Hot Girl Walk il fitness trend che spopola su Tik Tok

La Hot Girl Walk è solo l’ultimo dei fitness trend che spopolano su Tik Tok. Se ti stai chiedendo di cosa stiamo parlando, non preoccuparti questo articolo scenderà nel dettaglio per illuminarti sulla questione.

Cos’è la Hot Girl Walk ? 

Come molti dei trend che nascono sui Social, non è nient’altro che una sorta di restyling di qualcosa di classico e molto semplice. Stiamo parlando della tanto stigmatizzata dal mondo del fitness, camminata. 

Ebbene si, dopo passeggiate in monopattino e biciclette elettriche, una giovane studentessa statunitense è riuscita a riabilitare e a rendere cool, uno dei movimenti più naturali per l’essere umano. 

Come eseguire la Hot Girl Walk?

Premessa: il fatto che si chiami Hot Girl Walk, non ne determina l’appartenenza di genere. 

Andando nel dettaglio. Per stare al passo con il trend, basta semplicemente attrezzarsi per una camminata di 6 km circa, quindi scegliere scarpe e abbigliamento adatto, definire  il percorso (che sia su strada o su tappeto), avviare la musica e camminare. Inoltre, come la stessa ideatrice del trend sottolinea, non va sottovalutato l’aspetto psicologico. 

Durante la sessione di camminata, infatti il consiglio è quello di pensare. 

Cosa ne pensano gli esperti? 

Questo fitness trend ha messo d’accordo in maniera trasversale categorie di esperti. Da un punto di vista fisico oltre a migliorare la circolazione, sollecita il rilascio di endorfine lasciandoti senza dubbio di buon umore. Da un punto di vista mentale, ti permette di dedicarti del tempo e focalizzarti su te stessa.

Per chi di voi è iscritta alla piattaforma, digitando l’hashtag #hotgirlwalk sono presenti migliaia e miglia di contenuti e consigli su come vestirsi al meglio, oppure su come iniziare se per caso si è allergici al movimento.

Dal nostro punto di vista, sarcasmo a parte, riteniamo che qualsiasi cosa promuova uno stile di vita sano sia da condividere. Che si tratti di Hot Girl Walk o trekking o camminata veloce, non possiamo che suggerivi di provarlo (sempre facendo attenzione al proprio stato fisico e di salute). 

 

Maddalena Corvaglia : consigli per workout da fare in ufficio

Maddalena Corvaglia, al pari di Elisabetta Canalis, ha sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è fitness, benessere , vita sana e positive mindset  Non è un caso che il suo slogan su Instagram sia Fit Fast & Fun. 

A noi di fitinhub piace molto, perché è tra quei pochi gipponi italiani, baciati si dalla natura, ma nello stesso tempo impegnata a portare avanti uno stile di vita sano. 

Il workout da fare in ufficio di Maddalena Corvaglia. 

Con l’estate dietro l’angolo (stiamo già facendo il conto alla rovescia) si moltiplicano come conigli i workout da fare per rimanere in forma.

Anche Maddalena Corvaglia ha pubblicato con un video tutorial, un workout facile da eseguire, adatto a qualsiasi livello di allenamento. 

Il fatto che si possa eseguire in ufficio, è discutibile. Ma abbiamo capito la metafora: è un workout da fare tranquillamente seduti. 

L’unico attrezzo di cui si avrà bisogno è una fascia elastica. La resistenza varia a seconda della singola capacità di eseguire in maniera corretta l’allenamento. 

Come sempre ti ricordiamo di verificare di essere nelle condizioni di salute e fitness per poter eseguire l’allenamento. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MADDY• FitFast&Fun (@maddalena_corvaglia)

Ecco i primi quattro esercizi da svolgere con una fascia elastica.

SPALLE : alzate laterali , 30 secondi Porta su le braccia lateralmente, fino all’altezza delle spalle. Mi raccomando controlla anche la discesa.

BICIPITI : 30 secondi Gomiti fermi, il più possibile attaccati al busto, porta su le mani controllando la discesa .

TRICIPITI, CUFFIA DEI ROTATORI : 30 secondi ( each)Esercizio fenomenale per rinforzare parte della la muscolatura che proteggere la cuffia dei rotatori.

SPALLE / DELTOIDI : alzate diagonali 30 secondi . A differenza delle alzate laterali, le alzate diagonali compiono un movimento completo, Che supera l’altezza della spalla.

Termina il workout con un consiglio/trucchetto da vera fitnesslover:

“Non bisogna mai sottovalutare la parte superiore del busto, anche perché ricordati che le spalle più larghe fanno apparire i fianchi più stretti.”

Addominali bassi: falso mito?

Si sente spesso parlare di Addominali alti e addominali bassi. Ma ti è mai venuto in mente che la suddivisione potrebbe essere solo indicativa?

Di certo sarai tra coloro (comprese noi) che guardandosi allo specchio e unendo pollice e indice della mano ho provato a darsi un pizzicotto proprio sotto l’ombelico, riuscendo senz’altro a prendere qualcosa.

Quello che devi sapere è che l’accumulo di massa grassa nella parte bassa dell’addome è piuttosto comune. E di certo non definisce la funzionalità o la forza dell’addome stesso. 

Addominali bassi. Falso mito?

Tornando alla questione relativa degli addominali bassi, siamo spiacenti di informarti che non esistono. Esiste un unico muscolo chiamato Retto dell’addome che erroneamente viene suddiviso in addominali alti e addominali bassi, ma che percorre il corpo a partire dallo sterno al bacino.

Quali sono gli esercizi quindi per allenare gli “addominali bassi”? 

Anche in questo caso non esistono esercizi che ti fanno allenare in maniera isolata i muscoli della parte bassa dell’addome. 

Tuttavia ci sono alcuni esercizi che ti permettono di allenare in maniera completa l’addome, con un focus sulla parte bassa. Ecco i migliori: 

Plank

  • Una volta raggiunta la posizione corretta inspira attraverso il naso.
  • Dovresti sentire tutti i muscoli del corpo che si attivano.
  • Addome, glutei e muscoli delle gambe sono tutti attivi durante l’esecuzione dell’esercizio.
  • Espira buttando fuori l’aria dalla bocca.
  • L’obiettivo è quello di attivare tutti i muscoli coinvolti, e naturalmente rilassarli quando butti fuori l’aria.
  • Prosegui quindi con la respirazione per tutta la durata dell’esercizio.

Plank

Leg raise

  • Sdraiata per terra solleva le gambe in maniera che scendano perpendicolari al bacino
  • Porta le braccia verso l’alto in maniera che siano perpendicolari alle spalle
  • Con un movimento tipo crunch, quindi sollevando le spalle da terra, fai si che le mani arrivino a toccare la punta dei piedi
  • Attenta a non sforzare il collo mentre esegui il movimento
  • Esegui il movimento per 3 set e 15 ripetizioni

Leg raise

Mountain climbers 

  • Inizia in posizione plank con braccia tese ed entrambe i piedi per terra
  • porta il ginocchio destro verso il petto
  • porta il ginocchio indietro e torna in posizione di partenza
  • ripeti il movimento con il ginocchio sinistro

Mountain Climbers

Hollow Body 

  • Sdraiata sul pavimento, porta le braccia dietro la testa, gambe lunghe e cosce ben tese.
  • Attiva gli addominali a dovere spingendo la schiena verso il pavimento.
  • Solleva le braccia, testa , collo e gambe di diversi cm.
  • Esegui l’esercizio diverse volte per abituarti al movimento.
Atleta: Paola Menale

Gli addominali bassi sono una questione di genetica?

Come spesso abbiamo ricordato, il raggiungimento degli obiettivi spesso dipende anche dalla genetica. Il concetto è valido soprattutto nel caso degli addominali. In ogni caso uno stile di vita sano e una alimentazione corretta ed equilibrata (unita all’allenamento, possono aiutarti nell’avere un addome più tonico e allenato. 

6 consigli per non rinunciare al fitness

Come mantenere uno stile di vita attivo senza annoiarsi

Fitness_14487.jpg

L’anno passato ci ha insegnato senza dubbio l’importanza di mantenere uno stile di vita sano e attivo. L’arrivo della pandemia ha portato le persone a doversi reinventare e trovare modi di allenarsi alternativi.
A seguire sono riportati alcuni consigli su come mantenere uno stile di vita attivo a prescindere da dove si vive:
– Ridefinire il modo in cui si pensa all’allenamento
Allenarsi non deve per forza essere noioso. Juggy Sidhu, esperto di nutrizione e salute sottolinea l’importanza di ridefinire il modo in cui si concepisce l’esercizio fisico. “Quando si menziona il concetto di esercizio fisico, in moltissimi hanno un blocco mentale che riguarda tutte le attività che questo concetto implica, dal correre al partecipare ad una lezione in palestra. Tutte queste attività sembrano molto complicate dalla prospettiva di un principiante: a primo impatto risultano dispendiose e fuori …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | fitness, allenamento, consigli,

Jennifer Lopez Nuda a 50 anni sui Social è la motivazione che ti serviva

Jennifer Lopez nuda sui social per l’uscita del suo album è la dimostrazione che se hai cura del tuo corpo, non importa quanti anni tu abbia, puoi sempre essere al top della forma. Il resto sono scuse.

Vero è che tra luci, trucco e parrucco, e da qualche parte una punta di photoshop, c’è ben poco di naturale nella foto. Ma del resto chi se ne importa? Tutte noi nelle nostre foto profilo su Instagram, abbiamo applicato un paio di filtri o forse più. E senz’altro se ci fossimo potute permettere set fotografico e team beauty al completo, anche noi avremmo indugiato in qualche ritocco grafico.

Perchè Jennifer Lopez Nuda a 50 anni sui Social è la motivazione che ti serviva?

Partendo dal presupposto che siamo delle grandissime fan di Jennifer Lopez, dal nostro punto di vista merita tutta l’attenzione che riceve e forse anche di più. Sui social, infatti, non fa mistero delle sue sessioni in palestra, danza e sala prove. Una donna determianta a realizzare i propri sogni, così come è evidente la sua determinazione nel mantenere una stile di vita sano.

Dall’addome scolpito, alle gambe super allenate e glutei assicurati per milioni di dollari, la statuaria business woman from the block non si risparmia nemmeno quando si tratta di esporsi per esortare al voto la community latina negli Stati Uniti, che pure risulta essere una buona fetta dell’elettorato.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jennifer Lopez (@jlo)

Tirando le somme, ci pare evidente che Jennifer Lopez nuda sui social non ci scandalizza affatto anzi ci fa riflette su quanto a volte convenzioni sociali e limiti autoimposti siano di fatto un’enorme blocco che non ci permette di realizzarci fino in fondo. Una motivazione e un messaggio forte (oltre alla promo del suo nuovo singolo in uscita venerdì), ovvero impegnarsi al 100% per cercare di raggiungere i propri obiettivi sia nella vita lavorativa, che personale, e non porsi limiti quando si tratta di valorizzarsi al meglio.

Pancia piatta: quali sono gli sport migliori per un avere un addome d’acciaio

Sport per dimagrire la pancia: quali sono? Sono tantissime le persone interessate a diminuire i centimetri del girovita nel minor tempo possibile. La buona notizia è che ci sono una serie di discipline mirate al dimagrimento in questa zona che garantiscono risultati. Quella un po’ meno buona? Servono pazienza, costanza e tenacia per vedere i risultati sperati. Parola d’ordine: motivazione! E anche la dieta deve giocare il suo ruolo. L’addome sodo dipende da molti fattori, oggi vediamo quali sono i migliori sport per rassodare la pancia.

Sport per dimagrire la pancia: le migliori discipline per un ventre piatto

Quali sono gli sport per dimagrire la pancia che garantiscono i risultati migliori in poco tempo, a patto ovviamente che si conduca uno stile di vita sano?

Dimagrire la pancia con il fitness in acqua

Nuoto, acquagym, hydrobike: sono tutte soluzioni utili e funzionali allo scopo. Scegliendo stili come la rana o il nuoto libero gli addominali sono costantemente sotto sforzo. Anche tutte le attività di fitness in acqua sono utili per tonificare tutte le zone e ridurre i centimetri del girovita. I vantaggi dell’attività fisica in acqua sono dati soprattutto dal fatto che è praticabile da chiunque, qualsiasi sia la stazza, quindi soprattutto da chi ha necessità di perdere peso. La ragione? Le articolazioni non sono sottoposte a sforzi eccessivi.

Pancia piatta con il pilates

Tutti gli esercizi di questa disciplina impongono il controllo del respiro e la contrazione costante degli addominali. I risultati? Oltre ad avere una pancia più muscolosa i benefici vengono riscontrati anche per la postura e per i muscoli del resto del corpo. La riduzione del girovita e dei fianchi è garantita in poco tempo con muscoli più elastici e tonici a patto che si faccia pilates con una certa regolarità.

 Salto della corda per un ventre d’acciaio

Come può il semplice salto con la corda garantire la pancia piatta? Può eccome! Questa attività risulta estremamente benefica per rimettersi in forma considerato l’altissimo dispendio energetico. Conviene partire con sequenze da 10 e avere cura di tenere la pancia in dentro e controllare il respiro.

Dimagrire la pancia con la corsa

Jogging, corsa leggera, corsa intensa: l’importante è infilare le scarpe giuste e correre! Questa attività risulta benefica per il corpo in moltissimi sensi, compresa la riduzione del girovita e dei fianchi. Da non trascurare nemmeno lo snellimento delle gambe. Il modo migliore per affrontare una sessione di running è progredire per gradi e ascoltare musica che dia la carica. Se all’inizio correrete dai 10 ai 20 minuti dopo settimane di allenamento costante vi renderete conto di riuscire a correre anche tra i 30 e i 60 minuti.

La boxe per dimagrire la pancia

La boxe e tutti gli sport collegati (kick boxing, fit boxe e arti marziali in generale) sono formidabile non solo per avere un corpo tonico e asciutto ma anche per imparare a difendersi. Le arti marziali migliorano resistenza e potenza dando forma al corpo. In che modo agiscono sugli addominali? I muscoli del ventre devono essere costantemente in attività per garantire l’equilibrio durante l’esecuzione delle mosse.

Dimagrire in menopausa: consigli efficaci

Perdere peso in menopausa sembra un miraggio nel deserto: assolutamente inesistente. Ma è davvero così? Per una serie di ragioni ormonali e fisiologiche le donne tendono ad accumulare peso quando vanno in menopausa, chili che spesso si rassegnano a prendere e pensano di non riuscire più a smaltire. Ma è davvero così? Vediamo le cause della tendenza ad aumentare di peso quando il ciclo smette di presentarsi ogni mese e come dimagrire in menopausa con qualche consiglio efficace che riguarda sia l’alimentazione che l’attività fisica, entrambe determinanti per condurre uno stile di vita sano e bilanciato.

Perché in menopausa si tende ad accumulare peso?

La maggioranza delle donne tende, quando va in menopausa, a prendere qualche chilo e a vedere il proprio corpo trasformarsi; questa regola vale anche per quelle donne che, tendenzialmente, nella loro vita sono sempre state magre. Come comportarsi quando si comincia a prendere chili sulla pancia o la cellulite aumenta nonostante non ci sia stato nessun cambio repentino di nella propria alimentazione o nell’attività fisica?

Per capire come dimagrire in menopausa è necessario, innanzitutto, indagare rispetto alle cause dell’aumento del peso in questa fase della vita delle donne. La menopausa è una fase di grandissimi cambiamenti nel corpo di una donna, cambiamenti che possono sfociare in un aumento di peso per via degli sconvolgimenti ormonali.
Andare in menopausa per una donna vuol dire aver terminato gli ovuli a disposizione; la conseguenza diretta è la fine del ciclo mestruale in seguito all’assenza di ovulazione. A questo fenomeno si accompagna una variazione ormonale che comporta una serie di sintomi, compreso l’aumento di peso, che avviene anche a causa dell’abbassamento del metabolismo basale.

Cosa avviene effettivamente agli ormoni delle donne nel periodo della menopausa? La produzione di estrogeni tende a diminuire e il rapporto tra androgeni e estrogeni aumenta. Gli androgeni sono ormoni maschili presenti solitamente in piccole quantità nelle donne e proprio per questo cambiamento si tende ad accumulare tessuto adiposo.

Dimagrire in menopausa: consigli per non accumulare peso

Spiegata la ragione che risiede dietro l’accumulo di peso delle donne in menopausa vediamo allora cosa è bene fare per evitare di ingrassare e quali sono i consigli e le buone abitudini da acquisire (o rinforzare) durante l’età matura per le donne. In linea di massima è consigliabile, prima di tutto, ridurre l’apporto calorico complessivo della giornata andando a frazionare i pasti; risulta utile anche aumentare il consumo di soia e di legumi e – come sempre nel corso della vita – evitare di bere alcolici e consumare in maniera controllata pasta, pane, formaggi e olio.
Vediamo allora i consigli per dimagrire in menopausa:

  • calibrare le calorie introdotte per mantenere il peso o, se necessario, perderlo;
  • eliminare gli alimenti elaborati confezionati e quelli che contengono un eccessivo apporto di grassi preferendo;
  •  preferire i grassi di origine vegetale e non idrogenati;
  • dividere l’apporto calorico in cinque pasti (tre principali e due spuntini) ben bilanciati;
  • prestare attenzione alle porzioni di pane, pasta, carni grasse, condimenti, dolci e formaggi stagionati (preferire i formaggi magri due o tre volte a settimana);
  • bere o mangiare ogni giorno latte, yogurt o comunque alimenti fortificati col calcio;
  • consumare due o tre volte a settimana pesce ricco di vitamina D;
  • consumare almeno due porzioni di verdura e di frutta al giorno;
  • aumentare l’attività fisica così da incrementare il dispendio energetico.

Le 4 regole d’oro di chi vuole mettere peso in modo sano

Tornare in forma non vuol dire solamente bruciare calorie e perdere grasso in eccesso. Tornare in forma è il risultato di uno stile di vita. Così come ci sono donne che devono buttare giù qualche chilo in eccesso, tanto ci sono donne che invece per raggiungere uno stile di vita sano e tornare in forma, devono mettere su qualche chilo.

Molte di voi, staranno già pensando “beate loro!” facendo la considerazione sbagliata che per mettere su peso si possa mangiare quello che si vuole. Ragionamento giusto se l’obietto è rovinarsi la salute. Tornare in forma aumentando dovendo mettere su peso, non vuol dire, infatti mangiare pizza, patatine e hamburger tutti i giorni. Piuttosto, come per chi deve dimagrire, cambiare il proprio stile di vita e il proprio modo di approcciare l’alimentazione.

Con questo articolo vogliamo semplicemente mettere in evidenza, alcune strategie che possono essere d’aiuto per il raggiungimento dell’obiettivo.

La varietà è la chiave. Questa ce l’hanno proposta in tutte le salse e a proposito di vari argomenti. Ma, a differenza della maggior parte delle credenze popolari, questa è vera. Eliminare completamente alcuni gruppi alimentari così come eccedere, non permette di fare il pieno di tutti i nutrienti necessari affinchè il  corpo funzioni correttamente e abbia tutte le energie per svolgere la vita di tutti i giorni o esercizi molto intensi come i burpees.

Mangia spesso. Anche questo sembra essere un consiglio piuttosto comune e banale, tuttavia è di fondamentale importanza per mantenere attivo il metabolismo, evitare abbuffate nei pasti principali e preservare la massa muscolare. L’ideale? Fare pasti nutrienti ogni 3-4 ore.

Fai scelte sane, badando alle porzioni. La tendenza nella stragrande maggioranza dei casi, è quella di scegliere alimenti carichi di carboidrati, grassi e proteine per un singolo pasto, per raggiungere la quota di nutrienti giornaliera. Mangiare frutta secca a volontà, per quanto possa essere considerata una scelta sicuramente sana, non ti aiuta nel tuo obiettivo di mettere su peso in maniera sana. Evita quindi le esagerazioni, al pari degli zuccheri e dei cibi confezionati.

Fai uno snack prima di andare a dormire. Non stiamo chiaramente parlando di gelati o dolci. L’idea è quella di far si che il tuo corpo, durante la fase di recupero che avviene di notte, possa beneficiare di alcuni dei nutrienti di cui ha bisogno. Puoi optare per uno yogurt greco, ad esempio. Se invece mangiare lo spuntino un’oretta prima di andare a dormire non fa per te, allora cerca di prestare attenzione a ciò che mangi per cena.