Tumore del rene, efficaci axitinib e pembrolizumab

La combinazione ha mostrato una buona attività antitumorale

Tumore renale_11512.jpg

Il cancro del rene può essere trattato con una combinazione di axitinib – agente anti-angiogenesi – e pembrolizumab, un immunoterapico.

A dimostrarlo è uno studio apparso su The Lancet Oncology a firma di ricercatori del Georgetown Lombardi Comprehensive Cancer Center.

«Tentativi di sviluppare combinazioni di agenti anti-angiogenetici e immunoterapie basate su inibitori del checkpoint per il trattamento di pazienti con carcinoma renale avanzato, in passato hanno dato come risultato livelli inaccettabili di tossicità, e quindi le associazioni non sono state ulteriormente approfondite. Al contrario, la combinazione axitinib-pembrolizumab era sufficientemente tollerabile per consentire che gli agenti fossero somministrati ai livelli della dose approvata dalla Food and Drug Administration (Fda) per il singolo principio attivo», afferma Michael Atkins.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.