Covid, meglio il vaccino di Moderna per gli immunosoppressi

Fa registrare dati migliori rispetto a Pfizer

Varie_13441.jpg

Per i pazienti immunosoppressi la scelta migliore in fatto di vaccini anti-Covid sembra essere il vaccino di Moderna, che mostra di indurre un’immunogenicità umorale più forte rispetto a Pfizer.
È il risultato di uno studio pubblicato su Jama Network Open da un team della Johns
Hopkins University School of Medicine di Baltimora guidato da Jonathan Mitchell, che spiega: «Gli individui immunosoppressi, come le persone con malattie reumatiche e muscoloscheletriche (RMD) e i destinatari di trapianti di organi solidi (SOTR), hanno una risposta immunitaria ridotta ai vaccini a mRNA contro SARS-CoV-2. Abbiamo confrontato i titoli anticorpali antispike dopo due dosi di questi vaccini in tale popolazione per meglio comprendere la situazione».
Sono stati analizzati 1.158 pazienti RMD e SOTR non risultati positivi a tampone e con 2 dosi di vaccino a mRna. 647 di loro hanno ricevuto Pfizer, …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | sostanze, chimiche, salute,

Cancro gastrico, immunoterapia utile anche senza metastasi

Aumenta le probabilità di eradicazione del tumore

Tumore gastrico_10832.jpg

Le probabilità di eradicare il cancro allo stomaco aumentano grazie all’utilizzo dell’immunoterapia, anche in assenza di metastasi. Lo afferma un nuovo studio pubblicato su Clinical Cancer Research da un team del Mayo Clinic Cancer Center.
Studi precedenti hanno dimostrato l’efficacia dell’immunoterapia nei pazienti colpiti da tumori dell’esofago e dello stomaco metastatici in stadio IV. Nei pazienti con questi tumori è stato dimostrato che l’immunoterapia prolunga la sopravvivenza quando il cancro mostra un’elevata espressione della proteina PD-L1. Tuttavia non c’erano dati sull’eventuale vantaggio per i pazienti con malattia non metastatica.
«L’attuale standard di cura per i pazienti con cancro gastroesofageo non metastatico prevede chemioterapia pre-operatoria più radioterapia, e successiva resezione chirurgica del cancro primario e dei linfonodi circostanti. Bisogna tenere conto …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | cancro, stomaco, immunoterapia,

La lidocaina funziona contro l’emicrania

Lo dimostra uno studio su persone che non rispondono ai trattamenti

Mal di testa_8783.jpg

In caso di emicrania cronica resistente a ogni trattamento può essere utile la lidocaina. A rivelare la possibile efficacia dell’anestetico locale è uno studio della Thomas Jefferson University di Philadelphia pubblicato su Regional Anesthesia & Pain Medicine.
Gli autori, guidati da Eric Schwenk, hanno analizzato le cartelle cliniche di 609 pazienti ricoverati con emicrania cronica refrattaria e trattati con infusioni di lidocaina. I pazienti inclusi nell’analisi avevano manifestato almeno 8 giorni di cefalea debilitante al mese per almeno 6 mesi e non avevano risposto alle diverse classi di farmaci disponibili per l’emicrania.
I soggetti hanno ricevuto infusioni di lidocaina e altri trattamenti farmacologici per l’emicrania. Nella maggior parte dei casi (87,8%) è stato registrato un sollievo dal dolore. Al momento del ricovero, la valutazione del dolore data dai pazienti era in media …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | lidocaina, emicrania, dolore,

Continua il calo dei parametri, tasso al 10 per cento

Ora è il momento di essere responsabili, non è liberi tutti

Varie_14317.jpg

I nuovi casi sono 20.322.
I decessi sono 94, portando il totale a 166.335.
I tamponi sono 203.607, per un tasso di positività del 10%, in calo rispetto al 10,2% di ieri.
I ricoverati sono 5.782 (-187), mentre le terapie intensive scendono a 262 (-9), con 22 nuovi ingressi.
Scende l’incidenza settimanale dei casi di Covid-19 a livello nazionale: 375 ogni 100.000 abitanti, contro 458 ogni 100.000 abitanti della settimana precedente. Stabile l’indice di trasmissione Rt: nel periodo 27 aprile-10 maggio 2022, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,89.
I vaccinati sono 48.611.043, il 90,1% dei cittadini sopra i 12 anni, mentre il 91,4% ha avuto almeno la prima dose. Oltre 39 milioni di persone hanno ricevuto la terza dose.
I bambini immunizzati con la prima dose sono al momento 1.386.525, il 37,9% della fascia 5-11 anni.
In totale, sono state somministrate …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

I cibi che cancellano la stanchezza

Alimenti su cui puntare per contrastare il senso di fatica

Alimentazione_14665.jpg

Il cambio di stagione è stato improvviso, con l’arrivo di temperature molto elevate che hanno fiaccato le nostre energie. Per contrastare questa tendenza, possiamo però operare scelte intelligenti a tavola.
“Barbabietola, zafferano e mele annurche sono alcuni ingredienti su cui puntare, vanno invece evitati cibi che affaticano perché difficili da digerire, come formaggi fermentati, insaccati, bistecche alla griglia, grassi animali”, spiega all’Adnkronos Salute Ciro Vestita, medico nutrizionista e fitoterapeuta.
Un aiuto può venire anche dal ginseng, da assumere in capsule al mattino. “Non ci sono cibi miracolosi ma sicuramente in questa fase vanno necessariamente evitati cibi che aggravano la stanchezza, come le preparazioni troppo ricche di grassi ed elaborate”.
Fra gli alimenti amici c’è sicuramente la mela annurca, ricca di sali minerali quali silicio, zinco e magnesio, tutti …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | energia, cibi, mela,

Tumore del colon, il peso è un fattore di rischio

L’eccesso di peso cumulativo negli anni aumenta le probabilità

Colon_10457.jpg

Essere in sovrappeso in maniera continuativa nel corso della vita pone in una condizione di maggior rischio per l’eventuale insorgenza del cancro del colon retto. A dimostrarlo sono i dati di uno studio pubblicato su Jama Oncology da un team del German Cancer Research Center di Heidelberg.
Gli scienziati tedeschi hanno evidenziato un nesso fra il numero ponderato di anni vissuti con sovrappeso o obesità (WYO) e il rischio di sviluppare un cancro del colon-retto nel corso della vita. In particolare, l’odds ratio (OR) è raddoppiato, passando da 1,25 (IC al 95% 1,09-1,44) a 2,54 (IC al 95% 2,24-2,89) dal primo all’ultimo quartile del WYO rispetto ai pazienti che avevano un peso corporeo compreso nel range di normalità. Per ogni incremento di deviazione standard (SD) degli anni in WYO, si è registrato un aumento del rischio di sviluppare un tumore del colon-retto del 55% (OR aggiustato 1,55; …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | colon, tumore, peso,

Meno di 6.000 ricoveri, in calo i contagi

Ora è il momento di essere responsabili, non è liberi tutti

Varie_14317.jpg

I nuovi casi sono 22.438.
I decessi sono 114, portando il totale a 166.241.
I tamponi sono 220.101, per un tasso di positività del 10,2%, in calo rispetto all’11,1% di ieri.
I ricoverati sono 5.969 (-288), mentre le terapie intensive scendono a 271 (-19), con 22 nuovi ingressi.
Scende l’incidenza settimanale dei casi di Covid-19 a livello nazionale: 375 ogni 100.000 abitanti, contro 458 ogni 100.000 abitanti della settimana precedente. Stabile l’indice di trasmissione Rt: nel periodo 27 aprile-10 maggio 2022, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,89.
I vaccinati sono 48.611.043, il 90,1% dei cittadini sopra i 12 anni, mentre il 91,4% ha avuto almeno la prima dose. Oltre 39 milioni di persone hanno ricevuto la terza dose.
I bambini immunizzati con la prima dose sono al momento 1.386.525, il 37,9% della fascia 5-11 anni.
In totale, sono state …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Gli esercizi per ridurre i dolori mestruali

Combattere i dolori e contrastare il grasso addominale

Varie_5548.jpg

La sindrome premestruale può avere diversi sintomi, che variano da donna a donna. Ma spesso uno dei più comuni è il dolore pelvico che può essere alleviato con appositi esercizi fisici. Il “gatto”, i rolli laterali e la “farfalla” sono i tre esercizi che non possono mancare e a cui se ne possono aggiungere anche altri se – oltre al dolore pelvico – vogliamo contrastare i chili di troppo (soprattutto se concentrati nella parte addominale). Ma in cosa consistono questi esercizi?
E quali sono, nello specifico, quelli che ci aiutano a combattere i chili di troppo (oltre il tanto fastidioso dolore pelvico)?
Ce li spiega la dott.ssa Missori, autrice di “Il reset ormonale: dal ciclo alla menopausa senza stress” (Edizioni Lswr). Il libro è il testo di riferimento essenziale per chi soffre di sindrome premestruale, endometriosi, ovaio policistico, dominanza estrogenica e menopausa, offrendo …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | esercizi, dolore, mestruale,

Covid, nuovo anticorpo abbatte il rischio

Una singola dose offre una protezione duratura

Varie_13191.jpg

I pazienti fragili devono essere protetti contro il Covid-19, anche grazie alla prima opzione farmacologica che consente di prevenire i sintomi del virus diversa dai vaccini: una combinazione di anticorpi monoclonali.
Si fa riferimento a persone, in particolare quelle con sistema immunitario compromesso, che potrebbero non sviluppare una risposta adeguata ai vaccini contro il virus. Inoltre, in caso di infezione, sono a maggior rischio di esiti negativi da Covid-19, perché la loro capacità naturale di combattere gli agenti patogeni è più bassa. In Italia, dallo scorso febbraio, è disponibile una combinazione di anticorpi monoclonali a lunga emivita che ha dimostrato di ridurre dell’83% il rischio di sviluppare la malattia in forma sintomatica, con una protezione che continua per almeno sei mesi dopo una sola dose. Si riscontrano però differenze regionali nell’accesso dei pazienti a …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Covid, anticorpo, rischi,

Nuovo test per riconoscere l’HLH secondaria

Si aprono nuove prospettive per la rara malattia infiammatoria

Malattie autoimmuni_9981.jpg

Un semplice esame di laboratorio in grado di diagnosticare e predire la gravità della linfoistiocitosi emofagocitica (HLH) secondaria, una rara e grave sindrome iperinfiammatoria, fino a oggi molto difficile da riconoscere. Questo è ora possibile grazie allo studio condotto dal Bambino Gesù che ha individuato una sottopopolazione di linfociti T che è molto aumentata nei pazienti con HLH secondaria ed è in grado di distinguere tali pazienti da quelli con malattie autoinfiammatorie. «Una scoperta che ha implicazioni cliniche rilevanti che cambieranno la diagnosi e la gestione dei pazienti con varie forme di HLH», spiega il dottor Fabrizio De Benedetti, responsabile di Reumatologia dell’Ospedale e corresponding author della ricerca. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Blood.
La linfoistiocitosi emofagocitica (HLH) è una malattia caratterizzata da un’eccessiva …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | HLH, test, linfoistiocitosi,