Una proteina potrebbe fermare la Sla

Contrasta la progressione della malattia su modello animale

Malattie autoimmuni_10246.jpg

Uno studio, condotto dal Laboratorio di Neurobiologia Molecolare dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS e pubblicato on line sulla rivista scientifica EBioMedicine, ha evidenziato, per la prima volta, che la proteina CXCL13, della famiglia delle chemochine, è attivata dai neuroni che comandano i movimenti muscolari volontari (motoneuroni) e che la sua presenza ha effetti benefici nel contrasto della progressione della sclerosi laterale amiotrofica (SLA) in un modello animale.

Si tratta di un aspetto interessante e sottovalutato dei disturbi neurodegenerativi in cui i processi immunitari sono attivati in diversi distretti e da diversi tipi di cellule con effetti che si discostano da quelli classicamente noti. La SLA è il disturbo neuromuscolare più comune che coinvolge principalmente le cellule dei motoneuroni.

Artrite psoriasica, ixekizumab efficace

Funziona meglio della terapia standard

Artrosi e artriti_6162.jpg

Il farmaco sperimentale ixekizumab si dimostra superiore rispetto alla terapia standard per la cura dell’artrite psoriasica.

Lo ha annunciato la casa produttrice Lilly nel corso del Congresso Europeo di Reumatologia di Madrid.

Lo studio randomizzato in doppio cieco di fase 3b/4 SPIRIT è il primo e unico studio H2H (Head-to-Head) che utilizza il dosaggio approvato sia per ixekizumab che per adalimumab e consente l’associazione concomitante con DMARD convenzionali. Lo studio conferma con ulteriori dati a supporto, come già anticipato dai top line results annunciati a dicembre dello scorso anno, il raggiungimento degli endopint primari per ixekizumab.

Ricetta torta caprese low carb

Rivisitare i grandi classici della pasticceria italiana in chiave low carb e/o fit è un modo per poter inserire qua e là un dolcetto senza andare ad inficiare la dieta. Ecco quindi la ricetta torta caprese low carb.

Ingredienti Ricetta torta caprese low carb

  • 150 gr di mandorle pelate o farina di mandorle
  • 35 gr farina di riso
  • 125 gr di cioccolato fondente di ottima qualità 90%
  • 125 gr di olio di cocco
  • 3 uova medie
  • 125 gr di stevia o dolcificante
  • 1/2 fialetta di mandorla amara
  • 1 cucchiaino di Rum
  • 1/2bustina di lievito

Compre procedere

  • Sciogli a bagnomaria cioccolato tritato e olio di cocco
  • A fuoco lento, gira il composto finchè diventa liscio e mettilo da parte
  • Separa i tuorli dagli albumi e monta per qualche minuto i tuorli con il dolcificante e la buccia d’arancia, finchè il composto non diventa una spuma liscia
  • Aggiungi il liquore.(o l aroma)
  • Aggiungi ai tuorli montati il cioccolato fuso con una frusta.
  • Aggiungete la farina di mandorle o le mandorle pelate ridotte in polvere, la farina di riso e il lievito setacciato, utilizzando una spatola
  • Montate gli albumi a neve e unisci gli albumi con la spatola dal basso verso l’alto, cercando di non smontare il composto
  • Versa il composto nella teglia, precedentemente imburrata e livella il composto.
  • Preriscalda il forno a 180° e cuoci per 30-35 minuti

NB: Utilizza il forno statico perchè quello ventilato tende ad asciugare e seccare il centro della torta. Una volta passati 30 minuti, fare la prova dello stecchino per vedere a che punto è la cottura. Una volta terminata quest’ultima, fai raffreddare per una trentina di minuti e ovviamente gustala.