane tostato integrale o anche un pezzo di frutta con un po’di burro di mandorle ti darà una spinta. Si chiama “cibo per il cervello” per una ragione.

Sei sempre affamata

Se sei costantemente affamato e irritabile, può essere un segno che non mangi abbastanza. Forse hai solo bisogno di pasti e spuntini sani ma un po’più consistenti. L’obiettivo dello stile alimentare healthy che suggeriamo, è un equilibrio di proteine, carboidrati complessi e grassi sani all’interno di calorie che deve fornire energia stabile nella giornata.

Non riesci ad attenerti al tuo piano

Se senti che è impossibile attenersi al tuo piano-dieta a basso contenuto calorico, non può essere solo una questione di forza di volontà. Potrebbe essere che non è il piano alimentare giusto per te. Anche un piccolo aumento di calorie può fartelo sentire più sostenibile. Idealmente, un’alimentazione che ti aiuta a raggiungere il tuo obiettivo dovrebbe guardare piuttosto a quello che ti aiuterà a mantenere il successo nel corso del tempo. Quando ti piace ciò che mangi  è molto più probabile che con quel tipo di alimentazione sana riuscirai a raggiungere i tuoi obiettivi di salute, anche a lungo termine.

Nutribiotica, la dieta amica dell’intestino

Cosa mangiare per il benessere intestinale

Diete_14302.jpg

La nutribiotica è l’alimentazione che sostiene il microbiota. Se nell’intestino ci sono pochi bifidobatteri, la dieta consigliata è ricca di alimenti come cicoria, cipolla, patate e cavoli perché contengono probiotici, sostanze non digeribili che formano il terreno di coltura idoneo a favorire la crescita di questa famiglia.

Se la carenza riguarda i lattobacilli, importanti soprattutto per l’intestino tenue, sono più adatti gli alimenti fermentati. La dieta nutribiotica comprende un elenco di alimenti per la colazione, il pranzo e la cena. Avere l’intestino a posto aiuta il miglior funzionamento del sistema immunitario. Del benessere dell’intestino abbiamo parlato con la dottoressa Carla Marzetti, microbiologa, Direttore Scientifico e fondatrice del Laboratorio Analisi Valsambro di Bologna.

Mandorle per un corpo tonico: proprietà e benefici per i tuoi muscoli

La frutta secca, se consumata in quantità adeguare, ha moltissimi benefici per la salute. Oggi parliamo delle mandorle. Quali sono i benefici e le proprietà di questo seme? A livello di fitness le mandorle aiutano nell’incremento della massa muscolare e non solo. Questa tipologia di frutta secca è ricca di proprietà benefiche per l’organismo, in particolare di magnesio utile per gestire lo stress dei muscoli. Scendiamo nei dettagli delle proprietà e dei benefici mandorle per chi pratica fitness.

Mandorle: proprietà e nutrienti

Le mandorle sono ricche di proprietà e nutrienti. Quali? Cominciamo con l’apporto calorico delle mandorle. Esse forniscono, per 30 grammi, 10 g di grassi monosaturi e 3 g di grassi polisaturi contenendo solo 1/2 g di grassi saturi; acido oleico, un acido grasso omega-9, che fornisce energia al corpo oltre ad avere un importante ruolo strutturale. Oltre a questo le mandorle sono ricche di vitamine del gruppo B e del gruppo E; contengono anche calcio e nutrienti utili al sistema cardiovascolare, in particolare il magnesio. Ma vediamo nello specifico i benefici mandorle ovvero tutti i vantaggi dati dal consumo di questa tipologia di frutta secca.

Benefici mandorle: nutrono muscoli e cervello

Le mandorle nutrono sia i muscoli che il cervello e non solo. Vediamo la lista di tutti i benefici mandorle:

  • abbassano i livelli di zucchero nel sangue poiché ricche di grassi, proteine e fibre sane ma povere di carboidrati;
  • riducono la pressione sanguigna per via dell’alta concentrazione di magnesio;
  • abbassano i livelli di colesterolo, ovvero prevengono l’ossidazione dannosa del colesterolo LDL. Questo processo può portare allo sviluppo di patologie cardiache;
  • danno un forte senso di sazietà e per questo sono indicate dai nutrizionisti come spuntino;
  • nell’ambito del fitness aiutano nella costruzione della massa muscolare; in 100 g di mandorle ci sono ben 22 g di proteine e amminoacidi fondamentali per l’integrità del tessuto muscolare;
  • sono ricche di antiossidanti. Questi nutrienti servono per proteggere il corpo dallo stress ossidativo che danneggia le molecole e contribuisce a infiammazione e invecchiamento dell’organismo.

Ricetta torta di mele energetica: il segreto sono gli albumi

“Una mela al giorno toglie il medico di torno”, dice uno dei proverbi italiani più famosi da nord a sud della penisola. E questo frutto, ricco di proprietà, si presta benissimo anche a diverse preparazioni in cucina. E chi dice che debbano essere per forza pietanze proibitive, per chi ci tiene a portare avanti un regime alimentare sano e a basso contenuto di grassi e zuccheri? La torta di mele energetica non a caso è detta anche “torta fit”, proprio perché light e ad alto tasso proteico, senza burro né olio, ideale per un pieno di energie a colazione e come preworkout per allenamenti ad alta intensità o cardio.

In questo modo si potrà affrontare al meglio la giornata senza appesantirsi, ma con gusto: il risultato, infatti, è una torta saporita, soffice e profumata. Ma attenzione a non esagerare con la porzione: quella consigliata è pari a circa 150kcal.

Ingredienti ricetta torta di mele energetica

  • 240 g albumi (corrispondono a 7 uova)
  • 100 g farina
  • 80 g zucchero di canna
  • 3 mele golden
  • 1 bustina lievito per dolci
  • succo e buccia di 1 limone
  • sale q.b.
  • cannella a piacere

Procedimento ricetta torta di mele energetica

  • Il primo passaggio riguarda la frutta. Le mele vanno tagliate a fettine sottili (senza togliere la buccia) e messe a riposare nel succo del limone, un modo per evitare che si scuriscano.
  • Nel frattempo si può procedere col resto degli ingredienti e mescolare in una ciotola la farina e il lievito setacciati, lo zucchero e la scorza grattugiata del limone precedentemente spremuto. Secondo il proprio gusto, si può aggiungere al composto anche della cannella, che si abbina perfettamente al gusto della mela, donando alla torta un gusto ancora più sfizioso. La dose consigliata è di due cucchiai.
  • Montare poi gli albumi con un pizzico di sale, fino a farli aumentare di volume, gonfiare e renderli spumosi e bianchi. Questo passaggio è importante perché da questo dipenderà la sofficità della torta.
  • Infine aggiungere gli albumi al composto precedente, mescolando dal basso verso l’alto.
  • Versare il tutto in una tortiera foderata con carta forno, livellando la superficie, su cui verranno poi poggiate le fettine di mele a mo’ di decorazione (con la buccia verso l’alto). Cuocere per circa mezz’ora a 180°, senza mai aprire il forno.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Una Di quelle poche cose da ricordare realmente 🤗 #fitinhub #fit #alimentifunzionali #alimentazionesana #alimentazione #mangiaresano #mangiarebene #dieta #dietasana #dietamediterranea #metabolismo #viverebene #informa #buongiorno #salernofit

Un post condiviso da Fit In Hub (@fitinhub) in data: 19 Set 2019 alle ore 11:11 PDT

 

 

Ricetta Pancake alla zucca

Siamo a settembre ed è tempo di zucca! La zucca è un ortaggio tipicamente autunnale con poche calorie ma ricco di carotenoidi, importanti precursori della vitamina A, di sali minerali e vitamina E. Si presta a tante preparazioni sia dolci che salate. In questo caso ho voluto utilizzarla come ingrediente dei pancake e provare a realizzare una colazione alternativa e super sana!

Ingredienti ricetta pancake alla zucca:

  • 150 gr di zucca
  • 150 gr di albumi
  • 80 gr di farina
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • 1/2 cucchiaino di lievito

 

Visualizza questo post su Instagram

 

La zucca è un ortaggio tipicamente autunnale con poche calorie ma ricco di carotenoidi, importanti precursori della vitamina A, di sali minerali e vitamina E. Si presta a tante preparazioni sia dolci che salate. In questo caso ho voluto utilizzarla come ingrediente dei pancake! Pancake alla zucca: 150 gr di zucca (cotta a vapore e poi schiacciata eliminando l’acqua in eccesso) 150 gr di albumi 80 gr di farina 1/2 cucchiaino di cannella 1/2 cucchiaino di lievito #ricettadelgiorno #nutrizionista #alimentazione #drvalentinapalladino #fitinhub #ricetta #ricettafacile #ricettafit #proteinpancakes #cucina #breakfast #colazione #alimentazionesana #alimentazionesportiva #nutrizionista #lericettedellanutrizionista #ricette #foodporn #pancakes #fitfood #fitfoodporn

Un post condiviso da Valentina Palladino (@dr_valentina_palladino) in data:

 

Come procedere per la preparazione del pancake alla zucca

  • In una pentola per la cottura a vapore, fai cuocere la zucca.
  • Una volta pronta schiacciala ed elimina tutta l’acqua in eccesso
  • Come per la normale procedura di realizzazione dei pancake, mescola farina e lievito
  • In un passaggio successivo aggiungi gli albumi, la cannella e infine la zucca
  • Dovrebbe uscire fuori un composto non liquido piuttosto denso
  • Metti un padellino sul fuoco e con un mestolo suddividi il composto versandolo per far cuocere i pancake.

Ecco quindi un modo naturale e creativo di utilizzare la zucca per la tua colazione. Prova la ricetta e facci sapere che ne pensi!

7 alternative per preparare il porridge d’avena se non ti piace il gusto o la consistenza

L’avena o anche il porridge di avena, è un grande classico delle colazioni di molte fitgirl. Con il suo basso contenuto glicemico, l’avena può essere utilizzato per preparazioni dolci o salate, rimanendo sempre un alimento dal grande gusto e della tante proprietà nutritive. Nonostante sia decantato da nutrizionisti e fitchef, l’avena e in particolare il porridge di avena può avere una consistenza non propriamente gradevole.

7 alternative per preparare il porridge d’avena se non ti piace il gusto o la consistenza

Frutta fresca e secca. Aggiungere pezzi di frutta fresca di stagione e frutta secca, ti aiuta senz’altro a bypassare la questione della consistenza. Mandorle, noci  e nocciole ti danno croccantezza, mentre la frutta di stagione aggiunge freschezza al piatto.

Frulla tutto e usalo nelle zuppe. Se proprio non digerisci la consistenza del porridge d’avena, puoi sempre frullare tutto e farne una zuppa. Puoi usarlo ad esempio in sostituzione della crusca di avena, per una zuppa vegetariana.

Burro di arachidi o burro di mandorle. Con l’aggiunta di burro di arachidi o burro di mandorle, rendi senz’altro il porridge più cremoso. Non siamo fan di questa consistenza, per tanto ti consigliamo, per provare, di scegliere un burro crunchy con pezzi di mandorla e arachidi.

Base per cheesecake. La fit cheese cake è un altro dei piatti forti della cucina dolce fit. Molto facile da fare, puoi utilizzarla non solo per la colazione, ma anche come dolce dopo pranzi o cene. Ti basta aggiungere lo yogurt e qualche pezzo di frutta fresca e il gioco è fatto. A breve pubblicheremo la ricetta.

Biscotti o barrette. Sempre con la base del porridge puoi aggiungere burro di arachidi o di mandorle con un cucchiaio di miele per far delle deliziose barrette. Magari aggiungi anche qualche goccia di cioccolato per una coccola extra

Cotto con cacao. Il cacao è ciò che rende ogni piatto dolce una vera e propria delizia. Puoi aggiungerlo mentre prepari il composto o a fine preparazione e mescolare, ti sembrerà di mangiare un budino

Overnight. Questo è il modo di preparare il porrdige che preferiamo: in una tazza aggiungi i fiocchi d’avena e latte di mandorle o cocco, aggiungi i semi di chia e lascia il tutto nel frigo per tutta la notte. Il mattino dopo, aggiungi mirtilli e qualche goccia di cioccolato e gustalo per colazione.

Ricetta con Albumi: Torta Fit Senza Lievito

Se sei alla ricerca di una ricetta con albumi, pronta in pochissimo tempo, fit, proteica, facilissima da preparare, morbidissima e senza lievito, sei nel posto giusto. Per preparare questa sofficissima torta fit (e anche proteica), ci sono voluti all’incirca 40 minuti, inclusa la preparazione. A dire la verità abbiamo impiegato più tempo per fare la spesa al supermercato.

La torta fit senza lievito, è l’ideale per uno spuntino goloso o per una colazione proteica, senza per questo farla necessariamente salata. Puoi accompagnarla ad un te’ verde o anche ad un bicchiere di latte di mandorle.

Ingredienti Ricetta con Albumi: Torta fit senza lievito

  • 75 gr di proteine in polvere alla vaniglia
  • 25 gr di farina di mandorle
  • mezza fialetta di aroma all’arancia (ma se preferisci puoi usare anche un’aroma alla vaniglia)
  • 160 gr di albumi
  • 1 uovo intero
  • 1 cucchiaio grande di miele (la quantità è indicativa, puoi dosare a tuo piacimento)

Come procedere

  • In una ciotola, mescola proteine in polvere e farina alle mandorle
  • Separatamente sbatti gli albumi e l’uovo intero
  • Combina i due composti e aggiungi un cucchiaio di miele (o anche meno se ti piace meno dolce) e l’aroma all’arancia
  • Ungi una teglia con olio di cocco oppure con un ungiteglia (lo trovi al supermercato)
  • Preriscaldare il forno a 180° e far cuocere per 20 minuti circa.
  • Puoi guarnire la torta con cioccolato bianco, cioccolato fondente o cannella

Colazione da fit girl: muffin proteici ai semi di chia

Condividiamo un’altra delle nostre idee per una sana colazione, muffin proteici semi di chia, dal sapore fantastico, che ti aiuteranno a raggiungere e mantenere i tuoi obiettivi di fitness. Se inizi la giornata con un pasto gustoso e sano, allora è molto probabile che continuerai con questa mentalità.
Per la prima colazione, si sa, possiamo avere una divertente varietà di alimenti. Amiamo personalmente i pancake, i muffi, le bowl e i frullati.  La prima colazione dovrebbe avere gli ingredienti giusti in esso per tenerti eccitata e attiva la punto giusto. Le proteine al mattino, ad esempio, sono fondamentali: per farti sentire sazia di carboidrati, con meno cibo. Inoltre, la ricarica di proteine è importante dopo l’allenamento per aiutarti nel recupero muscolare.
Per queste ragioni, le nostre opzioni per la colazione contengono sempre proteine!

Ingredienti per i muffin proteici ai semi di chia

Rende 5-6 muffin

  • 2 misurini di proteine in polvere
  • 60 gr farina di mandorle
  • mezzo cucchiaino di lievito
  • 80 gr albume d’uovo tazza
  • 80 gr latte di mandorle
  • 1cucchiaio di olio di oliva
  • 1 cucchiaio semi di chia
  • qualche goccia di cioccolato fondente

Indicazioni:

  1. Preriscalda il forno a 180 °. Mescola tutti gli ingredienti secchi. Aggiungi tutti gli ingredienti umidi, e mescola fino a che sono ben amalgamati.
  2. Il composto viene leggermente liquido.
  3. Unisci semi di chia e il cioccolato (che si depositerà sul fondo facendo una bella crosticina di cioccolato alla base), Spruzza una teglia da muffin con spray da cucina antiaderente o cartaforno, e poi versa il composto.
  4. Cuoci 12-15 minuti, fino a quando uno stuzzicadenti esce pulito.

Croccanti barrette proteiche con riso soffiato e burro di arachidi

Quando sei a corto di spuntini, ma in dispensa hai a portata di mano tutto quello che normalmente utilizzi per fare colazione, puoi essere creativa e preparare il tuo spuntino in pochissimi minuti, senza utilizzare il forno o cuocere nulla. Le barrette proteiche con riso soffiato ti daranno la carica per la tua giornata super impegnativa!

Ingredienti barrette proteiche con riso soffiato e burro di arachidi 

  • 100 gr di riso soffiato
  • 50 gr avena
  • 80 gr burro di arachidi
  • 3 cucchiai di miele
  • 3o gr di proteine in polvere (opzionali)

Come procedere

  • Metti riso e avena in forno per 5/8 min giusto il tempo che si tostino
  • Poi mescoli burro di arachidi miele e proteine
  • E poi aggiungi tutto
  • Stendi su carta forno e metti in frigo a riposare
  • Una volta pronto taglia il composto in rettangoli e utilizzali come spuntino.