Un passo verso l’utero artificiale

Embrioni di topo sopravvivono per giorni fuori dal ventre materno

Varie_5188.jpg

Una sperimentazione dal sapore rivoluzionario quella realizzata dai ricercatori del Weizmann Institute of Science di Rehovot, in Israele. Alcuni embrioni di topo sono stati tolti dal ventre materno dopo 5 giorni di sviluppo e innestati in un utero artificiale, dove hanno superato l’undicesimo giorni di vita.

L’utero artificiale, come descrive lo studio pubblicato su Nature dal genetista Jacob Hanna e dai suoi colleghi, ha fornito il nutrimento necessario agli embrioni per sopravvivere, assicurando le giuste concentrazioni di glucosio, vitamine, siero, ossigeno e Co2 per la corretta differenziazione e formazione dei tessuti e degli organi.

Il meccanismo di crescita si è interrotto al giorno 11,5, quando l’embrione di topo è diventato troppo grande per potersi nutrire soltanto con il liquido artificiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *