La pandemia potrebbe rendere i bambini più deboli

La mancanza di interazione faciliterà le altre infezioni

Infezioni_14433.jpg

Più protetti grazie a lockdown e mascherine, ma probabilmente in futuro più suscettibili alle infezioni. È quanto suggeriscono i dati di uno studio del Perth Children’s Hospital che ha analizzato i casi di infezioni da virus respiratorio sinciziale (RSV) in Australia nel 2020.
I dati mostrano un abbattimento delle infezioni pari al 98% in meno durante i mesi invernali, quelli interessati dal primo lockdown che ha in sostanza riguardato il mondo intero. Tuttavia, a partire dalla primavera e poi in autunno le infezioni hanno ricominciato ad aumentare, superando il picco medio stagionale degli anni che vanno dal 2012 al 2019.
Daniel Yeok, specialista in malattie infettive presso il Perth Children’s Hospital, e coautore dell’analisi, afferma che la percentuale di bambini risultati positivi a RSV in ospedale è passata da meno dell’1 per cento nell’aprile 2020 al 70 per cento nei mesi …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | bambini, pandemia, infezioni,

Il defibrillatore impiantabile può causare depressione

La possibilità dello shock elettrico può influire sulle condizioni psicologiche

Depressione_9643.jpg

Salva la vita, ma può provocare ansia e depressione. È il defibrillatore impiantabile, uno strumento tecnologico che consente la cardioversione, sebbene possa causare anche ansia e depressione nel soggetto.
Lo dice una ricerca dell’Ospedale Universitario di Odense presentata nel corso del congresso scientifico della Società Europea di Cardiologia (Esc) dalla dott.ssa Susanne Pedersen. Lo studio ha preso in esame i dati di oltre 1.000 pazienti che hanno avuto un defibrillatore impiantabile con funzione di cardioversione. I soggetti sono stati seguiti per 2 anni, compilando con regolarità un questionario su ansia, depressione e qualità della vita al basale e poi a 3, 6, 12 e 24 mesi.
I dati dimostrano che l’ansia ha riguardato il 14,5% dei casi, mentre l’11,3% ha sviluppato un quadro depressivo. I numeri sembrano suggerire che gli anziani rischiano meno questo effetto collaterale …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | defibrillatore, depressione, shock,

Covid, arrivano i vaccini per i bambini

Nel giro di un anno i risultati degli studi sui più piccoli

Varie_14321.jpg

La platea delle persone da vaccinare per la protezione da Covid-19 si allarga sempre più. Valentina Marino, direttore medico di Pfizer Italia, annuncia la partenza a breve di uno studio sulla fascia d’età 5-11 anni. Successivamente, si valuteranno gli effetti sui bambini fra 2 e 5 anni e su quelli fra 6 mesi e 2 anni.
Intanto, l’Ema ha annunciato l’avvio della revisione dei dati per l’approvazione del vaccino Pfizer nella fascia d’età 12-15 anni.
Per quanto riguarda gli effetti collaterali, “sono sovrapponibili a quelli della fascia 16-25 anni, febbre, dolore al sito di iniezione, dolori articolari”, spiega Marino, che continua: “Il vaccino Pfizer per i ragazzi è esattamente lo stesso di quello somministrato in fasce di età più alta. Nei soggetti di 12-15 anni che hanno partecipato allo studio di Fase 3 si sono visti risultati molto promettenti, con un’efficacia del 100% e una risposta …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, influenza, pandemia,

Alzheimer, differenze dell’EEG durante il sonno

Aiutano a distinguere la malattia dal semplice decadimento cognitivo

Acne_2886.jpg

È ormai evidente che le relazioni tra malattia di Alzheimer e caratteristiche del sonno vanno ben al di là del riscontro assai comune di disturbi del sonno in questi pazienti sia perché le alterazioni del sonno sembrano costituire un fattore di rischio per la malattia, sia perché un buon sonno svolge un ruolo centrale nell’eliminazione dei metaboliti “cattivi” della proteina beta-amiloide facilitandone l’aggregazione e il deposito tipico dell’Alzheimer.
Mancava però nella letteratura scientifica una descrizione delle alterazioni elettroencefalografiche (EEG) del sonno in questi pazienti e la loro relazione con le già descritte alterazioni dell’EEG durante lo stato di veglia. In quasi 10 anni di lavoro, un gruppo di ricercatori della Sapienza e dell’IRCCS San Raffaele Roma, in collaborazione con l’IRCCS Fondazione Policlinico Universitario Gemelli e l’Università dell’Aquila, ha portato …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Alzheimer, sonno, amiloide,

Covid, vaccino efficace al 95 per cento

I dati reali confermano quelli dei test clinici

Varie_7064.jpg

Eurosurveillance, la rivista che fa capo allo European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC), ha pubblicato i risultati della ricerca effettuata dal Servizio di Epidemiologia dell’Ulss 2 in collaborazione con il Dipartimento di Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità sull’efficacia della vaccinazione anti-Covid.
Lo studio ha valutato l’efficacia della vaccinazione nel prevenire le infezioni da SARS-Cov-2 tra gli operatori sanitari degli ospedali nel primo periodo dopo l’avvio delle vaccinazioni.
“L’analisi – spiega Mauro Ramigni, direttore del Servizio – ha riguardato 6423 operatori nel periodo gennaio-marzo 2021. I risultati sono molto confortanti: anche se lo studio è stato condotto in un periodo nel quale l’incidenza della malattia era importante e su una popolazione a particolare rischio di contatto con persone potenzialmente infettanti, il vaccino dopo 2 …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Covid, vaccino, medici,

Calano i contagi e le terapie intensive

Non è tana liberi tutti se vogliamo rimanere in zona gialla

Varie_14317.jpg

I nuovi casi di infezione sono 5.948. Sono 256 i decessi giornalieri,121.433 in tutto.
L’Italia è al primo posto fra i grandi paesi per numero di morti per milione. Sopra al nostro paese ci sono ora soltanto nazioni con un numero inferiore di abitanti.
I tamponi sono 121.829, il che produce un tasso di positività del 4,9%. Sale il numero dei ricoverati, attestandosi a 18.395, 50 posti letto in più rispetto a ieri. Scendono le terapie intensive, ora 2.490, 34 in meno di ieri.
Le dosi totali di vaccino somministrate sono 20.652.663, mentre 6.221.316 persone ha completato il proprio percorso vaccinale.
In termini percentuali, il 23,7% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino, mentre il 10,1% risulta completamente vaccinato.

Norme in vigore
Tutte le attività devono garantire un’opera costante di igienizzazione, la presenza dei liquidi disinfettanti per le …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Tumore anale, i principali fattori di rischio

Il Papillomavirus è responsabile di circa il 90% dei carcinomi dell’ano

Tumori_9258.jpg

I tumori dell’ano sono relativamente rari e rappresentano il 2.5% dei tumori dell’apparato digerente. Dai dati riportati dall’AIRC in Italia si registrano poco più di 1.000 casi l’anno, 450 negli uomini e 650 nelle donne. Negli Stati Uniti sono stati osservati 8.590 nuovi casi nel 2020 (2.690 uomini e 5.900 donne) con 1.350 decessi attribuibili a tale tipo di neoplasia. Gli studi americani hanno inoltre evidenziato un incremento dell’incidenza del cancro dell’ano del 2.7% per anno negli anni compresi tra il 2001 e il 2015. L’incremento è stato del 2.2% nella popolazione maschile e del 3.1% in quella femminile. La mortalità è incrementata del 3.1% (3.4% negli uomini e 2.9% nelle donne).
Il tumore dell’ano è completamente diverso dai tumori del colon-retto. La principale causa eziologica del tumore dell’ano è l’infezione da parte del Papilloma virus umano (HPV), responsabile di circa il 90% …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | ano, tumore, papillomavirus,

Calano i decessi, 1 italiano su 10 è vaccinato

Non è tana liberi tutti se vogliamo rimanere in zona gialla

Varie_14317.jpg

I nuovi casi di infezione sono 9.148. Sono 144 i decessi giornalieri,121.177 in tutto.
L’Italia è al primo posto fra i grandi paesi per numero di morti per milione. Sopra al nostro paese ci sono ora soltanto nazioni con un numero inferiore di abitanti.
I tamponi sono 158.872, il che produce un tasso di positività del 5,8%. Scende il numero dei ricoverati, attestandosi a 18.345, 36 posti letto in meno rispetto a ieri. Salgono leggermente le terapie intensive, ora 2.524, 2 in più di ieri.
Le dosi totali di vaccino somministrate sono 20.652.663, mentre 6.221.316 persone ha completato il proprio percorso vaccinale.
In termini percentuali, il 23,7% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino, mentre il 10,1% risulta completamente vaccinato.

Norme in vigore
Tutte le attività devono garantire un’opera costante di igienizzazione, la presenza dei liquidi …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Contagi stabili, oltre 20 milioni di vaccini somministrati

Non è tana liberi tutti se vogliamo rimanere in zona gialla

Varie_14317.jpg

I nuovi casi di infezione sono 12.995. Superata quota 20 milioni di dosi di vaccino somministrate. Lazio, Sicilia e Toscana da record. Sono 262 i decessi giornalieri,.
L’Italia è al primo posto fra i grandi paesi per numero di morti per milione. Sopra al nostro paese ci sono ora soltanto nazioni con un numero inferiore di abitanti.
I tamponi sono 338.771, il che produce un tasso di positività del 4%. Scende il numero dei ricoverati, attestandosi a 18.940, 411 posti letto in meno rispetto a ieri. Scendono anche le terapie intensive, ora 2.583, 57 in meno di ieri.
In termini percentuali, il 22,7% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino, mentre il 9,5% risulta completamente vaccinato.

Norme in vigore
Tutte le attività devono garantire un’opera costante di igienizzazione, la presenza dei liquidi disinfettanti per le mani, l’uso di …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Ma la primavera non lo sapeva

In questi giorni il web sta offrendo, tra le varie cose, tante belle riflessioni, iniziative, pensieri. Eccone un esempio davvero speciale: grazie Irene Vella per le tue parole incredibilmente toccanti.

Era l’11 marzo del 2020, le strade erano vuote, i negozi chiusi, la gente non usciva più.
Ma la primavera non sapeva nulla.
Ed i fiori continuavano a sbocciare
Ed il sole a splendere
E tornavano le rondini
E il cielo si colorava di rosa e di blu
La mattina si impastava il pane e si infornavano i ciambelloni
Diventava buio sempre più tardi e la mattina le luci entravano presto dalle finestre socchiuse
Era l’11 marzo 2020 i ragazzi studiavano connessi a Gsuite
E nel pomeriggio immancabile l’appuntamento a tressette
Fu l’anno in cui si poteva uscire solo per fare la spesa
Dopo poco chiusero tutto
Anche gli uffici
L’esercito iniziava a presidiare le uscite e i confini
Perché non c’era più spazio per tutti negli ospedali
E la gente si ammalava
Ma la primavera non lo sapeva e le gemme continuavano ad uscire
Era l’11 marzo del 2020 tutti furono messi in quarantena obbligatoria
I nonni le famiglie e anche i giovani
Allora la paura diventò reale
E le giornate sembravano tutte uguali
Ma la primavera non lo sapeva e le rose tornarono a fiorire
Si riscoprì il piacere di mangiare tutti insieme
Di scrivere lasciando libera l’immaginazione
Di leggere volando con la fantasia
Ci fu chi imparò una nuova lingua
Chi si mise a studiare e chi riprese l’ultimo esame che mancava alla tesi
Chi capì di amare davvero separato dalla
vita
Chi smise di scendere a patti con l’ignoranza
Chi chiuse l’ufficio e aprì un’osteria con solo otto coperti
Chi lasciò la fidanzata per urlare al mondo l’amore per il suo migliore amico
Ci fu chi diventò dottore per aiutare chiunque un domani ne avesse avuto bisogno
Fu l’anno in cui si capì l’importanza della salute e degli affetti veri
L’anno in cui il mondo sembrò fermarsi
E l’economia andare a picco
Ma la primavera non lo sapeva e i fiori lasciarono il posto ai frutti
E poi arrivò il giorno della liberazione
Eravamo alla tv e il primo ministro disse a reti unificate che l’emergenza era finita
E che il virus aveva perso
Che gli italiani tutti insieme avevano vinto
E allora uscimmo per strada
Con le lacrime agli occhi
Senza mascherine e guanti
Abbracciando il nostro vicino
Come fosse nostro fratello
E fu allora che arrivò l’estate
Perché la primavera non lo sapeva
Ed aveva continuato ad esserci
Nonostante tutto
Nonostante il virus
Nonostante la paura
Nonostante la morte
Perché la primavera non lo sapeva
Ed insegnò a tutti
La forza della vita.

photo: Unsplash

L’articolo Ma la primavera non lo sapeva proviene da Sani per Scelta.