Ticagrelor utile in caso di coronaropatia

Riduce il rischio di eventi cardiovascolari fatali

Varie_293.jpg

L’utilizzo di ticagrelor è associato a una riduzione del rischio di eventi cardiovascolari nei pazienti affetti da coronaropatia multivasale. Lo dice una nuova sotto-analisi dello studio di fase III Pegasus-Timi 54 pubblicata sul Journal of the American College of Cardiology.

Il farmaco, abbinato ad aspirina a basso dosaggio, riduce del 19% il rischio di eventi cardiovascolari e del 36% quello di morte per attacco cardiaco.

Per coronaropatia multivasale si intende la presenza di un restringimento di oltre il 50% di due o più vasi coronarici durante il primo attacco cardiaco.

I dati indicano che i pazienti che soffrono di coronaropatia multivasale possono trarre beneficio da questo trattamento preventivo antiaggregante oltre al periodo iniziale di 12 mesi post-evento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *