I consigli contro i tumori cutanei e i melanomi

I suggerimenti degli esperti per godersi il sole senza rischiare

Melanoma_9088.jpg

Estate è sinonimo di vacanze e abbronzatura, ma se da un lato il sole rappresenta un importante alleato della nostra salute perché fonte di vita e di molteplici benefici, come la produzione di vitamina D, fondamentale per le difese immunitarie, dall’altro può risultare un nemico insidioso per la nostra pelle quando preso senza la giusta consapevolezza.
Per questo motivo, ogni anno con l’inizio della stagione estiva, la LILT – Lega Italiana per la lotta contro i tumori promuove una campagna di informazione e sensibilizzazione che ha l’obiettivo di alzare il livello di guardia e diffondere suggerimenti utili per un’adeguata protezione dal sole, in modo da prevenire i tumori cutanei e i melanomi.
I danni dell’eccessiva esposizione solare possono essere di tre tipi: immediati, come le ustioni; a media distanza, come le lentiggini, le macchie solari e i nei; a grande distanza, con il …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | abbronzatura, sole, pelle,

Le mandorle sono lo spuntino dell’estate

Nutritive e protettive nei confronti della pelle

Alimentazione_7584.jpg

Anche se sempre associata all’idea di vacanze, mare, sole, sabbia e relax, l’estate può essere uno dei periodi più movimentati dell’anno. I nostri calendari sono spesso pieni di programmi, tra concerti, festival musicali, tour, eventi e altre occasioni per passare del tempo con gli amici, il più delle volte godendosi la vita all’aria aperta.
Tutte queste attività richiedono energia, ma allo stesso tempo siamo bombardati da messaggi che ci invitano a “contenerci”, a mangiare meno per prepararci alla fatidica “prova costume”. Invece di iniziare qualche strana dieta fai-da-te, magari cominciando a tagliare gli spuntini tra i pasti, finendo per impoverire il nostro corpo e sentirci esausti nel bel mezzo della giornata, è il momento di evitare privazioni e optare per i cibi smart, ricchi di nutrienti, come le mandorle, che aiutano a restare in pista più a lungo.
Le mandorle sono un ottimo …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | pelle, UVB, mandorle,

Prendere il sole dopo un intervento estetico

Come proteggere le diverse cicatrici degli interventi di chirurgia estetica

Chirurgia estetica_14676.jpg

L’arrivo dell’estate scatena la corsa ai ritocchini. C’è chi opta per un décolleté più prorompente, chi per un lato B più sodo, e chi ne approfitta per addominali più scolpiti da sfoggiare sulla spiaggia. Ma la domanda sorge spontanea: si può prendere il sole dopo un intervento chirurgico? Lividi e cicatrici possono essere esposti ai raggi solari?
“La stagione estiva è uno dei periodi più gettonati per sottoporsi alla chirurgia estetica grazie al maggior tempo a disposizione per affrontare una convalescenza serena – spiega a Dire il professore Daniele Spirito, specialista in Chirurgia plastica a Roma e Como e docente presso la Scuola di specializzazione in Chirurgia Plastica dell’Università di Milano – ma non si devono dimenticare gli effetti del sole sulla pelle. Il sole fa bene alle ossa, alle articolazioni, al metabolismo e alla cute ma con il filtro naturale dell’atmosfera cambiato i …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | chirurgia, estetica, pelle, sole,

Vanessa Incontrada ancora vittima di body shaming

Il body shaming su Vanessa Incontrada sembra essere diventato ormai sport nazionale. Ebbene si perché sui social, quando si è un personaggio pubblico che sceglie liberamente di vivere la propria, si possano subire attacchi per una cosa e nello stesso momento per la cosa diametralmente opposta.

Ci spieghiamo meglio.

Vanessa Incontrada ancora vittima di body shaming

Tutto ha inizio qualche giorno fa quando Vanessa Incontrada ha postato una foto su Instagram, mentre beatamente corre, si allena e si incoraggia con un: “Avanti tuttaaaaaaa 👍👍😊😊

Sembra che siano arrivate una serie di critiche che hanno determinato una sorta di body shaming al contrario. Le critiche sono arrivate proprio sul fatto che la conduttrice si stesse allenando. Ovviamente non sono mancanti messaggi di incoraggiamento, di stima e di apprezzamento. Che in verità sono la stragrande maggioranza. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vanessa Incontrada (@vanessa_incontrada)

Tuttavia quel brutto vizio di dover sempre dare la propria opinione, non viene mai perso anzi come ormai sempre succede, utilizzato largamente a sproposito. 

Pochi giorni dopo, ill giornale di gossip Nuovo, così come riportato da Repubblica, ha pubblicato degli scatti rubati da un fotografo in spiaggia a Follonica, sempre della conduttrice Spagnola. Ovviamente gli scatti di per sé sfiorano il bodyshaming e ci chiediamo se non sia appunto diventato uno sport nazionale quello di “giocare” con la fisicità delle persone, stare sempre lì in una maniera o in un’altra a puntare il dito.

La polemica che ci porta a riflettere

Tutta questa polemica contro Vanessa Incontrada ci porta a riflettere. Siamo un magazine di fitness, che spesso pone l’accento su una parte del corpo piuttosto che di un’altra. Ma questo non toglie il fatto che ognuna di noi debba sentirsi libera di esprimere se stessa, sui social come nella vita reale. 

Che si tratti di corpi statuari piuttosto che morbidi e sinuosi, ogni donna dovrebbe potersi sentire bene nella propria pelle senza dover necessariamente rientra nei ranghi di uno stereotipo piuttosto che di un altro. 

E tu che ne pensi? 

Kangaroo care, benefici fino a 20 anni dalla nascita

Le indicazioni nazionali della Società Italiana di Neonatologia

Neonati_7790.jpg

Un importante strumento per il neonato per superare il distacco dalla madre e per i genitori, che acquisiscono più fiducia ed autostima, consapevoli che stanno facendo qualcosa di positivo per il loro bambino: consigliata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la Kangaroo Care (KC), il contatto pelle a pelle tra mamma o papà e neonato, apporta numerosi vantaggi a breve e lungo termine, al neonato e alla sua famiglia.
In occasione della Giornata Mondiale della Kangaroo Care la Società Italiana di Neonatologia (SIN) mette in risalto l’estrema importanza di protocolli condivisi per la KC all’interno dei punti nascita, elementi strutturali che consentano di svolgere al meglio questa attività e la necessità di corsi di aggiornamento regolarmente ripetuti nel tempo per tutti gli operatori sanitari.
Il Gruppo di Studio sulla Care neonatale della SIN, che da diversi anni, svolge una …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | neonato, Kangaroo, mamme,

Le lesioni dei nervi periferici

Diagnosi precoce e approccio multidisciplinare per tornare a utilizzare gli arti

Varie_7758.jpg

Consentono al nostro corpo di muovere gli arti superiori e inferiori, ci fanno percepire attraverso la pelle gli impulsi sensoriali (caldo, freddo, dolore): sono i nervi, strutture importantissime che permettono la connessione tra il cervello e il midollo spinale e i muscoli e la cute.
La lesione dei nervi può quindi causare la paralisi degli arti oppure la perdita di sensibilità, conseguenze che impattano fortemente sulla qualità della vita dei pazienti, dai bambini appena nati sino agli anziani. Come spiega il dott. Pierluigi Tos, Direttore della Chirurgia della Mano e Microchirurgia Ricostruttiva dell’ASST Gaetano Pini-CTO, questo tipo di lesioni, nella maggior parte dei casi, sono di tipo traumatico (incidenti stradali, domestici, sul lavoro o legati a procedure chirurgiche); in moltissimi casi sono lesioni compressive che interessano i canali osteofibrosi (per esempio nella …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | lesioni, nervi, chirurgia,

I benefici dell’acqua iperozonizzata

Potenzialità medicali riconosciute dalla comunità scientifica

Varie_6860.jpg

L’elenco è lungo. Viene usata per contrastare disturbi alla pelle, come eczemi, dermatiti, ulcere; per l’igiene della bocca, sia per prevenzione che in caso di infezioni; nel trattamento di cistiti e altri disturbi all’apparato urogenitale. E ancora, in caso di infezioni da Rhinovirus, infezioni agli occhi, disbiosi intestinale, mal di gola, per fare lavaggi nasali. L’acqua iperozonizzata insomma non è affatto “semplice acqua”. Eppure, intorno a questo rimedio c’è ancora scetticismo.
Nonostante rappresenti una pratica terapeutica ampiamente utilizzata in Italia e nel mondo, infatti, non sempre viene percepita come un rimedio medicale. Sarà che costa relativamente poco, che si può ottenere attraverso un apparecchio elettromedicale, oggi alla portata di tutti, o forse a far storcere il naso è il fatto che funzioni per contrastare tanti tipi di disturbi. La domanda sorge spontanea: come …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | gola, batteri, virus,

La dermatite atopica aumenta il rischio di demenza senile

Incidenza più alta negli anziani affetti dalla malattia dermatologica

Varie_8064.jpg

Gli anziani che soffrono di dermatite atopica hanno anche maggiori probabilità di sviluppare forme di demenza. A dirlo è uno studio apparso sul Journal of the American Academy of Dermatology secondo cui in questa categoria di pazienti il rischio di demenza sale del 27%.
Lo studio coordinato da Alexa Magyari e dai suoi colleghi della University of California Berkeley School of Public Health mostra come l’infiammazione cronica della pelle possa rappresentare un importante predittore e un meccanismo coinvolto nell’insorgenza e nella progressione dei cambiamenti neuropatologici osservati nella demenza.
La dermatite atopica colpisce fra il 5 e il 15% delle persone con oltre 60 anni. Due studi precedenti hanno già segnalato l’associazione con un maggiore rischio di demenza, ma mostravano limiti nel disegno della ricerca, soprattutto perché supportati da diagnosi autodichiarate e con …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | dermatite, atopica, eczema, demenza,

Una pelle giovane per sempre

Nuovo metodo permette di ringiovanire le cellule dell’epidermide

Idee per la bellezza_14626.jpg

Giovani per sempre. Il sogno di tanti forse potrà diventare realtà grazie a una nuova ricerca degli scienziati del Babraham Institute presso l’Università di Cambridge ispirata alle scoperte del premio Nobel giapponese Shinya Yamanaka.
Il team inglese è riuscito a ringiovanire le cellule dell’epidermide trasformandole in cellule staminali e allo stesso tempo a conservarne la funzionalità, come invece non riescono a fare altri metodi. Lo studio, pubblicato su eLife, potrebbe portare alla messa a punto di nuove strategie terapeutiche contro l’invecchiamento.
Il lavoro che ha fruttato il Nobel a Yamanaka era basato sulla raccolta di cellule adulte di topo nelle quali sono stati inseriti dei geni in grado di trasformarle in staminali. Le cellule, così riprogrammate, sono diventate pluripotenti, quindi in grado di trasformarsi in altro.
Il metodo inglese si ferma un passo prima, puntando …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | pelle, giovane, fibroblasti,