7 morti, terapie intensive sotto quota 70


Nuove disposizioni mentre la curva rallenta

Varie_14317.jpg

I decessi della giornata sono 7 per un totale di 34.945 morti.
I casi totali sono ora 242.827, con un aumento di 188 positivi nell’ultima giornata. I pazienti in terapia intensiva sono scesi a 67.
Dal 3 giugno è consentita la libera circolazione dei cittadini fra le varie Regioni del paese. Si può far visita a parenti e amici, ovviamente sempre rispettando le norme sulle distanze e sugli assembramenti.
Le novità riguardano anche gli esercizi commerciali. Riaprono bar, ristoranti, negozi di vario genere e centri commerciali. Tutte le attività devono garantire un’opera costante di igienizzazione, la presenza dei liquidi disinfettanti per le mani, l’uso di mascherine e guanti. Deve essere garantita la distanza minima di sicurezza fra i clienti, che quindi verranno scaglionati all’entrata. Nei ristoranti, la distanza, di norma 1 metro, arriva a 2 metri. Non si potranno più organizzare …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

12 morti, terapie intensive sotto quota 70


Nuove disposizioni mentre la curva rallenta

Varie_14317.jpg

I decessi della giornata sono 12 per un totale di 34.926 morti.
I casi totali sono ora 242.363, con un aumento di 229 positivi nell’ultima giornata. I pazienti in terapia intensiva sono scesi a 69.
Dal 3 giugno è consentita la libera circolazione dei cittadini fra le varie Regioni del paese. Si può far visita a parenti e amici, ovviamente sempre rispettando le norme sulle distanze e sugli assembramenti.
Le novità riguardano anche gli esercizi commerciali. Riaprono bar, ristoranti, negozi di vario genere e centri commerciali. Tutte le attività devono garantire un’opera costante di igienizzazione, la presenza dei liquidi disinfettanti per le mani, l’uso di mascherine e guanti. Deve essere garantita la distanza minima di sicurezza fra i clienti, che quindi verranno scaglionati all’entrata. Nei ristoranti, la distanza, di norma 1 metro, arriva a 2 metri. Non si potranno più organizzare …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

15 morti, 8 Regioni senza casi


Nuove disposizioni mentre la curva rallenta

Varie_14317.jpg

I decessi della giornata sono 15 per un totale di 34.914 morti.
I casi totali sono ora 242.149, con un aumento di 193 positivi nell’ultima giornata. I pazienti in terapia intensiva sono scesi a 71.
Dal 3 giugno è consentita la libera circolazione dei cittadini fra le varie Regioni del paese. Si può far visita a parenti e amici, ovviamente sempre rispettando le norme sulle distanze e sugli assembramenti.
Le novità riguardano anche gli esercizi commerciali. Riaprono bar, ristoranti, negozi di vario genere e centri commerciali. Tutte le attività devono garantire un’opera costante di igienizzazione, la presenza dei liquidi disinfettanti per le mani, l’uso di mascherine e guanti. Deve essere garantita la distanza minima di sicurezza fra i clienti, che quindi verranno scaglionati all’entrata. Nei ristoranti, la distanza, di norma 1 metro, arriva a 2 metri. Non si potranno più organizzare …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Coronavirus, approvato remdesivir


Procedura accelerata per l’antivirale

Varie_14325.jpg

È stato approvato il farmaco remdesivir per il trattamento delle infezioni da nuovo coronavirus. Lo ha deciso la Commissione Europea sulla scorta di una procedura accelerata messa in campo dall’Agenzia europea del farmaco.
Grazie a una procedura speciale che l’Ema può sfruttare in casi eccezionali, l’autorizzazione è stata concessa ad appena una settimana dalla raccomandazione dell’agenzia, un termine molto più rapido rispetto ai 67 giorni che in media ci vogliono.
Stella Kyriakides, Commissaria per la salute e la sicurezza alimentare di Bruxelles, commenta: “È nota la determinazione dell’Ue a rispondere rapidamente ogni volta che diventano disponibili nuovi trattamenti. Non lasceremo nulla di intentato nei nostri sforzi per garantire trattamenti efficienti o vaccini contro il coronavirus”.
La decisione dell’Ema e della Commissione Europea si basa sui risultati dello studio “Actt”, …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, terapia, antivirali,

8 morti, i pazienti in terapia intensiva sotto quota 80

Nuove disposizioni mentre la curva rallenta

Varie_14317.jpg

I decessi della giornata sono 8 per un totale di 34.869 morti.

I casi totali sono ora 241.819, con un aumento di 208 positivi nell’ultima giornata. I pazienti in terapia intensiva sono scesi sotto quota 80 (72).

Dal 3 giugno è consentita la libera circolazione dei cittadini fra le varie Regioni del paese. Si può far visita a parenti e amici, ovviamente sempre rispettando le norme sulle distanze e sugli assembramenti. Le novità riguardano anche gli esercizi commerciali.

Nuovo rimedio per la tosse cronica

Gefaxipant mostra efficacia in due studi di fase 3

Varie_9961.jpg

Due studi di fase 3 (denominati COUGH-1 e COUGH-2) mostrano l’efficacia e la sicurezza di Gefapixant (MK-7264) nel trattamento della tosse cronica refrattaria e idiopatica.

Gefapixant è un antagonista selettivo del recettore P2X3 che, somministrato per via orale alla dose di 45 mg due volte al giorno, ha dimostrato di ridurre in modo statisticamente significativo il numero di attacchi di tosse in un’ora, registrati nell’arco delle 24 ore, rispetto al placebo, a 12 (COUGH-1) e a 24 settimane (COUGH-2), in pazienti affetti da tosse cronica refrattaria o idiopatica.

Per quanto riguarda il profilo di sicurezza del trattamento, i risultati ottenuti nei due trial sono in linea con quelli ottenuti negli studi di fase 2, senza la comparsa di nuovi eventi avversi. I trial continueranno per un follow-up sul lungo termine, per raccogliere ulteriori informazioni.

7 morti, i pazienti in terapia intensiva sotto quota 80

Nuove disposizioni mentre la curva rallenta

Varie_14317.jpg

I decessi della giornata sono 7 per un totale di 34.861 morti.

I casi totali sono ora 241.611, con un aumento di 192 positivi nell’ultima giornata.

I pazienti in terapia intensiva sono scesi sotto quota 80 (74).

Dal 3 giugno è consentita la libera circolazione dei cittadini fra le varie Regioni del paese. Si può far visita a parenti e amici, ovviamente sempre rispettando le norme sulle distanze e sugli assembramenti.

Le novità riguardano anche gli esercizi commerciali. Riaprono bar, ristoranti, negozi di vario genere e centri commerciali. Tutte le attività devono garantire un’opera costante di igienizzazione, la presenza dei liquidi disinfettanti per le mani, l’uso di mascherine e guanti. Deve essere garantita la distanza minima di sicurezza fra i clienti, che quindi verranno scaglionati all’entrata. Nei ristoranti, la distanza, di norma 1 metro, arriva a 2 metri.

15 morti, i pazienti in terapia intensiva sotto quota 80

Nuove disposizioni mentre la curva rallenta

Varie_14317.jpg

I decessi della giornata sono 15 per un totale di 34.833 morti.

I casi totali sono ora 241.184, con un aumento di 223 positivi nell’ultima giornata. I pazienti in terapia intensiva sono scesi sotto quota 80 (79).

Dal 3 giugno è consentita la libera circolazione dei cittadini fra le varie Regioni del paese. Si può far visita a parenti e amici, ovviamente sempre rispettando le norme sulle distanze e sugli assembramenti.

Le novità riguardano anche gli esercizi commerciali. Riaprono bar, ristoranti, negozi di vario genere e centri commerciali. Tutte le attività devono garantire un’opera costante di igienizzazione, la presenza dei liquidi disinfettanti per le mani, l’uso di mascherine e guanti. Deve essere garantita la distanza minima di sicurezza fra i clienti, che quindi verranno scaglionati all’entrata.