Decessi stabili, risalgono i ricoveri

Ormai nel pieno della seconda ondata. Rimanete a casa, è ora di capirlo

Varie_14317.jpg

Calano sotto i 10.000 i nuovi casi di contagio (8.824). Si tratta del fisiologico calo relativo ai dati della domenica, tanto che il numero dei tamponi cala a 158.674 (quasi la metà sono antigenici rapidi) e il tasso di positività è al 5,6%.
I morti sono esattamente gli stessi di ieri, 377, il che porta il totale a 82.554.
Dopo 5 giorni di riduzione, i ricoveri tornano a salire: sono 22.884 quelli generali (+127) e 2.544 quelli in terapia intensiva (+41).
Dal 17 gennaio è in vigore il nuovo Dpcm che suddivide di nuovo in 3 fasce le regioni italiane, a seconda del livello di diffusione del contagio. C’è tuttavia una stretta sui parametri che portano a un aggravamento delle restrizioni. Con un Rt di 1 si passa automaticamente in zona arancione, mentre prima era necessario un Rt di 1,25.
L’unica novità prevista dal Dpcm è l’istituzione di una zona bianca dove le uniche restrizioni …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Contagi e decessi stabili, ancora in calo i ricoveri

Ormai nel pieno della seconda ondata. Rimanete a casa, è ora di capirlo

Varie_14317.jpg

16.310 i nuovi casi di contagio, mentre il totale dei tamponi, compresi quelli rapidi, è di 260.704. Il tasso di positività è quindi del 6,3%.
I morti sono 475, per un totale di 81.800.
I ricoverati sono in tutto 22.784, con un calo di 57, mentre le terapie intensive sono 2.520, facendo segnare un calo di 2 posti letto.
Per quanto riguarda i vaccini, il portale del governo – che si aggiorna di solito durante la notte – segnala l’utilizzo di 1.085.221 dosi, il 77% di quelle consegnate da Pfizer. Fra i paesi più grandi in Europa, l’Italia è al primo posto per numero di vaccini somministrati.
Il punto centrale del decreto per le feste di Natale è l’istituzione di una zona rossa nazionale nei festivi e nei prefestivi. Non ci si potrà spostare fra comuni diversi, con l’eccezione dei comuni con meno di 5.000 abitanti. È prevista la deroga per la riunione con 2 non conviventi nei …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Tamponi rapidi nel totale. 1 milione di vaccinati

Ormai nel pieno della seconda ondata. Rimanete a casa, è ora di capirlo

Varie_14317.jpg

Per la prima volta vengono conteggiati nel totale anche i tamponi rapidi antigenici. Ciò fa sì che il tasso di positività crolli al 5,9% e il numero totale dei test arrivi a 273.506.
Le persone positive sono 16.146, per un totale di 2.352.423, mentre i decessi scendono a 477, portando il totale a 81.325.
I ricoverati sono in tutto 22.841, con un calo di 269, mentre le terapie intensive sono 2.522, facendo segnare un calo di 35 posti letto.
Per quanto riguarda i vaccini, il portale del governo – che si aggiorna di solito durante la notte – segnala l’utilizzo di 1.002.044 dosi, il 71,1% di quelle consegnate da Pfizer. Fra i paesi più grandi in Europa, l’Italia è al primo posto per numero di vaccini somministrati.
Il punto centrale del decreto per le feste di Natale è l’istituzione di una zona rossa nazionale nei festivi e nei prefestivi. Non ci si potrà spostare fra comuni …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Crescono i contagi, ancora giù i ricoveri

Ormai nel pieno della seconda ondata. Rimanete a casa, è ora di capirlo

Varie_14317.jpg

Ci sono 17.246 nuovi casi di contagio oggi su un totale di 160.585 tamponi, il che produce un tasso di positività del 10,7%.
I decessi sono in linea con quelli di ieri, 522, per un totale di 80.848 vittime dall’inizio della pandemia.
I ricoverati sono in tutto 23.110, con un calo di 415, mentre le terapie intensive sono 2.557, facendo segnare un calo di 22 posti letto.
Per quanto riguarda i vaccini, il portale del governo – che si aggiorna di solito durante la notte – segnala l’utilizzo di 896.498 dosi, il 63,6% di quelle consegnate da Pfizer. Fra i paesi più grandi in Europa, l’Italia è al primo posto per numero di vaccini somministrati.
Il punto centrale del decreto per le feste di Natale è l’istituzione di una zona rossa nazionale nei festivi e nei prefestivi. Non ci si potrà spostare fra comuni diversi, con l’eccezione dei comuni con meno di 5.000 abitanti. È prevista la …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Cala il tasso di positività. Più di 80.000 morti

Ormai nel pieno della seconda ondata. Rimanete a casa, è ora di capirlo

Varie_14317.jpg

Continua a scendere il tasso di positività, oggi si ferma al 9%. Risultato di 175.429 tamponi che hanno riscontrato la positività in 15.774 persone.
I decessi calano a 507, ma il totale va ormai oltre le 80.000 vittime (80.326).
I ricoverati sono in tutto 23.525, con un calo di 187, mentre le terapie intensive sono 2.636, facendo segnare un calo considerevole di 57 posti.
Per quanto riguarda i vaccini, il portale del governo – che si aggiorna di solito durante la notte – segnala l’utilizzo di 800.730 dosi, il 56,9% di quelle consegnate da Pfizer. Fra i paesi più grandi in Europa, l’Italia è al primo posto per numero di vaccini somministrati.
Il punto centrale del decreto per le feste di Natale è l’istituzione di una zona rossa nazionale nei festivi e nei prefestivi. Non ci si potrà spostare fra comuni diversi, con l’eccezione dei comuni con meno di 5.000 abitanti. È prevista la …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Aumentano di nuovo i morti. Italia prima nelle vaccinazioni

Ormai nel pieno della seconda ondata. Rimanete a casa, è ora di capirlo

Varie_14317.jpg

Sono 14.242 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore. I tamponi sono 141.641, il che produce un tasso di positività del 10%.
I decessi salgono a 616, per un totale di 79.819. I ricoveri sono 23.712, 109 più di ieri, mentre le terapie intensive scendono di 6 arrivando a 2.636.
Per quanto riguarda i vaccini, il portale del governo – che si aggiorna di solito durante la notte – segnala l’utilizzo di 752.608 dosi, il 75,8% di quelle consegnate da Pfizer. Fra i paesi più grandi in Europa, l’Italia è al primo posto per numero di vaccini somministrati.
Il punto centrale del decreto per le feste di Natale è l’istituzione di una zona rossa nazionale nei festivi e nei prefestivi. Non ci si potrà spostare fra comuni diversi, con l’eccezione dei comuni con meno di 5.000 abitanti. È prevista la deroga per la riunione con 2 non conviventi nei giorni di festa. Nel computo non rientrano i …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Aumentano i ricoveri. 1 italiano su 100 è vaccinato

Ormai nel pieno della seconda ondata. Rimanete a casa, è ora di capirlo

Varie_14317.jpg

Sono 12.532 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore. I tamponi sono 91.656, il che produce un tasso di positività al 13,7%.
I decessi si fermano a 448, per un totale di 79.203. I ricoveri sono 23.603, 176 più di ieri, mentre le terapie intensive crescono di 27 arrivando a 2.642.
Per quanto riguarda i vaccini, il portale del governo – che si aggiorna di solito durante la notte – segnala l’utilizzo di 654.362 dosi, il 71,2% di quelle consegnate da Pfizer.
Permane la disomogeneità a livello regionale: la Campania ha esaurito le scorte a disposizione, mentre la Lombardia è molto indietro con appena il 45% di dosi utilizzate.
Negli ultimi giorni, l’Italia è riuscita a vaccinare più persone della Germania ed è prima nella graduatoria europea fra i paesi più grandi.
Il punto centrale del decreto per le feste di Natale è l’istituzione di una zona rossa nazionale nei festivi e nei …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Aumentano i ricoveri, decessi in riduzione

Ormai nel pieno della seconda ondata. Rimanete a casa, è ora di capirlo

Varie_14317.jpg

Sono 18.627 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore. I tamponi sono 139.758, il che produce un tasso di positività al 13,3%.
I decessi si fermano a 361, per un totale di 78.755. I ricoveri sono 23.427, 167 più di ieri, mentre le terapie intensive crescono di 22 arrivando a 2.615.
Per quanto riguarda i vaccini, il portale del governo – che si aggiorna di solito durante la notte – segnala l’utilizzo di 589.798 dosi, il 64,2% di quelle consegnate da Pfizer.
Permane la disomogeneità a livello regionale: la Campania è quella che fa meglio con oltre 60.000 dosi iniettate e una percentuale superiore all’89%, mentre la Lombardia è molto indietro con appena il 38% di dosi utilizzate.
Negli ultimi giorni, l’Italia è riuscita a vaccinare più persone della Germania ed è prima nella graduatoria europea fra i paesi più grandi.
Il punto centrale del decreto per le feste di Natale è …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Calano i morti. L’Italia vaccina più degli altri

Ormai nel pieno della seconda ondata. Rimanete a casa, è ora di capirlo

Varie_14317.jpg

Sono 19.978 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore. I tamponi sono 172.119, il che produce un tasso di positività in calo all’11,6%.
I decessi si fermano a 487, per un totale di 78.394. I ricoveri sono 23.260, 53 in meno di ieri, mentre le terapie intensive crescono di 6 arrivando a 2.593.
Per quanto riguarda i vaccini, il portale del governo – che si aggiorna di solito durante la notte – segnala l’utilizzo di 555.855 dosi, il 60,5% di quelle consegnate da Pfizer.
Permane la disomogeneità a livello regionale: il Veneto è quella che fa meglio con oltre 63.000 dosi iniettate e una percentuale superiore all’81%, mentre la Lombardia è molto indietro con appena il 36% di dosi utilizzate.
Negli ultimi giorni, l’Italia è riuscita a vaccinare più persone della Germania ed è prima nella graduatoria europea fra i paesi più grandi.
Il punto centrale del decreto per le feste di …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Covid, il plasma iperimmune funziona o no?

Studi giungono a conclusioni contraddittorie

Varie_8740.jpg

Il plasma iperimmune per il trattamento di Covid-19 ha un effetto positivo oppure no? È quanto si domandano i ricercatori, che hanno portato a termine diversi studi giungendo a conclusioni non univoche.
L’ultimo studio in ordine di tempo è stato pubblicato sul New England Journal of Medicine da un team della Vanderbilt University di Nashville guidato da Fernando Polack.
Secondo la ricerca, la terapia funzionerebbe soltanto se somministrata entro i primi 3 giorni dalla diagnosi e in assenza di sintomi. Allo studio hanno preso parte 160 pazienti sopra i 65 anni, metà dei quali ha ricevuto il plasma e l’altra metà il placebo. Nel gruppo trattato il rischio di malattia grave è diminuito del 48%.
“Dare il plasma troppo tardi – spiega Polack – è come permettere a un ladro di saccheggiare una casa per ore prima di chiamare la polizia. Mentre una somministrazione precoce può limitare …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, trasfusioni, sangue,