Vaccino Pfizer, l’ideale è 2 mesi per il richiamo

Secondo uno studio è la distanza che genera la migliore risposta immunitaria

Varie_3046.jpg

La distanza ottimale fra la prima e la seconda dose del vaccino anti-Covid di Pfizer è di 2 mesi. Lo dice uno studio dell’Università di Oxford in fase di preprint. Stando ai dati analizzati di 503 operatori sanitari vaccinati a diversi intervalli alla fine del 2020, sarebbe proprio questo lo scarto temporale ideale per ottenere la migliore risposta immunitaria.

Gli scienziati affermano comunque che la risposta immunitaria rimane forte sia nel caso di un intervallo breve sia con un intervallo lungo, ma dopo sole 3 settimane il numero degli anticorpi neutralizzanti è leggermente più basso rispetto a un intervallo più lungo.

L’attesa più lunga aiuta peraltro a far crescere il numero delle cellule T adiuvanti, che stabiliscono la memoria immunitaria di lunga durata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.