Babbo Natale esiste davvero?

Come rispondere a questa e ad altre domande scomode

Varie_6806.jpg

Il Natale è alle porte e, come ogni anno, i protagonisti delle feste, saranno i bambini.

La loro serenità e felicità è la cosa più importante ma, a un certo punto della loro crescita, persino l’argomento “regali sotto l’albero” può trasformarsi in una nota dolente, in grado di creare dispiaceri. Quando la magia inizia a scomparire e Babbo Natale non è più una certezza, i genitori, ma anche i nonni e gli insegnanti, devono infatti essere pronti ad affrontare l’argomento, affinché la scoperta si trasformi in un dolce ricordo e non in un’amara delusione.

Nel rapportarsi con i bambini, i momenti imbarazzanti e gli argomenti spinosi non si limitano ovviamente solo al mistero di Babbo Natale. Durante tutto l’anno, infatti, altre tematiche da trattare e altri insegnamenti da impartire ai propri figli possono rivelarsi ancora più impegnativi e delicati.

Crioterapia: benefici del bagno nel ghiaccio amato da Lady Gaga e Cristiano Ronaldo

Anche Lady Gaga si aggiunge all’elenco di vip e celebrities entusiasti dei benefici della crioterapia. Ultima, solo in ordine cronologico, a farsi immortalare immersa in una vasca di ghiaccio è stata proprio lei. La cantante è reduce dal  Premio Oscar per il film che ne ha segnato il debutto da attrice, A Star is Born. Sul suo Instagram ha descritto la terapia a cui si sta sottoponendo:

“Bagno di ghiaccio per 5-10 minuti, bagno caldo per 20, quindi tuta di compressione piena di impacchi di ghiaccio per 20”.

Crioterapia: cos’è

La crioterapia o bagno del ghiaccio è una tecnica adottata da molti atleti che si sottopongono a sforzi intensi e prolungati. Aiuta a recuperare le energie, a riprendersi dall’affaticamento muscolare, a smaltire l’eventuale eccesso di acido lattico e lenire i dolori. L’effetto del freddo, infatti, blocca la produzione di acido lattico, rallenta il metabolismo dei tessuti muscolari e quindi il loro deterioramento in seguito allo sforzo atletico.

Crioterapia: benefici

Nel caso di Lady Gaga, la cantante si sta sottoponendo a crioterapia perché soffre di fibriomalgia. Si tratta di una malattia reumatica che colpisce soprattutto le donne e che è molto difficile da diagnosticare. Infatti benché comporti molti dolori non ha riscontro evidente negli esami clinici. La terapia del freddo, in questo caso specifico, aiuta moltissimo, perché blocca momentaneamente i recettori periferici del dolore e rallenta la trasmissione della sensazione dolorosa al cervello.

Ma sono moltissimi altri i benefici della crioterapia e gli usi per cui è consigliata: per il sistema circolatorio, per il sistema nervoso, sull’apparato muscolare.

Crioterapia e sport

Sono molti gli sportivi che si affidano alla crioterapia. Garantisce aumento delle prestazioni, maggiore resistenza fisica, velocità nel recupero muscolare dopo sforzi intensi (ideale dunque in caso di competizioni e tornei), riduzione della convalescenza in caso di infiammazioni. Ma non rigenera solo il corpo, riequilibra anche la mente, perché promuove il rilascio di endorfine, che generano uno stato generalizzato di benessere, di felicità e di relax.

Allenarsi di mattina o allenarsi di sera?

Allenarsi di mattina o allenarsi di sera? Ognuno ha la propria opinione. Alcune persone sostengono senza dubbi che la mattina è il momento migliore della giornata, altri la sera. Anche la scienza si divide su questo punto. Per cui la decisione su cosa sia giusto o sbagliato la rimandiamo alle proprie esigenze personali. Entrambe però hanno pro e contro.

Allenarsi di mattina o allenarsi di sera

Allenarsi di mattina
  • Aiuta con la costanza: Se hai difficoltà ad essere costante negli alimenti, prova ad allenarti di mattina, in questa maniera non avrai scuse a causa di imprevisti e potrai liberare la mente ancora prima di fare qualsiasi altra cosa.
  • Il tuo corpo è riposato. Quando si dorme il corpo si riposa dalle fatiche della giornata. I muscoli si riparano durante le ore di sonno e così quando ti svegli di mattina ti senti riposata e pronta per iniziare la giornata. Questo chiaramente dipende dalla qualità del sonno. Cerca di dormire dalle 7 alle 9 ore a notte e assicurati che tutti gli apparecchi elettronici siano spenti almeno un’ora prima di andare a dormire.
  • Potresti avere meno energie ed essere più stanca dopo: Non importa quando ci provi, semplicemente non sei una  persona che riesce a svegliarsi troppo presto la mattina. Se sei del tipo che rimane sveglia fino a tarda notte, uscire dal letto prima di una certa ora semplicemente non è fattibile. Se non riesci ad essere pronta al 100% in mattinata, allora inserisci il tuo allenamento quando puoi durante il giorno.
Allenarsi di sera 
  • Sei già sveglia da un po’ devi solo darti una mossa. Il tuo corpo potrebbe essere già pronto se decidi di allenarti la sera. Al di là dal guadagnare energia dalle varie attività svolte durante il giorno, hai già fatto almeno due pasti, il che aiuta. Molte persone sentono di avere più energia, ed in effetti si dice che i livelli massimi di energia si raggiungono tra le 16 e le 18.
  • Ti aiuta a liberarti dallo stress. Allenarti di mattina ti aiuta liberarti dalle negatività ancora prima di iniziare la giornata, ma farlo la sera ti aiuta a liberarti di tutto lo stress accumulato durante il giorno. Se hai avuto una giornata particolarmente stressante, allenarti non può che farti bene aiutandoti a rilasciare endorfina, l’ormone della felicità.
Come hai potuto vedere non c’è un chiaro vincitore dipende tutto da cosa funziona per te, per il tuo corpo e per i tuoi impegni. Ricorda che a prescindere dall’orario in cui ti alleni, l’importante è farlo.

5 alimenti che dovresti evitare per non essere di cattivo umore

L’alimentazione regola molto probabilmente la maggior parte della tua vita. Dalle attività che devi svolgere durante la giornata, al tuo umore, sembra che quello che metti nello stomaco, non serva solo ed esclusivamente ad assicurarti il corretto svolgimento delle funzioni base. Abbiamo già fatto la lista degli alimenti che darebbero uno slancio positivo al tuo umore, e di contro esistono alcuni alimenti che sembrerebbe affossino tutta la tua voglia di ridere e scherzare.

Ecco i 5 alimenti che dovresti evitare o consumare in maniera molto moderata per non essere di cattivo umore

CaffeinaCi sono persone, e alcune di noi sono tra questi, che non riescono nemmeno a parlare se prima non bevono una tazzina di caffè. Il caffè quindi non può essere considerato il male assoluto, semplicemente andrebbe consumato con moderazione. Se ne bevi in quantità tale da sentire una leggera aritmia, forse stai esagerando. Nella categoria ricadono anche tutte le bevande a base di caffè. L’effetto è quello della disidratazione che ti fa sentire irritabile, eccessivamente eccitata e incline al mal di testa.

Alimenti ricchi di zucchero: Tutte abbiamo voglia di qualcosa di dolce ad un certo punto della giornata. Che si tratti di gelato, un dolcino o una fetta di torta, la voglia ci assale quasi su base quotidiana. Per non parlare della fase pre ciclo. In realtà sarebbe meglio resistere alla tentazione perchè, al pari del caffè, lo zucchero potrebbe regalarti 30 secondi di felicità immediata, seguito da un drastico calo, che di certo ti farà sentire stanca e giù di morale.

Alimenti ricchi di sale: Il sale è il nemico numero uno della cellulite, ma si piazza bene anche nella classifica dei nemici del tuo umore. Gli alimenti particolarmente salata e nello specifico quelli confezionati, conterrebbero delle sostanze negative per il tuo umore provocandoti mal di testa e facendoti sentire affaticata.

Alcol: Quante volte ti sei fatta un drink a fine giornata per rilassarti? Sebbene l’alcool possa darti la parvenza di essere in grado di farti distendere sia fisicamente che mentalmente, in realtà bere troppo ti può causare oscillamenti nell’umore, senso d’ansia e irritabilità.

Alimenti light o senza grassi. L’errore in cui tutte incorriamo riguarda proprio le quantità, quando si parla di alimenti light o senza grassi. Facile cadere nella tentazione di andare ben oltre la porzione consigliata, in questi casi, con il risultato di ritrovarsi ad ingerire quantità di altre sostanze e grassi cattivi che ci fanno sentire in rotta di collisione con il mondo.

Ricetta brownies gluten free in meno di 30 minuti

La cucina fit è un meraviglioso mondo pieno di possibilità e combinazioni che insieme alla nostra nutrizionista Valentina Palladino, ci piace esplorare per regalarvi le combinazioni di ricette fit, light e versioni più sane e più semplici da fare. La proposta di oggi è una ricetta brownies gluten free, proprio perchè senza farina. La ricetta non prevede nè albumi nè proteine in polvere, per tanto ha un’elevata percentuale di grassi vegetali dati dal burro di arachidi e le noci. Ideale quando devi affrontare giornate particolarmente movimentate o allenamenti particolarmente intensi.

Ingredienti Ricetta Brownies Gluten Free

  • 3 banane mature
  • 2 cucchiai di miele
  • 130 gr di burro di arachidi
  • 1 cucchiaio di Cacao in polvere
  • qualche noce pecan e gocce di cioccolato

Come procedere per i brownies ricetta fit

  • Preriscaldare il forno a 250°
  • Ricordati di ungere una teglia non troppo grande
  • Fai sciogliere il burro di arachidi
  • Mescola le banane, il cacao in polvere, le proteine e il burro di arachidi finchè non ottieni un composto ben amalgamato.
  • Versa in composto nella teglia e cuoci per 20 minuti, finchè non è completamente cotto.
  • Rimuovi dal forno e fai raffreddare prima di tagliarlo in quadrotti.

Cosa fare se ti prende una voglia di dolce irrefrenabile

Quando la voglia di dolce ti assale, soprattutto se ami i dolci più di ogni altro alimento, è difficile resistere. Sei però altrettanto cosciente del fatto che un eccesso di zucchero è estremamente dannoso per la tua salute, quindi hai deciso di perdere provvedimenti.

Ecco cosa fare se ti prende una voglia di dolce irrefrenabile

Verifica che si tratti effettivamente di voglia di dolce. Se è passato un bel po’ di tempo dal tuo ultimo pasto, probabilmente il tuo corpo necessita di energia, e probabilmente un piccolo quadratino di cioccolato fondente (a partire dal 70%) non farà dei danni esagerati.

Mangia una caramella dura. Probabilmente se sei tra coloro che hanno difficoltà estrema a tagliare i dolci, questo trucchetto potrà servire. Le caramelle dure impiegano più tempo per essere mangiate. E nel frattempo la voglia di dolce potrebbe esserti passata.

Prepara una versione più sana dei tuoi dolci preferiti. Prova con questa ricetta semplice a base di 1 banana, mezzo cucchiaio di cacao e mezzo di burro di arachidi. Avrai la sensazione di mangiare un gelato ma senza assumerne tutti gli zuccheri.

Prova con il finocchio o un bastoncino di liquirizia. Se pensi che le gomme da masticare possano essere una soluzione, ti sbagli di grosso, i dolcificanti artificiali presenti nelle gomme ti fanno venire ancora più voglia di mangiarne. Prova con il finocchio o un bastoncino di liquirizia aiuteranno a tenere a bada la voglia di dolce.

Rilassati. Abbiamo parlato più volte del mangiare in maniera emotiva, a volte ti senti sopraffatta dalle emozioni, dall’ansia. E’ importante quindi che ti rilassi. Puoi provare a mettere dell’acqua fredda sulla faccia o la nuca, per liberarti dallo stato di agitazione.

Concediti un dessert ogni sera. Sembra quasi un controsenso, ma aggiungere un pizzico di dolce ogni sera ti permette di riuscire a controllare meglio la voglia di dolce quando si palesa. Se ti astieni dal dolce per molto tempo, in maniera restrittiva, al momento che ti si presenterà un’occasione per mangiarne, non riuscirai più a smettere dopo il primo assaggio.

Come sbarazzarsi delle rughe di espressione intorno alla bocca

Sei una persona, allegra vivace e sicuramente ridi tanto. Certo è, che la felicità viene prima di tutto per cui anche se hai compiuto 30 anni fai bene ad ignorare quelle rughe di espressione intorno alla bocca. Se invece sei un po’ più attenta ai dettagli e vuoi comunque cercare di nasconderle, ecco qualche consiglio.

Con molta grazia ed educazione le chiamiamo rughe di espressione ma in realtà sono raramente causate dalle espressioni facciali che fai piuttosto, come il fatto di avere fianchi stretti e sedere a mandolino, sono imputabili alla genetica e possono essere accentuate dal dormire su un fianco o a pancia sotto. Diciamo che non sono naturalmente evitabili, perchè seguono il normale processo di invecchiamento.

Se proprio vuoi attenuare in qualche maniera le rughe di espressione intorno alla bocca, ti conviene giocare di anticipo e prevenire il problema. Parti dunque dalla protezione solare, che così come per le macchie cutanee, è fondamentale. Se poi sei una fanatica delle sigarette, faresti bene a smettere. Aggiungi inoltre qualche ora di sonno in più alle tue nottate brave e cerca di aumentare la quantità di cibo sano nella tua dieta.

Esistono sul mercato una serie di soluzioni beauty che non sono risolutive del problema ma senz’altro possono aiutarti: ad esempio i filler, che possono essere utili per riempire le rughe man mano che le guance perdono il volume. Anche ultrasuoni e radiofrequenza possono venirti incontro, ma sono soluzioni senz’altro meno a portata di mano.

Anche il make up per minimizzare le rughe di espressione intorno alla bocca, va scelto con cura. Opta per un trucco che ammorbidisca le lineeChe dire dei prodotti da banco? Se i riempitivi e le procedure sono fuori questione, ti consigliamo di optare per il trucco per ammorbidire le linee. Idrata per bene la pelle e utilizza un correttore come  YSL’s Touche Eclat, rende la pelle luminosa e levigata.

Ricetta fit biscotti proteici albumi e cioccolato

Com’era il detto: un biscotto al giorno toglie il medico di torno? Forse, non era esattamente così, ma sicuramente un biscottino al giorno soprattutto se la ricetta è fit possiamo permettercelo. Ecco la ricetta fit biscotti proteici albumi e cioccolato. PS: mangiare con moderazione, creano dipendenza.

Ricetta fit biscotti proteici albumi e cioccolato

  • 100gr albumi
  • 80gr cacao amaro
  • 80gr o stevia o zucchero di cocco
  • Un pizzico sale
  • Una punta di bicarbonato
  • 80gr gocce di cioccolato

Come procedere

  • Unire le polveri, successivamente aggiungere gli albumi e le gocce di cioccolato.
  • Mescolare finchè tutti gli ingredienti sono ben amalgamati tra loro
  • Nel frattempo preparare una teglia e adagiare la carta forno
  • Con un cucchiaio formare delle palline e schiacciarle leggermente
  • Cuocere in forno a 150gradi max 15minuti
  • Sarebbe preferibile se il cuore restasse un po’ morbido

Brownies ricetta fit senza farina ad alto contenuto proteico

Il cioccolato è un vero salva umore e per cercare di metterne sempre un po’ nei miei pasti, oggi ho sfornato una vera delizia: brownies ricetta fit senza farina e con tante proteine! Allenandomi dalle 4 alle 5 volte alla settimana, l’apporto proteico è fondamentale.

Ingredienti ricetta brownie fit senza farina

  • 3 banane sbucciate medie
  • mezza tazza di burro di arachidi spalmabile, senza pezzi di arachidi (in alternativa potete scegliere qualsiasi altro burro di noci o semi)
  • 2 cucchiai pieni di cacao in polvere
  • fino a 2 misurini di proteine in polvere (meglio evitare quelle derivate dal siero di latte)

    • nu3 Vegan Protein 3K (Proteine vegane 3K) | 1Kg Cioccolato | Proteine vegane in polvere isolate | Proteine vegetali | Delizioso gusto cioccolato | 1000 g | Più del 70% di proteine
      Prezzo: EUR 21,99

    • VORWERK BIMBY TM 5 NUOVO IMBALLATO

  • Sportstech Innovativo Stepper & Climber VC300 2in1, Fitness, movimenti per Arrampicata, Pieghevole Design Multifunzionale, Prese Antiscivolo, per Allenamento Hit e di Tutto Il Corpo qualità Garantita

Come procedere per i brownies ricetta fit

  • Preriscaldare il forno a 250°
  • Ricordati di ungere una teglia non troppo grande
  • Fai sciogliere il burro di arachidi
  • Mescola le banane, il cacao in polvere, le proteine e il burro di arachidi finchè non ottieni un composto ben amalgamato.
  • Versa in composto nella teglia e cuoci per 20 minuti, finchè non è completamente cotto.
  • Rimuovi dal forno e fai raffreddare prima di tagliarlo in quadrotti. Leggi anche Ricetta Biscotti della felicità a 3 ingredienti

Ricetta Biscotti della felicità a 3 ingredienti

Mi piace pensare che la cucina, come la felicità, sia una cosa semplice. Che si tratti di spuntino o colazione un biscotto non dovrebbe mai mancare. Questa è la mia versione della ricetta biscotti della felicità a 3 ingredienti.

Ingredienti per circa 15 biscotti:

  • 80 gr. di fiocchi di avena
  • 2 Banane abbastanza mature
  • Gocce di cioccolato fondente (ma potete aggiungere se preferite uvetta, noci, mandorle…)
  • Mezzo cucchiaino di bicarbonato
  • un goccio di limone

Acquista su Amazon.it

  • Probios Fiocchi di Avena Piccoli Bio - 5 kg

    Probios Fiocchi di Avena Piccoli Bio – 5 kg
    Prezzo: EUR 20,19

  • Probios Fiocchi di Avena Grandi Bio - 5 kg

    Probios Fiocchi di Avena Grandi Bio – 5 kg
    Prezzo: EUR 19,70

  • Smile Crunch Fiocchi d'Avena - 1000 g

    Smile Crunch Fiocchi d’Avena – 1000 g
    Prezzo: EUR 11,99

Come procedere:

  • Affettate le banane e mettetele in una ciotola, schiacciatele con la forchetta.
  • Aggiungi i fiocchi d’avena
  • Aggiungi le gocce di cioccolato
  • Mescolate fino ad ottenere un composto cremoso.
  • Aggiungi bicarbonato e limone
  • Mescolare tutto
  • Con un cucchiaio crea delle palline di impasto sistemandoli su una teglia ricoperta di carta forno.
  • Distanziali bene cosicchè non si attacchino tra loro durante la cottura
  • Pressa ogni pallina dando una forma tondeggiante all’impasto.
  • Inforna in forno preriscaldato a 180 gradi per 20 minuti circa (ma attenzione dipende dal forno).

Sfornali e falli raffreddare, il giorno dopo sono ancora più buoni, soprattutto con una tazza bollente di caffè d’orzo.

 

Segui Fit ‘n Food su Instagram



L’articolo Ricetta Biscotti della felicità a 3 ingredienti sembra essere il primo su Fit In Hub.