Nuova terapia per l’anemia falciforme

Trattamento mirato per la prevenzione delle crisi vaso-occlusive ricorrenti

Anemie_6926.jpg

Novartis ha annunciato oggi che l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha approvato la rimborsabilità Adakveo® (crizanlizumab) per la prevenzione delle crisi vaso-occlusive (vaso occlusive crises – VOC) ricorrenti nei pazienti con malattia a cellule falciformi di età uguale e superiore a sedici anni che abbiano presentato almeno due VOC nel corso dei dodici mesi precedenti. Crizanlizumab – al quale AIFA ha riconosciuto il requisito dell’innovatività condizionata – può essere somministrato come terapia aggiuntiva a idrossiurea/idrossicarbamide (HU/HC) o come monoterapia nei pazienti per i quali HU/HC è inappropriata o inadeguata, dove per inappropriata/inadeguata si intende una efficacia non sufficiente o la presenza di problematiche di tollerabilità, insufficiente compliance.
L’anemia falciforme, che in Europa colpisce circa 50.000 persone in Italia è considerata una patologia ematologica …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Crizanlizumab, anemia, falciforme,

Il decalogo all’insegna della buona salute

I consigli degli esperti della Simi

Alimentazione_14567.jpg

L’inizio di un nuovo anno si inaugura spesso con la lista di buoni propositi, che mai come in questo periodo dovrebbero essere polarizzati al mantenimento di un buono stato di salute.
“E la Società Italiana di Medicina Interna (SIMI) – afferma il professor Giorgio Sesti, presidente della SIMI – vuole dare il proprio contributo alla salute dei cittadini di tutte le età, offrendo qualche suggerimento sui punti da inserire nella lista”.

Questo il decalogo della SIMI per un 2022 all’insegna della buona salute.

1. Occhio alle porzioni a tavola. Spesso non serve la dieta, ma solo un po’ di attenzione a non esagerare con la quantità di cibo consumata a ogni pasto (evitando di spizzicare tra uno e l’altro). Si può mangiare di tutto, ma con moderazione. Per riuscire a gustare e godere di tutti i cibi, senza nuocere alla salute.

2. Prenditi le misure. Pesati almeno una volta …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | salute, abitudini, alimentazione,

La crononutrizione contro il diabete

I tempi dell’alimentazione sono importanti

Diabete_14229.jpg

Forse il problema non è “quanto” ma “quando”. Parliamo del mangiare e della nostra continua lotta contro l’aumento di peso. Le stesse tipologie di alimenti, consumate in momenti diversi, producono effetti diversi sulla salute, influenzando anche il rischio di insorgenza del diabete. Lo confermano gli esperti della Società italiana di diabetologia riuniti a congresso.
La crononutrizione, ovvero stabilire quando mangiare un determinato alimento durante la giornata, pare un’opzione interessante anche per i malati di diabete di tipo 2. Spesso mangiamo influenzati dai tempi lavorativi, comprimendo al massimo il tempo per colazione e pranzo e interpretando la cena come momento di rilassamento sia psicologico che alimentare.
“Niente di più sbagliato – spiega Silvio Buscemi, ordinario di Scienze dietetiche all’università di Palermo – la cena dovremmo addirittura saltarla, concentrandoci sugli …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | dieta, crononutrizione, peso,

Covid, le raccomandazioni degli esperti

Nuovo documento della Società italiana di igiene

Varie_7166.jpg

I dati italiani di incidenza e i ricoveri di fine 2021 mostrano un aumento costante, tale aumento è diventato più rapido in relazione al presentarsi della nuova variante Omicron seppure al momento la variante ancora prevalente è la Delta.
Si osservano i seguenti fenomeni:
– incidenza elevata nei non vaccinati
– incidenza elevata nelle fasce di età più giovani
– aumento delle reinfezioni.

Sulla base di tali premesse, gli esperti della Siti – Società italiana di igiene – hanno pubblicato un position paper con le principali raccomandazioni sulla gestione della pandemia.

CONTACT TRACING
1. Focalizzare le attività di contact tracing sull’identificazione dei contatti NON
VACCINATI e sulla prevenzione e gestione dei focolai in comunità chiuse (ad esempio le residenze sanitarie assistenziali) o eventi/contesti ad alto rischio di estesa diffusione virale.
2. …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Covid, infezione, vaccino,

Omicron, due dosi non bastano

Il livello di neutralizzazione è di appena il 30 per cento

Varie_6183.jpg

C’è bisogno della terza dose per contrastare Omicron. Lo conferma un nuovo studio dell’Università di Colonia che sta per essere pubblicato su Nature Medicine. Dopo le prime due dosi, infatti, l’attività neutralizzante del vaccino di Pfizer/BioNTech si riduce di 4 volte nel giro di 5 mesi. Solo circa il 30% dei campioni analizzati ha mostrato una neutralizzazione rilevabile contro Omicron.
L’analisi è stata realizzata a 5 mesi dal ciclo vaccinale primario e un mese dopo la terza dose.
“Lo studio è stato condotto su 170 soggetti di cui una parte vaccinati con tre dosi e alcuni non vaccinati”, spiega Filippo Drago, ordinario di farmacologia dell’Università di Catania e componente della task force sul Covid della Società Italiana di Farmacologia. “È stata fatta anche una simulazione che ha dimostrato che la variante Omicron mostra una distribuzione di modificazione di sequenze e di …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Omicron, vaccino, anticorpi,

Covid, un decalogo per capire meglio

Vademecum con risposte alle più frequenti domande dei cittadini

Varie_6683.jpg

Booster, anticorpi, dose aggiuntiva, efficacia vaccinale: sono questi alcuni tra i termini ricorrenti su giornali, siti e televisione, concetti non sempre chiari ai cittadini, che – se non ben compresi – possono generare confusione e ansia in un momento in cui salgono ancora i contagi dopo un periodo in cui si intravvedeva un calo della pandemia.
“Abbiamo messo a punto un decalogo con parole semplici – afferma la dr. Laura Sciacovelli, presidente SIBIOC (Società Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica) perché la nostra società scientifica, da sempre in prima linea nella lotta al virus, vuole spiegare ancora una volta ai cittadini la necessità della vaccinazione per uscire dalla pandemia”.
Allora ecco le domande più frequenti in un documento redatto da Sibioc a cura del Prof. Giuseppe Lippi, coordinatore del gruppo operativo sul Covid 19 di SIBIOC e della Task …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Covid, vaccino, tampone,

Leucemia linfatica cronica, disponibile acalabrutinib

La nuova terapia migliora la qualità di vita

Leucemia_14170.jpg

L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha approvato la rimborsabilità di acalabrutinib, una nuova terapia per pazienti con leucemia linfatica cronica sia di nuova diagnosi sia precedentemente trattati.
Anemia, ingrossamento dei linfonodi, leggera febbre, stanchezza, sudorazioni notturne, perdita di peso involontaria sono le principali manifestazioni di questa neoplasia, caratterizzata da un accumulo di linfociti B, con specifiche caratteristiche fenotipiche, nel sangue periferico, nel midollo osseo e negli organi linfatici (milza, fegato, linfonodi). È la più frequente fra le leucemie negli adulti (30% di tutte le diagnosi) nel mondo occidentale: ogni anno in Italia si stimano circa 3.400 nuovi casi. Della patologia e dell’evoluzione nell’approccio terapeutico si è parlato oggi nel corso di una conferenza stampa di AstraZeneca a Milano.
“La leucemia linfatica cronica può avere un …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | leucemia, linfatica, Acalabrutinib,

Una dieta preventiva per il Natale

Ridurre l’introito calorico in vista delle giornate di festa

Diete_5984.jpg

Il regalo meno gradito delle feste di Natale sono i chili di troppo. La bilancia dopo la festa della Befana segna, per la stragrande maggioranza degli italiani, di media più due o tre chili. D’altra parte è inutile seguire la dieta durante le feste perché non sono quelli i giorni in cui bisogna dimagrire. Mettere in campo un protocollo alimentare preventivo prima della vigilia di Natale, che sia anche detox e che ci faccia perdere un paio di chiletti, può essere un ottimo stratagemma per limitare i danni e stare più sereni con se stessi. Per saperne di più di queste strategie e per superare ‘indenni’ le tavole imbandite a festa l’agenzia di stampa Dire ha intervistato la nutrizionista Monica Germani, dietista di tante vip come la cantante italiana Noemi, e anche ideatrice del metodo ‘Meta’.

È partito il conto alla rovescia e tra qualche settimana è già Natale. Come possiamo …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Natale, dieta, calorie,

Fuoco di Sant’Antonio, come alleviare il dolore

Rossore, prurito e bruciore i principali sintomi

Varie_5543.jpg

Periodi di stress, malattie debilitanti, terapie mediche e farmacologiche particolari, stati di debolezza psicofisica: sono queste le cause di una delle malattie che colpisce 150 mila italiani l’anno, tanto che è stato lanciato un nuovo vaccino per contrastarla. Si tratta dell’Herpes Zoster, più comunemente noto con in nome di Fuoco di Sant’Antonio.
“Il cosiddetto fuoco di Sant’Antonio è una patologia causata dall’espressione cutanea dell’Herpes Varicella Zoster Virus, un virus della famiglia degli Herpes. La varicella rappresenta la patologia caratteristica della fase acuta di infezione primaria del virus, mentre il fuoco di Sant’Antonio è la riattivazione del virus dalla sua fase latente”, spiega il Prof. Leonardo Celleno, Dermatologo e Presidente di AIDECO (Associazione Italiana Dermatologia e Cosmetologia).
Il fuoco di Sant’Antonio può insorgere a qualsiasi età, anche se coinvolge …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | fuoco, rossore, prurito,