I benefici del parto in acqua


Ma molti esperti non sono d’accordo

Uno studio pubblicato su BMJ Open evidenzia i benefici collegati con il parto in acqua sia per la mamma che per il bambino. Si evidenzia una minor necessità di intervenire e un numero inferiore di complicazioni durante e dopo il parto rispetto alle cure standard, oltre a livelli di soddisfazione più alti.
«L’immersione in acqua offre benefici per la madre e il neonato, se effettuata in ambito ospedaliero, e può essere considerata un intervento a bassa tecnologia per migliorare la qualità e la soddisfazione delle cure. Si tratta di un metodo efficace per ridurre il dolore durante il travaglio, senza aumentare il rischio», spiega Ethel Burns della Oxford Brookes University, nel Regno Unito, prima autrice del lavoro.
Il parto in acqua prevede l’uso di una vasca per rilassarsi durante il travaglio. La donna può decidere di partorire fuori dalla vasca o di rimanere dentro anche per il …  (Continua) leggi la 2° pagina Parto, acqua, infezioni,

Drenante per sgonfiare: funziona davvero?

Il drenante per sgonfiare è senz’altro un topic che raggiunge il picco del numero di conversazioni online prima e durante il periodo estivo. Ma cerchiamo di capire di cosa parliamo quando parliamo di drenante per dimagrire. 

Cos’è il drenante per sgonfiare?

Che si tratti di eliminazione dei liquidi in eccesso o semplice volontà di sbarazzarsi della buccia d’arancia, il drenante per dimagrire è considerato a tutti gli effetti un integratore. La sua azione si concentra principalmente sul sistema linfatico a cui si aggiunge un’azione depurativa che favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso tramite diuresi.

Come sempre, vi suggeriamo di rivolgervi in primis ad uno specialista per capire il livello di problematica presente e di conseguenza comprendere quale tipologia di prodotto è più adatto alle vostre specifiche e individuali esigenze.

Quanti chili si perdono con il drenante per sgonfiare?

Esiste, come di voi senz’altro sapranno, la cosiddetta Dieta Drenante. Tuttavia l’inizio di un percorso di perdita di peso in eccesso, dovrebbe essere consigliato solo ed esclusivamente da uno specialista. Per tanto ti suggeriamo di non focalizzarti solo ed esclusivamente sul dimagrimento quando ti accingi ad utilizzare un integratore drenante. 

Quali sono gli integratori drenanti per sgonfiare naturali?

Come sempre capita la natura è nostra amica. Esistono infatti in natura degli alimenti che possono essere considerati dei drananti naturali, proprio per le loro caratteristiche. Vediamo quali sono i più comuni.

  • Ananas. In estate è un must. Con questo non vogliamo dire di andare di Pina Colada tutte le sere. Tuttavia l’ananas contiene la bromelina e ha una serie di proprietà depurative.
  • Aloe Vera. La piata delle mille proprietà e benefici. Sembra che tra le sue caratteristiche principali ci siano quella di depurare e sgonfiare. 
  • Ortica e betulla. Quante di voi preparano infusi con queste due erbe? Se siete nel club, allora sapete di certo che azione depurativa, drenante e diuretica sono le caratteristiche fondamentali. 

La lista sarebbe da continuare anche con tarassaco, spirulina, finocchio e tè verde. 

Drenante per sgonfiare: funziona davvero?
Drenante per sgonfiare: funziona davvero?

Per quanto riguarda i drenanti confezionati?

Anche quando si tratta di prodotti confezionati, si può pensare a prodotti che abbiano una buona riuscita in termini di risultati. Ecco in nostri preferiti.

  • L’Angelica Integratore Drenante Anticellulite con Gambo d’Ananas, Favorisce la Digestione, Contrasta la Ritenzione Idrica e gli Inestetismi della Cellulite, 12 Bustine https://amzn.to/3O6NPOa
  • Goovi GIVE ME DETOX Linfa Donna Integratore Alimentare Azione drenante, Formato da 50 ml https://amzn.to/3aQQptz
  • Yamamoto Research Diuricell Arancia e Limone – 1000 ml https://amzn.to/3Q8Wxxt 

Vanessa Incontrada ancora vittima di body shaming

Il body shaming su Vanessa Incontrada sembra essere diventato ormai sport nazionale. Ebbene si perché sui social, quando si è un personaggio pubblico che sceglie liberamente di vivere la propria, si possano subire attacchi per una cosa e nello stesso momento per la cosa diametralmente opposta.

Ci spieghiamo meglio.

Vanessa Incontrada ancora vittima di body shaming

Tutto ha inizio qualche giorno fa quando Vanessa Incontrada ha postato una foto su Instagram, mentre beatamente corre, si allena e si incoraggia con un: “Avanti tuttaaaaaaa 👍👍😊😊

Sembra che siano arrivate una serie di critiche che hanno determinato una sorta di body shaming al contrario. Le critiche sono arrivate proprio sul fatto che la conduttrice si stesse allenando. Ovviamente non sono mancanti messaggi di incoraggiamento, di stima e di apprezzamento. Che in verità sono la stragrande maggioranza. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vanessa Incontrada (@vanessa_incontrada)

Tuttavia quel brutto vizio di dover sempre dare la propria opinione, non viene mai perso anzi come ormai sempre succede, utilizzato largamente a sproposito. 

Pochi giorni dopo, ill giornale di gossip Nuovo, così come riportato da Repubblica, ha pubblicato degli scatti rubati da un fotografo in spiaggia a Follonica, sempre della conduttrice Spagnola. Ovviamente gli scatti di per sé sfiorano il bodyshaming e ci chiediamo se non sia appunto diventato uno sport nazionale quello di “giocare” con la fisicità delle persone, stare sempre lì in una maniera o in un’altra a puntare il dito.

La polemica che ci porta a riflettere

Tutta questa polemica contro Vanessa Incontrada ci porta a riflettere. Siamo un magazine di fitness, che spesso pone l’accento su una parte del corpo piuttosto che di un’altra. Ma questo non toglie il fatto che ognuna di noi debba sentirsi libera di esprimere se stessa, sui social come nella vita reale. 

Che si tratti di corpi statuari piuttosto che morbidi e sinuosi, ogni donna dovrebbe potersi sentire bene nella propria pelle senza dover necessariamente rientra nei ranghi di uno stereotipo piuttosto che di un altro. 

E tu che ne pensi? 

Gli esercizi per ridurre i dolori mestruali

Combattere i dolori e contrastare il grasso addominale

Varie_5548.jpg

La sindrome premestruale può avere diversi sintomi, che variano da donna a donna. Ma spesso uno dei più comuni è il dolore pelvico che può essere alleviato con appositi esercizi fisici. Il “gatto”, i rolli laterali e la “farfalla” sono i tre esercizi che non possono mancare e a cui se ne possono aggiungere anche altri se – oltre al dolore pelvico – vogliamo contrastare i chili di troppo (soprattutto se concentrati nella parte addominale). Ma in cosa consistono questi esercizi?
E quali sono, nello specifico, quelli che ci aiutano a combattere i chili di troppo (oltre il tanto fastidioso dolore pelvico)?
Ce li spiega la dott.ssa Missori, autrice di “Il reset ormonale: dal ciclo alla menopausa senza stress” (Edizioni Lswr). Il libro è il testo di riferimento essenziale per chi soffre di sindrome premestruale, endometriosi, ovaio policistico, dominanza estrogenica e menopausa, offrendo …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | esercizi, dolore, mestruale,

Stress in gravidanza e rischio di problemi cognitivi

Studio rivela il legame fra le condizioni

Gravidanza_8310.jpg

Lo sviluppo cerebrale del feto è influenzato dalla presenza di ansia, depressione e stress durante la gravidanza. A confermarlo è uno studio pubblicato su Jama Network Open da un team del Children’s National Hospital di Washington DC.
Una condizione di stress e/o depressione e ansia fra le donne incinte ha l’effetto di ridurre lo sviluppo cognitivo del cervello del feto a 18 mesi.
«Indipendentemente dallo stato socio-economico, circa una donna incinta su quattro soffre di sintomi legati allo stress, la complicanza più comune della gravidanza. Questo è il primo studio a far luce su un importante legame tra lo sviluppo alterato del cervello fetale in utero e le conseguenze dello sviluppo cognitivo a lungo termine per i feti esposti a livelli elevati di stress durante la gravidanza», afferma Catherine Limperopoulos, autrice senior del lavoro.
Lo studio ha preso in esame 97 donne …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | gravidanza, stress, feto,

Enuresi notturna, le aritmie come possibile causa

Studio ipotizza il ruolo della disfunzione cardiaca

Varie_8154.jpg

Uno studio israeliano ipotizza che le aritmie cardiache possano svolgere un ruolo fondamentale nell’insorgenza dell’enuresi notturna. La ricerca, pubblicata su Heart Rhythm da scienziati dell’Università di Tel Aviv, è firmata da Sami Viskin, che spiega: «Se un individuo di norma continente sperimenta uno o più episodi di enuresi notturna, il medico in genere si orienta verso una diagnosi differenziale tra infezioni urinarie, malformazioni anatomiche, disturbi emotivi, epilessia, apnea notturna ed effetti di farmaci diuretici o sedativi».
A suggerire di indagare in profondità su un eventuale nesso con la disfunzione cardiaca è stato il caso di una morte improvvisa per sindrome del QT lungo di una donna di 23 anni che aveva avuto due episodi isolati di enuresi notturna, senza alcun altro sintomo: «Colpiti da questo evento abbiamo svolto un sondaggio anonimo su Internet chiedendo ai medici …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | enuresi, aritmie, cuore,

Pillole abortive, non serve ritardarne l’assunzione

Inutile nell’attesa di escludere una gravidanza extrauterina

Gravidanza_8147.jpg

Uno studio pubblicato su Obstetrics & Gynecology da ricercatori del Brigham and Women’s Hospital ha analizzato la sicurezza e l’efficacia delle pillole abortive a base di mifepristone e misoprostolo.
I ricercatori hanno scoperto che la somministrazione precoce è non solo sicura, ma aiuta anche la donna a capire se il concepimento sia o meno extrauterino prima dell’ecografia.
«L’associazione di mifepristone e misoprostolo è molto efficace nel causare un aborto precoce, ma prima della somministrazione vengono di solito eseguiti dosaggi ripetuti della gonadotropina corionica umana (hCG), un ormone prodotto in gravidanza, e una o più ecografie per escludere l’impianto extrauterino di un ovulo fecondato», spiega la coautrice Alisa Goldberg del Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia del Brigham, che assieme ai colleghi ha esaminato i dati di 5.619 aborti farmacologici, di cui 452 …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | pillole, abortive, gravidanza,

Dolore cronico da parto cesareo, la morfina non serve

L’aggiunta della sostanza all’anestesia spinale non produce effetti positivi

Gravidanza_8096.jpg

Uno studio pubblicato sul British Journal of Anesthesia mostra che l’aggiunta di morfina all’anestesia spinale in caso di parto cesareo non ha effetti positivi sul dolore cronico a 3 e 6 mesi dopo l’intervento.
Il dolore può essere associato alla cicatrice provocata dal taglio cesareo, che ha bisogno di un periodo dalle 4 alle 6 settimane per guarire. In questo lasso di tempo la donna può sperimentare disagio, affaticamento e dolore che possono anche protrarsi per un periodo maggiore.
La cicatrice, se non trattata, può anche causare conseguenze posturali negative che possono a loro volta favorire mal di schiena difficili da curare. Spesso i medici aggiungono morfina all’anestesia spinale in considerazione del meccanismo di azione selettivo sui recettori oppioidi nel midollo spinale. Lo studio, coordinato da Asish Subedi del Koirala Institute of Health Sciences di Dharan, in Nepal, ha …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | dolore, parto, cesareo,

Vitamina D e corsa contro l’osteoporosi

Il nuoto sembra meno efficace

Osteoporosi_7837.jpg

L’osteoporosi colpisce ogni anno 5 milioni di persone nel nostro paese, la maggior parte delle quali sono donne in post-menopausa. In termini percentuali, quasi una donna su 5 dopo i 40 anni è affetta dalla malattia.
Per capire le ragioni di una predisposizione tutta femminile, il professor Iacopo Chiodini, presidente della Siommms (Società italiana dell’osteoporosi del metabolismo minerale e delle malattie dello scheletro), intervistato dalla Dire per la Giornata nazionale della Salute della Donna, ha spiegato il ruolo cruciale degli estrogeni: “Le donne sono più predisposte a causa del calo degli ormoni sessuali. Mentre il maschio continua a produrli in modo sufficiente fino ai 70-80 anni, la donna riduce drasticamente la produzione di estrogeni dopo la menopausa, con grandi conseguenze sullo stato delle ossa”. Gli estrogeni hanno infatti un ruolo importante nell’aumentare il …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | osteoporosi, vitamina, corsa,

REEBOK X VICTORIA BECKHAM

Reebok x Victoria Beckham è solo una delle ultime collezioni che vedono l’ormai indissolubile legame tra influencer/personaggi famosi e brand di moda.  Esce al termine della settimana della moda milanese e a ridosso di quella newyorkese, e promette di regalare stile e comfort senza limiti. 

Stile e Comfort. Reebok x Victoria Beckham

Se sei tra coloro che l’activewear lo indossano come capo per il tempo libero e il tuo motto è “Mai Passare Inosservata”, allora questa collezione fa decisamente per te.  Lo stile inconfondibile della Posh Spice si riconosce subito. Dalla testa ai piedi, l’eleganza sembra essere il filo conduttore della collezione. 

Un guardaroba che è la quintessenza dell’activewear, spazia da colori classici a quelli fluo, senza perdere coerenza con l’impronta di eleganza della collezione. 

Un total look per le più esigenti 

Come si dice “ il diavolo è nei dettagli”, ed è qui per tentarci all’acquisto di questa collezione esclusiva con loghi oversize sui cappellini, tessuti naturali e sintetici combinati appositamente per le tue sessioni di allenamento più intense.  

Design senza cuciture, caratterizza leggings, t-shirt, sport bra e body, regalano il massimo comfort senza sfregamenti sulla pelle.

Scarpe Glam per le amanti del running

Non poteva mancare un accessorio di vitale importanza per tutte le sportive e le activewear addicted di lusso: la scarpa.

Progettata esclusivamente per una donna alla moda, dal gusto minimale, raffinato e nello stesso tempo sportiva, prende ispirazione dal design progressive delle scarpe da running.  Tra i colori, un’ampia scelta per accontentare anche le più estrose. 

Che dire noi siamo già innamorate di questa collezione. E tu la compreresti?