Virus Nipah, la mortalità è alta

Epidemia in India causata dai pipistrelli

Varie_1202.jpg

C’è un nuovo virus nell’aria. Si chiama Nipah ed è responsabile della morte di 100 persone a partire dal 1999, quando il virus è stato identificato per la prima volta.

Il nuovo focolaio è stato registrato nel sud dell’India e ha provocato finora 10 morti e la messa in quarantena di 90 persone. Il virus Nipah causa febbre, encefalite, difficoltà respiratorie, sonnolenza, vomito, convulsioni e infiammazioni cerebrali. Dopo 24/48 ore il rischio di cadere in coma è abbastanza alto, così come il tasso di mortalità che, stando agli esperti, arriva anche al 70%. Anche se si sopravvive, spesso il virus causa problemi neurologici permanenti come alterazioni della personalità.

Il veicolo dell’infezione è rappresentato dai pipistrelli della frutta. In un caso, tre persone della stessa famiglia sono state infettate dopo aver mangiato un mango che era già stato morso da alcuni pipistrelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.