Troponina utile per scovare chi è a rischio scompenso

Valida per individuare i soggetti asintomatici

Varie_8191.jpg

Una metanalisi apparsa su JACC: Heart Failure sottolinea il valore della troponina cardiaca nell’individuazione dei soggetti asintomatici a rischio di scompenso cardiaco.

Lo studio è firmato da Jonathan Evans dell’Università di Cambridge, che spiega: «Lo scopo dello studio era analizzare la produzione scientifica sull’associazione tra hs-cTn e insufficienza cardiaca incidente verificandone l’eventuale valore predittivo».

Riuscire a diagnosticare in maniera precoce lo scompenso cardiaco può rallentare la comparsa di una futura insufficienza cardiaca.

«Diverse precedenti ricerche hanno suggerito l’Hs-cTn come marcatore prognostico dell’incidenza di insufficienza cardiaca in soggetti asintomatici», spiega Evans.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.